venerdì 6 maggio 2016

20ª tappa blogtour “Dylan Magon” – Il Graffio Del Vento di Mayra Scott


Buongiorno lettori! Oggi giornata speciale perché fa tappa sul blog il Dylan Magon blogtour, un'iniziativa che unisce musica e letteratura, dando spazio ad entrambe. Ed inoltre, partecipando a questo imperdibile tour, avrete anche la possibilità di vincere numerosi premi. 
In questa tappa ho il piacere di anticiparvi una lettura meravigliosa così come lo è la penna che l'ha creata. Sto parlando del ritorno di M.J. Heron che, dismessi i panni della mamma dei Kurann, si presenta sotto lo pseudonimo di Mayra Scott facendoci conoscere Il Graffio Del Vento, il suo nuovo romanzo, questa volta un sensuale ed elettrizzante romantic suspense.
Scopriamo tutte le date del tour e poi non perdetevi la recensione di questo nuovo e intrigante romanzo.


Il Graffio Del Vento


Titolo: Il Graffio Del Vento
Autrice: Mayra Scott
Genere: romantic suspense
Formato: ebook
Prezzo: € 2,99
Pagine: 470 
Data pubblicazione: 7 maggio 2016 (Amazon)
Trama
Sei pronta per un incontro che ti cambierà la vita? 
A questa domanda Nora Wellington avrebbe forse risposto "sì". Ma non avrebbe mai potuto immaginare fino a che punto la sua vita sarebbe cambiata. 
Il ritorno di Nora a Falmouth dopo undici anni di assenza sarà sconvolto da un’email ricevuta da un misterioso personaggio che si firma Hyde e dalla presenza forte di Kian Moore, un uomo il cui sguardo penetra nell’anima riuscendo a sciogliere il ghiaccio che per troppo tempo le ha intrappolato il cuore. 
L’attrazione nei confronti di Kian aumenta ogni giorno, la sua vicinanza diventa necessaria come respirare. 
Ignorare quello che sente è ormai impossibile, ma seguire l’istinto potrebbe essere un errore fatale. 
Alcune emozioni sono fatte di vento, 
si insinuano sottopelle, 
graffiano il cuore 
e tolgono il respiro 
lasciando segni indelebili nell’anima.

Recensione

Nora Wellington è stata dichiarata colpevole dell'omicidio di sua madre, una terribile tragedia di cui si è sempre professata innocente. Undici anni più tardi, la donna può finalmente uscire dal carcere e lasciarsi alle spalle la brutalità vissuta dietro le sbarre e tornare a Falmouth, la cittadina della sua infanzia. Nemmeno lì, però, Nora potrà sfuggire alle ombre del suo passato che, come una nebbia caliginosa, torneranno ad avvilupparla in spire soffocanti. Delle email minatorie e la costante consapevolezza di essere seguita, ricapulteranno Nora in una giostra di misteri e angosce, sospetti e tradimenti. L'unica luce in grado di accendere il suo cuore ormai inaridito è l'incontro con il bellissimo e ombroso Kian Moore e il suo fedele lupo Dusk. La vicinanza con quell'uomo dal passato anch'esso tormentato la terranno a galla in un mare di bugie e inquietudini. 
Scoprire la verità sull'omicidio di sua madre diventerà una corsa contro il tempo. Sfidare i nemici potrà rivelarsi molto pericoloso, soprattutto quando in ballo ci sono giochi di potere. Nora potrà contare solo sulle proprie forze, sul suo istinto e sul legame che, giorno per giorno, l'avvicinerà sempre più all'uomo dei suoi desideri.
Il Graffio Del Vento è il nuovo, potentissimo romanzo di una delle penne, lasciatemelo dire, più convincenti e intriganti del paranormal romance italiano, ovvero M.J. Heron. Questa volta, però, l'autrice torna con lo pseudonimo di Mayra Scott cambiando totalmente genere e firmando una storia romantic suspense davvero intensa e scottante. 
Ne Il Graffio Del Vento si condensa una parte suspense ottimamente centellinata, incastrando al suo interno anche una parte romance ben costruita, sorseggiata per gradi e mai forzata, bensì estremamente naturale e scandita da ritmi pressoché perfetti. Le scene hot sono eleganti, giuste e collocate nel momento opportuno, senza esagerazioni o inutili banalità. 
Al di là del lato romantico e del personaggio maschile che in questo caso è rappresentato da Kian Moore (ci soffermeremo tra pochissimo su di lui), la parte che ho più gustato è stata senza dubbio quella suspense, con una dose di mistero ben calibrata. Sino all'ultimo, sospettando di tutti, non sono riuscita a carpire la verità e scoprire il colpevole, rimanendo costantemente in bilico sul filo di una tensione costruita in modo eccellente.
Nora Wellington è un personaggio femminile diverso dai quelli soliti che abitano i romance, molto più schiva e diffidente, quasi timorosa di lasciarsi andare anche con il pubblico che la legge. Ovviamente è un discorso comprensibile per via della sua storia, del suo passato doloroso che riflette in ogni suo pensiero e azione.
Di Kian Moore è praticamente impossibile non esserne attratta. Prepotente quanto basta, ombroso, taciturno, riflessivo, nasconde ogni sua emozione dietro un solido scudo di ferro. Soltanto Nora sarà in grado di far crollare ogni sua barriera.
Entrambi dovranno imparare di nuovo a fidarsi della vita, delle emozioni con cui questa ci accompagna, lasciandosi andare completamente verso una nuova alba.
Il Graffio Del Vento ci racconta di nuove possibilità, della ricerca frenetica di una verità offuscata per molto tempo in cui, attorno ad essa, ruoteranno intrighi e complotti da sventare. Con una scrittura schietta, fluida e incisiva, Mayra Scott ci presenta una storia stand alone che mescola sapientemente suspense e romanticismo, offrendo al lettore momenti di assoluta dolcezza grazie alla presenza del meraviglioso lupo Dusk, momenti di tensione e di sensuale trepidazione.

Intervista all'autrice

1) Come è nata la tua passione per la scrittura?
Credo che sia nata come conseguenza alla passione per la lettura. Ho sempre amato scoprire nuove storie e immaginare sviluppi alternativi a quelli narrati dagli autori che le avevano create.
La prima bozza di una mia idea risale ai primi anni delle superiori (per fortuna è rimasta una bozza!). In realtà non avrei mai creduto di riuscire a pubblicare una storia tutta mia, ho sempre pensato di scrivere per me stessa. Ritengo che nel processo di scrittura la cosa più bella in assoluto sia l'emozione che ne deriva, vivere con e per i personaggi.
L'altra sera, rileggendo alcuni capitoli di “Il graffio del vento” con il solo intento di scovare qualche refuso nascosto, mi sono commossa come quando quelle immagini sono apparse nella mia mente per la prima volta. Vivere dentro la storia è per me un'esperienza ineguagliabile.
Vorrei che la scrittura restasse una passione, mai vorrei viverla come un lavoro. Il lavoro, pur necessario, a volte può risultare pesante. Le passioni accendono da dentro, ci rendono vivi, ci trasformano e spesso ci migliorano. La scrittura è una passione in continua evoluzione, sto scoprendo lati di me stessa che neppure io conoscevo.

2) E’ presente nel tuo romanzo un aspetto particolarmente legato alla musica o da esso ispirato?
Nora Wellington, la protagonista, lavora part-time in un pub di una piccola cittadina in cui è costretta a vivere. Ci sono scene che hanno come sottofondo un tappeto musicale ogni volta diverso.
Per me la musica è data anche dalla natura, il romanzo è ambientato sulla costa di Cape Cod in Massachusetts. Il vento e il suono dell'oceano sono presenti in ogni pagina, accompagnano i timori, le incertezze, le emozioni dei personaggi e lo sbocciare del loro amore.

3) Quanto è importante per te la musica nella fase di scrittura delle tue storie?
Essenziale. Molte scene sono nate da una melodia. Ascolto la radio in macchina, quando posso anche al lavoro e scrivo sempre ascoltando musica. Capita che io mi fissi su una melodia per ore, addirittura per giorni e la ascolti in loop (ovviamente in cuffia, altrimenti mio marito avrebbe già chiesto il divorzio!). Quando succede significa che sto vivendo dentro la storia e la musica mi aiuta a focalizzare l'attenzione e accrescere l'intensità delle emozioni.

4) Ci sono canzoni che possono essere considerate la colonna sonora del tuo romanzo?
Ce ne sono tantissime, forse più di un centinaio. Vado molto a periodi e l'ho fatto anche durante la stesura di “Il graffio del vento”, ricordo però di aver ascoltato Ellie Goulding e Sia per giorni, quindi se devo scegliere, opto per “How long will I love you” e rispettivamente “Breathe me”.

5) Qual è la tua canzone preferita e perché ti ci senti particolarmente legata?
C'est la vie” di Emerson, Lake & Palmer. È uscita ben prima che io nascessi e credo di averla sentita per la prima volta quando avevo quattordici o quindici anni, ma è stato amore al primo ascolto. È di una schiettezza e limpidezza uniche, il testo è crudo e spietato, ma dolcissimo allo stesso tempo. Come la vita.

6) Come definiresti il tuo rapporto con la musica? Hai mai avuto esperienze dirette, ad esempio imparando a suonare uno strumento?
Confesso che adoro la chitarra, elettrica o acustica che sia, è una delle cose che riescono a farmi impazzire! Ho perfino provato a suonare, prendendo lezioni per qualche mese, ma i risultati non sono stati dei migliori, per cui ho lasciato perdere. Il rapporto in generale lo definirei simbiotico, non potrei vivere senza musica. È difficile che proprio non mi piaccia una canzone, quindi penso che la mia “music addiction” sia incurabile. :-)

7) Perché hai deciso di sostenere Dylan Magon e partecipare a questo blogtour?
Ho notato Dylan Magon per la prima volta a The Voice, ha una voce incredibile, ha talento, crea pezzi super-belli, insomma, come avrei potuto non sostenerlo?! Lit-Blogger United è un progetto grandioso, a tratti visionario, sono onorata di farne parte e ringrazio di cuore per l'invito la sua ideatrice, Sara di “Il bello di esser letti”. È stata un'esperienza che ho seguito in tutte le tappe, che mi ha permesso di conoscere persone nuove e approfondire la conoscenza di chi avevo già incontrato, seppure virtualmente.

8) Cosa ti piace della canzone o del video di Atomi e Molecole?
Da un punto di vista tecnico, video e canzone sono perfetti, ma quello che apprezzo di più è l'emozione che traspare e colpisce in pieno petto chi si trova da questa parte del monitor.
Riporto solo poche parole del testo (ma leggetelo tutto perché merita davvero!):
Tocchiamo il fondo infondo è per imparare a vivere
Noi siamo atomi siamo molecole
bruciamo fino in fondo fino alla cenere.”
Come si fa a non amare questo brano?

9) Vuoi dire qualcosa a Dylan e/o ai nostri lettori?
Credi nelle tue passioni, sempre, sono loro a farti capire chi sei veramente. Se una passione è talmente grande da morderti l'anima, nessuno potrà mai distruggerla. E se una passione diventa parte di te, lei vivrà, anche quando tu non ci sarai più.


Il giveaway

Potete vincere tantissimi premi, sono ben 50 messi in palio. Vi basta soltanto acquistare il singolo Atomi E Molecole di Dylan Magon, inviare la ricevuta d'acquisto con una foto alla mail dylanmagonblogtour@libero.it e compilare il form sottostante.

a Rafflecopter giveaway
I premi

1° - WEEK-END per due persone presso l'Agriresort LE PORCINE sul lago di Bolsena (http://www.agriresortleporcine.it/) + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.
2° - Partecipazione al Back Stage del prossimo video per due persone + 2 T-Shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.
3° - Buono Amazon da 25 euro + T-shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.
4 - Buono Amazon da 25euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata D.M.
5 - buono Amazon da 15euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata DM.
Dal 6° al 14° premio: Copie cartacee autografate dagli autori con dedica personalizzata dei romanzi partecipanti al blogtour:
IMPURO di MJ Heron
THERE di Leonardo Patrignani
ALBION di Bianca Marconero
CERCAMI NEL VENTO di Silvia Montemurro
MEET YOU ON THE OTHER SIDE di Anna Giraldo
ANATOMIA DI UN CUORE INNAMORATO di Sara Mengo
BALLANDO COL FUOCO di Edy Tassi
NON CHIAMARMI DI LUNEDI' di Daniela Volontè
IL BACIO DI JUDE di Davide Roma
+ cartolina autografata da Dylan magon e segnalibro dell'evento
15° - IL GRAFFIO DEL VENTO (eBook) di Mayra Scott MJ Heron
16° - IL CAMMEO DI OSSIDIANA (eBook) di Virginia de Winter
17° - buono amazon da 10 euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e card autografata da D.M.
18° e 19° premio la T-Shirt dell'evento + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro e card autografata da D.M.
dal 20° al 35° premio la Tazza dell'evento + cartolina autografata da D.M. e segnalibro.
Dal 36° al 40° premio - Il nuovo singolo di Dylan il giorno dell'uscita
Dal 41° al 50° premio Card Autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento

Tutta la grafica dell’evento è stata realizzata da:
Catnip Design - Web Design & Digital Art

5 commenti:

  1. Non conoscevo questo.libro..ora si anche grazie a questa splendida recensione..da leggere sicuramente

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo l'autrice e i suoi libri, ma questo mi intriga parecchio!

    RispondiElimina
  3. Conoscevo l'autrice per nome, adesso posso leggere qualcosa di suo, visto che e' uno dei miei generi preferiti!!
    Grande recensione e bella intervista!!

    RispondiElimina
  4. questo romanzo mi sembra davvero molto interessante! ;)

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo l'autrice, ma devo dire che tutto ciò che è romantico mi piace un sacco! Sarà che il romanticismo fa parte della mia vita e fa parte di me, sarà che i miei occhi vedono sempre qualcosa di romantico...anche questo libro mi incuriosisce e mi spiace che questo BlogTour sia giunto al termine, mi sono divertita e ho sognato un pò ad occhi aperti! Grazie a tutti

    RispondiElimina