martedì 27 ottobre 2015

Recensione Quando All'Alba Saremo Vicini di Kristin Harmel

Titolo: Quando All'Alba Saremo Vicini
Autrice: Kristin Harmel
Editore: Garzanti
Pagine: 332
Prezzo: € 16,40
Ebook: € 9,99
Trama
È quasi sera, l'aria è tiepida e le sfavillanti luci della Quarantottesima strada si stanno accendendo una per una. A Kate sembra quasi che stiano indicando il percorso del suo cammino. Non le manca proprio niente per essere di nuovo felice: ama il suo lavoro di musicoterapeuta e, a casa, il suo compagno Dan la sta aspettando per portarla alla grande festa che ha organizzato per festeggiare il loro fidanzamento. Ma anche se non riesce a confessarlo nemmeno a sé stessa, Kate non ha ancora superato il dolore che si nasconde nel suo passato. Perché dodici anni prima l'uomo che amava più di tutti al mondo, Patrick, suo marito, se n'era andato, all'improvviso, proprio prima di confidarle un segreto che avrebbe cambiato per sempre la loro vita. Kate non è mai riuscita a scoprire di cosa si trattasse. Eppure adesso, quando tutto sembra lontano, Patrick inizia ad apparirle in sogno. È insieme a una bambina, e stanno cercando di dirle qualcosa. All'inizio Kate crede sia solo un incubo. Ma quando per caso conosce una bambina identica a quella del sogno, capisce di non potere più ignorare il passato. Perché negli occhi di quella ragazzina si nasconde una rivelazione sconvolgente, un segreto lontano, forse lo stesso che Patrick avrebbe voluto rivelarle anni prima. E che forse adesso può far guardare Kate al futuro con occhi nuovi. Occhi pieni di luce e gioia, come quelli che brillano di fronte a una nuova alba.


Recensione

Dodici anni fa, Kate ha perso suo marito Patrick in un terribile incidente stradale prima che lui riuscisse a svelarle un'incredibile verità. Da allora, la donna lavora come musicoterapista, sta per sposarsi con un altro uomo e ha la certezza, arrivata alla soglia dei quarant'anni, di non poter più avere figli. Da dodici anni vive nel ricordo di Patrick, si aggrappa ancora a lui con la certezza di non riuscire a dimenticarlo, nonostante un uomo nuovo faccia parte della sua vita, nonostante gli anni passati e la vita che è andata avanti. Da quando ha accettato di sposare il suo nuovo fidanzato, per Kate sono iniziati dei sogni strani. Nel sogno le compare Patrick come se non fosse mai andato via, come se l'incidente non fosse mai accaduto e il loro matrimonio mai finito. Con dodici anni sulle spalle, Patrick è un uomo ancora più bello e maturo e il cuore di Kate sembra risorgere con l'inizio e morire con la fine di ogni sogno. Accanto a Patrick appare anche una bambina, bellissima e dolcissima, la copia perfetta di suo padre. Chi è questa bambina e perché i sogni sembrano intersecarsi così vividamente nella realtà? 
Questo è uno di quei libri che riesce in modo sorprendente a giocare con il tuo cuore, spezzandolo e ricomponendolo come le tessere di un puzzle. Questo romanzo ti regala una cascata di emozioni travolgenti, ti sorprende come un fiume in piena e ti trascina a fondo, ti rigira, ti riporta a galla per cogliere un piccolo sbuffo d'aria e ti riconduce nuovamente nelle profondità dei suoi confini. Infine, ti dà una spinta verso l'alto per riabbracciare il respiro, l'aria e la vita. Questo romanzo è un continuo mescolarsi di stati d'animo, di attimi in cui credi di aver perso tutto - e forse è davvero così - ma poi ti risveglia la speranza, la voglia di combattere per riacciuffare la felicità. Una felicità dura da ottenere,da percorrere a piccoli passi, insidiosa, difficile, amara, che però poi ti regala ciò che il destino, per un momento, ha tolto e poi ridato. La nostra protagonista lotta, annega in un mare di malinconia, tristezza e rimpianto. Vive dodici anni senza il marito come se non fossero mai trascorsi, con la stessa struggente infelicità dei primi momenti. Vive di ricordi, si nutre di essi per andare avanti, anche se un altro uomo l'ha chiesta in sposa, anche se un altro uomo l'ama quanto necessario per lasciarsi il passato alle spalle e ricominciare. E quando il marito defunto compare nei suoi sogni con una dolcissima bambina, tutto il suo mondo apparentemente solido, rischia di andare in mille pezzi. In realtà è già frantumato e forse questo è solo un modo per comprenderlo e ricomporlo. Come una sorta di Sliding Doors, Kate vivrà la vita reale e la vita come avrebbe voluto che fosse, accanto al suo grande amore. Rischierà di impazzire, penserà ad un certo punto di essere diventata matta, fino a quando una parte del sogno non si mescolerà con prepotenza alla realtà.
Kristin Harmel, con una lirica elegante, fluida e intensa, ci dona una storia capace di scavare nel buio delle nostre emozioni, dando potere alla parola speranza e possibilità. Questa storia, che può sembrare malinconica dalla trama, in realtà riluce di amore e fiducia, sorpresa e nuove occasioni, collocando al suo interno anche tematiche molto importanti come la musicoterapia e la sordità. L'autrice è un portento che non conoscevo, ma che ho avuto davvero il piacere di leggere per la prima volta e amare in ogni sua piccola sfumatura. La storia di Kate vibra di forza e dolcezza, di coraggio ed emozione, ci sussurra che l'amore, in qualsiasi sua forma, è più potente di ogni cosa. Del tempo e dello spazio, della vita e della morte, della vittoria e della sconfitta, della gioia e della sofferenza. L'amore supera qualsiasi barriera, l'amore lega due anime e ha il potere di tenerle unite per sempre. Quando All'Alba Saremo Vicini narra una storia sorprendente, tenera e toccante, che accarezza il cuore e le emozioni.

2 commenti:

  1. Caspita! Mi hai fatto commuovere.Lo leggerò sicuramente anche perchè la trama mi aveva incuriosita. Bella la cover!!!! :) CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, che dolce che sei! Mi fa piacere, poi mi dirai se ti è piaciuto, sono curiosissima! ^^

      Elimina