mercoledì 8 luglio 2015

Recensione After di Anna Todd

Titolo
After
Autrice
Anna Todd
Valutazione
Editore
Sperling & Kupfer
Pagine
448
Prezzo
€ 14,90
Ebook
€ 5,99
Trama
Ambiziosa, riservata e con un ragazzo perfetto che l'aspetta a casa, Tessa ama pensare di avere il controllo della sua vita. Al primo anno di college, il suo futuro sembra già segnato: una laurea, un buon lavoro, un matrimonio felice... Sembra, perché Tessa fa a malapena in tempo a mettere piede nel campus che subito s'imbatte in Hardin. E da allora niente è più come prima. 
Lui è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza, arrabbiato con il mondo, arrogante e ribelle, pieno di piercing e tatuaggi. E' la persona più detestabile che Tessa abbia mai conosciuto. Eppure, il giorno in cui si ritrova sola con lui nella sua stanza, non può fare a meno di baciarlo. Un bacio che cambierà tutto. E accenderà in lei una passione incontrollabile. Una passione che, contro ogni previsione, sembra reciproca. Nonostante Hardin, per ogni passo che fa verso di lei, con un altro poi retroceda. Per entrambi sarebbe più facile arrendersi e voltare pagina, ma se stare insieme è difficile, a tratti impossibile, lo è ancora di più stare lontani. Quello che c'è tra Tessa e Hardin è solo una storia sbagliata o l'inizio di un amore infinito? Che sia davvero questo l'amore?

Recensione

Tessa è la classica brava ragazza della porta accanto, acqua e sapone, con una media di voti altissimi e un ragazzo perfetto. Il primo giorno all'università per lei è un disastro. Si trova in una città diversa, lontana dai suoi affetti, con una compagna di stanza totalmente diversa da lei e con degli amici che le girano intorno altrettanto svitati e poco raccomandabili. Nel gruppo c'è lui: Hardin. Tenebroso, affascinante, tatuato al limite del possibile o dell'impossibile, sguardo duro e impenetrabile. Un vero stronzo, con la S maiuscola, credetemi. Appena apre bocca, si capisce subito che tra loro saranno scintille. Hardin la umilia spesso, la insulta, la disprezza, la tratta malissimo. E Tessa soffre, si sente sola e ferita. Però poi conosce un Hardin diverso, un Hardin che si sente attratto da lei, che la protegge, la consola, la fa sentire viva e amata. Quell'Hardin è diverso, speciale. Lei si innamora follemente di lui, anche se il ragazzo si trasforma spesso e volentieri in una vera e propria canaglia. Nonostante tutto Tessa gli dona il suo cuore e lui sembra ricambiarla con tutta la sua instabile emotività, con tutto il suo vulnerabile caleidoscopio di incertezze e prime volte. Eppure Tessa sa nel profondo che Hardin non è totalmente sincero, qualcosa le nasconde, qualcosa che, portato a galla, potrebbe rovinare per sempre il loro inaspettato e prezioso amore.
Sarò sincera con voi, come lo sono sempre stata. Quando ho iniziato questa lettura, ho lasciato perdere le frasi risonanti con le quali questo romanzo veniva etichettato. Ho preferito partire da zero, senza clamorose aspettative. E fino ad un certo punto, il giudizio non sarebbe stato entusiasmante, ve lo anticipo. Vi spiego perchè. Focalizziamoci su Hardin. Hardin è un vero bastardo, un bad boy che non conosce limiti. Urla, disprezza, insulta la nostra protagonista in modo arrogante e subdolo, diventando la pecora nera della situazione. Non ho fatto altro che arrabbiarmi con lui, a considerarlo pazzo, a considerare entrambi pazzi, vittime di un amore imbarazzante che spesso trascendeva nell'infantile. Tessa, a volte, ti lasciava senza fiato per la sua ingenuità, per la facilità con cui perdonava ogni parola sbagliata, ogni gesto sprezzante e meschino di lui. Poi, alla fine, ho compreso Hardin. Ho capito tutto e dato una spiegazione a tutto ciò che di terribile ha inflitto alla povera Tessa. Tutti i pezzi sono andati ad inserirsi nel puzzle generale e la storia ha finalmente avuto un senso. E' vero, non stupirà con effetti speciali, non brillerà per originalità né per un ritmo troppo intenso, ma c'è di vero che di intenso qualcosa possiede. Quell'amore, spesso fragile, burrascoso ed esplosivo che annienta tutto ciò che incontra sulla propria strada. Insieme, Tessa ed Hardin affronteranno un percorso difficile, complicato, tutto in salita. A volte Tessa si ritroverà da sola ad affrontare la sofferenza causatale da Hardin, ad affrontare la solitudine che il loro amore originerà, il caos che si mescolerà ad emozioni forti ed incontrollabili. E Hardin? Hardin sarà una vera mina vagante, una bomba che distruggerà tutto ciò con cui avrà a che fare. Adatto ad un giovane pubblico, After parlerà di un amore che crea e distrugge, di un amore senza limiti, di un amore che immerge le sue radici nell'autodistruzione e che nell'imprevedibilità si alimenta. Amore e menzogna, amore e odio, amore e vulnerabilità vanno a braccetto creando un mix di attrazione, sensualità e passione che vi trascineranno in un abisso di emozioni folli, travolgenti. Nella sua sincera semplicità, Anna Todd rischia e scrive di due protagonisti completamente diversi, di una storia in cui desiderio e realtà fanno a botte per tutta la durata. Rischia ma convince il pubblico con un successo incredibile, che l'ha portata in alto, persino alla realizzazione di un film. Come tutti i fenomeni, c'è chi lo ha odiato e chi lo ha, invece, amato. Visto che io ho seguito all'inizio la prima e sono finita poi con la seconda direi, senza mezzi termini, che mi piazzo nel mezzo. Palla al centro e si riparte con il secondo.

12 commenti:

  1. Ecco, temevo questa recensione >_<
    Hai ragione su tutto quello che hai scritto. Hardin è un bad boy che non conosce limiti. Lo ammazzeresti di botte e poi lo ameresti alla follia. A me è piaciuto questo libro però capisco chi lo ha odiato. Insomma è una storia folle, a volte al limite dell'assurdo, proprio come i protagonisti eppure io... me ne sono innamorata ^-*
    P.S. I seguiti sono lo stesso una bomba ad orologeria. Preparati :o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, sto cercando di recuperare gli arretrati quando tu mi dici di leggere i seguiti (che tra l'altro arriveranno uno dietro l'altro)! Hardin, ma anche Tessa li avrei strozzati tutto il tempo. Hai ragione, è una storia folle, che nella sua follia qualcosa è riuscita comunque a trasmettermi. Ancora adesso sono spiazzata -_-

      Elimina
  2. Non mi ispira nemmeno per sbaglio, sono sincera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, mi piace la sincerità! Ci sta che un libro non attragga, assolutamente! Meglio concentrarsi su altro ^_^

      Elimina
  3. Ecco, ora sono più indecisa di prima. Vorrà dire che dovrò leggerlo per discuterne con te. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uff, ma sai come ti dicevo...non lo so, non so se possa piacerti. E' totalmente folle come storia...bo, non so nemmeno io se consigliartelo o meno!

      Elimina
  4. Cara francy,
    dopo aver letto diversi pareri in rete, proprio non riesco a capacitarmi di come un comportamento simile a quello di Hardin possa generare così tanta attrazione. Ho pensato che x capire pienamente tutto ciò avrei dovuto leggere la storia ma alla fine ho deciso di non farlo perché ci sono altre letture che mi interessano di più.
    Buon proseguimento di lettura alle appassionate!
    Xoxo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, fino alla fine sembra tutto assurdo, ma più di tutto mi è sembrato assurdo il quotidiano perdono di Tessa. Quello mi ha fatto molta rabbia. Il comportamento di Hardin, invece, poi l'ho compreso pienamente. Come dicevo a Vittoria, prima, non so quanto consigliarlo :(

      Elimina
  5. Io sono curiosa di leggerlo, strano ma vero! XD non è il mio genere ma mi attira! *^* voglio almeno sapere perché ha avuto successo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è niente di meglio che soddisfare la propria curiosità! Fammi sapere poi cosa ne pensi cara ^_^

      Elimina
  6. hai spiegato benissimo quello che ho provato io leggendolo. Solo una cosa diversa: io non ho MAI sopportato Tessa, mai e poi mai, mentre Hardin, nonostante (o grazie) la cattiveria mi è piaciuto da subito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ti garantisco che anche io ho fatto molta fatica a non arrabbiarmi anche con lei, soprattutto perché perdonava sempre tutto. Bastava una parolina dolce e tutto era sparito! Vedremo nel secondo se si farà rispettare ^^

      Elimina