giovedì 19 marzo 2015

Recensione Origin di Jennifer L. Armentrout

Titolo
Origin
Autrice
Jennifer L. Armentrout
Valutazione
Editore
Giunti
Pagine
400
Prezzo
€ 12,00
Ebook
€ 6,99
Trama
Sono passate trentuno ore, quarantadue minuti e venti secondi da quando le porte del quartier generale di Dedalo si sono chiuse, separando Daemon da Katy, rimasta nelle mani del nemico. E la rabbia che il giovane alieno sente bruciare dentro cresce a ogni istante, facendo tremare le pareti della cella in cui i suoi stessi compagni lo hanno rinchiuso per impedirgli di andare a salvare Katy: una follia che metterebbe a rischio la sua vita e la sicurezza dell’intera comunità dei Luxen. Ma Daemon sa che niente e nessuno potrà mai tenerlo lontano dalla ragazza che ama: anche se questo significasse radere al suolo tutto il suo mondo. Katy, intanto, può solo cercare di sopravvivere. Tenuta prigioniera e sottoposta a misteriosi test, entra in contatto con gli uomini di Dedalo, scoprendo scenari finora insospettabili che mettono in crisi tutte le sue certezze. È davvero possibile conoscere fino in fondo quelli che ami? Chi sono i cattivi? Dedalo? Gli umani? O magari gli stessi Luxen?

Recensione

Dove eravamo rimasti? Opal si era concluso con la drammatica separazione tra Katy e Daemon, la prima imprigionata nella struttura del nemico e il secondo preda di una rabbia cocente per non averla protetta come avrebbe dovuto. I suoi amici Luxen devono ricorrere alle maniere forti per evitare che, nella disperazione, Daemon si imbarchi in una missione suicida: tornare da Dedalo e rischiare la sua vita per salvare Katy senza un piano ben congegnato. Daemon viene tenuto prigioniero affinché non commetta qualche ingenua stupidità, ma grazie all'aiuto di Ash, il ragazzo riesce a scappare e a mettersi in contatto con Luc. L'alieno decide di fare un patto con quel ragazzino enigmatico. Se mai riuscisse ad entrare in possesso di una misteriosa sostanza, tenuta in gran segreto dentro la struttura di Dedalo, Luc li aiuterà a fuggire al sicuro dal nemico. 
Nel frattempo, Katy è vittima dell'ambiguità di Dedalo, dei loro assurdi esperimenti e sconvolta dalle incredibili verità celate dall'organizzazione agli stessi Luxen. Qualcosa di molto pericoloso si nasconde tra le mura di Dedalo, qualcosa che, se portato alla luce, rischierebbe di compromettere e rivoluzionare l'intera esistenza umana e aliena.  Così come Katy, anche il lettore vivrà inaspettate rivelazioni e colpi di scena che incrementeranno furiosamente il ritmo narrativo. Daemon riuscirà ad intrufolarsi come prigioniero tra le mura di Dedalo, ma si ritroverà davanti una Katy cambiata, soprattutto nell'anima. Il suo spirito combattivo, dopo le scottanti rivelazioni e i dubbi che iniziano a sorgerle dentro, sarà messo a dura prova dai sensi di colpa, dalla paura e dal dolore. Riuscirà a far riemergere la vecchia Katy? Ma soprattutto, quale sarà la verità a cui credere?
Origin è una macchina da guerra, uno dei romanzi più avvincenti degli ultimi mesi, denso di azione, pathos e adrenalina. Fiumi di importanti rivelazioni, sconvolgimenti, tradimenti e colpi di scena imperverseranno senza dare tregua, imprimendo alla narrazione tensione emotiva e ritmo costante. Daemon sarà disposto a sacrificare la sua libertà pur di salvare Katy, pur di proteggere quell'amore contrastato. Ed in questo romanzo, più che mai, la Armentrout ci fa sentire quanto il legame tra i due sia inscindibile, intenso, profondo e prezioso. Ci darà modo di comprendere ancor di più quanto il loro amore sia l'arma perfetta per combattere ed abbattere ogni ostacolo interposto sul loro cammino. 
Devo dire che Origin mi ha stregato, sedotto e ammaliato ad ogni pagina, facendomi sentire diverse sensazioni, differenti emozioni ad ogni capitolo che passava. 
Sapete che non spoilero mai nelle mie recensioni e di certo non è questo il giorno in cui comincerò a farlo, ma fin dalle prime pagine degli altri volumi, credo di essermi aspettata un tradimento in particolare, che poi in questo romanzo è avvenuto. Niente di sorprendente, è vero, me lo aspettavo. Eppure ciò che accade dopo non mi sarebbe mai venuto in mente, nemmeno se fossi stata io la creatrice della saga. La Armentrout è davvero una donna sadica, creativa ma sadica, non ci sono dubbi. Sono certa che a fine libro avrete la bocca spalancata per l'incredulità e per il desiderio cocente di voler leggere Opposition. Tranquille, uscirà a Giugno. Ancora un pizzico di pazienza e lo avremo. 
Ma a proposito di cocente desiderio...vogliamo parlare anche della libido tra i nostri amati protagonisti? Origin è ancora più accattivante dei precedenti volumi della serie, molto più sensuale e piccante. Ovviamente, il tutto avviene nella solita, impareggiabile delicatezza e velatura tipica di uno young adult. 
E Daemon? Pensate che in tutto questo marasma, tra Dedalo, Arum e chi più ne ha più ne metta di cui preoccuparsi, perderà il suo lato deliziosamente arrogante? Giammai! Daemon è Daemon e lo dimostrerà ininterrottamente, sia nelle situazioni critiche, sia in quelle più leggere.
Se Obsidian mi ha sorpreso per l'ironia, Onyx per l'azione e Opal per il romanticismo, Origin è una miscela perfettamente equilibrata di questi tre ingredienti che lo rendono, a mio parere, il romanzo finora più irresistibile ed emozionante dell'intera serie.

2 commenti:

  1. cerco di non leggere nulla per non farmi spoiler, devo ancora leggere Opal, ma sono contenta che continui a piacere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo, secondo me, è il più bello tra i quattro finora usciti! Tranquilla Chiara, leggi pure la rece, di solito evito gli spoiler perché li odio ^^

      Elimina