venerdì 9 gennaio 2015

Recensione Lo Straordinario Mondo Di Ava Lavender di Leslye Walton

Titolo
Lo Straordinario Mondo Di Ava Lavender
Autrice
Leslye Walton
Valutazione
Editore
Sperling & Kupfer
Pagine
288
Prezzo
€ 15,90
Ebook
€ 8,99
Trama
Ava Lavender è nata con le ali, ma non può volare. Non può nemmeno vivere come le coetanee, perché sua madre la tiene chiusa in casa, al riparo da occhi indiscreti. Ma ha sedici anni e non si rassegna a essere diversa. In cerca di un perché, scava allora nel passato della sua famiglia, e scopre il destino infausto delle sue antenate: ognuna segnata da una peculiare stranezza, ognuna condannata a un amore infelice. E se fosse proprio l’amore la forza in grado di spezzare quella antica maledizione? Un amore vero, capace di vedere oltre le apparenze. Per trovarlo, Ava dovrà affrontare il mondo fuori, gli sguardi di chi la crede un mostro o un angelo. Fino alla notte del solstizio d’estate, quando sarà lei a scrivere un nuovo capitolo nella storia straordinaria della sua famiglia.


Recensione

Appena ho iniziato questo romanzo ho subito pensato a Big Fish, il film diretto da Tim Burton. Ricordate il protagonista, Ewan McGregor e le stramberie che scandivano la sua straordinaria vita? Ebbene, probabilmente proprio questa similitudine mi ha ricordato il film anche se, a dirla tutta, chi vive e possiede stramberie in questo romanzo sono una generazione di donne, raccontate da una piccola creatura umana nata con una peculiarità straordinaria: un paio di ali che, però, non le donano la possibilità di volare. Ava Lavender ci apre il suo mondo, narrandoci la storia dei suoi bisnonni prima, e di sua nonna e madre poi, saltando dai deliziosi borghi francesi fino ad arrivare alla sua piccola e stretta esistenza a Pinnacle Lane. La storia che ci racconta è costituita da stranezze di ogni tipo che riguardano la sua bizzarra famiglia, ma è anche composta da dolore, da perdite, da coraggio e da forza femminile. Nonostante sia Ava a raccontarci la storia della sua famiglia, è Emilienne, la nonna, ad aver catturato la mia attenzione all'inizio e ad avermi appassionato. 
E' abbastanza ovvio che la sua vita, costellata da episodi impossibili e da figure strambe come la sorella canarino, attirano la curiosità ed incantano il lettore tra le proprie pagine. Non starò a raccontarvi molto della trama, anzi credo che queste righe siano sufficienti perché questo non è un romanzo che si possa spiegare facilmente, nè che si possa raccontare altrettanto semplicemente. E' un romanzo che va letto se si è pronti a rasentare l'impossibile, trovando nella bizzarria un elemento prezioso ed imprescindibile. Tinteggiato con striature magiche e bizzarre, Lo Straordinario Mondo Di Ava Lavender si distingue grazie alla sua spiccata e divertente, dolceamara ed imperiosa originalità. Colpisce per le "creature" stravaganti con le quali è popolato ed incuriosisce, intrappolando il lettore in un vortice di sorprendente stranezza, con situazioni grottesche che conducono ben al di là della timida normalità. I personaggi buffi e stravaganti che danno vita al romanzo, conducono chi lo legge nella più fervida immaginazione. Leslye Walton ci regala una storia che attraversa tre generazioni di donne, toccate dal dolore e dall'amore, dalla rinascita e dal riscatto, dalla superstizione e dall'illogicità. Insieme ad Ava Lavender, che racconterà la storia della sua famiglia, affonderemo nelle radici del tempo e dello spazio, assistendo all'impossibile e alla magia che regala l'amore. E' una storia strana come i personaggi che la riempiono e in alcuni momenti pecca di lentezza e logicità, ma per quest'ultima è un difetto che non prendo nemmeno in considerazione perchè è proprio nella sua "assurdità" che questo romanzo brilla ed entra nel cuore. La Walton intesse i suoi fili in modo incisivo, ricamando un romanzo speciale e senza dubbio originale. Una storia differente che affronta passato e presente in una girandola di emozioni delicate e toccanti. Resto convinta che Lo Straordinario Mondo Di Ava Lavender sia diretto ad un pubblico leggermente più adulto di quanto la trama vorrebbe far pensare. E comunque, questo libro pennella tratti di eccentricità e dolcezza che lo rendono diverso, appassionante e magico.

6 commenti:

  1. Bella recensione complimenti :D questo libro l'ho adocchiato già da un po' e anche la tua recensione non fa altro che aumentare la mia curiosità!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Christy, ne sono molto felice! Spero che ti possa piacere! ^^

      Elimina
  2. Bella recensione: anche a me incuriosisce molto e quello che hai scritto mi ha fatto capire che forse è proprio il libro che potrebbe piacermi... e poi ho amato "Big Fish"!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo! Speriamo ti piaccia. Io l'ho trovato davvero originale e magico!

      Elimina
  3. Ammetto che questo libro mi attira solo per leggere la storia della nonna :)
    Il fatto che pecca di lentezza però mi frena. Tu me lo consigli??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, questo è uno di quei pochi libri di cui non so se potrebbe piacerti o meno la storia. Io opto per il si ^^

      Elimina