giovedì 30 ottobre 2014

Recensione Lo Voglio! di Kristan Higgins

Titolo
Lo Voglio!
Autrice
Kristan Higgins
Valutazione
Editore
Harlequin Mondadori
Prezzo
€ 12,90
Ebook
€ 6,99
Trama
La perfezione sembra la caratteristica principale di Honor Holland, precisa, impeccabile e organizzata come nessuno mai. Tanto che a ogni compleanno ha un bizzarro appuntamento fisso e imprescindibile. Una sorta di messa a punto, per essere certa di non stare invecchiando troppo, o troppo in fretta. Quando però, viene inaspettatamente mollata a trentacinque anni dall'uomo che ha frequentato, di nascosto, per una vita, il muro di perfezione dietro al quale si è a lungo nascosta crolla improvvisamente, rendendola avventata e impulsiva, al punto di prendere decisioni impensabili per lei. Infatti, un po' per fare ingelosire quel farabutto, un po' per spirito di solidarietà, accetta di sposare Tom Barlow, che ha bisogno di un matrimonio di convenienza per ottenere la Green Card. Ma trattandosi di Honor, c'è da aspettarsi che questo finto fidanzamento si riveli la cosa più autentica che le sia mai capitata. Così perfetta come solo l'amore può essere.
Recensione
Ed eccoci arrivati al secondo - per me attesissimo - volume della serie contemporary romance "Blue Heron" di Kristan Higgins. Grazie a Se Torno, Ti Sposo, il primo volume in cui sono state introdotte al lettore le dinamiche familiari della famiglia Holland, proprietaria dell'incantevole vigneto Blue Heron (da cui prende il nome la serie), abbiamo potuto conoscere ed assistere alla dolcissima e divertente storia d'amore tra Faith, la piccola di casa Holland, e Levi, l'attraente poliziotto di Manningsport, dopo una lunga serie di eventi straordinari quanto esilaranti e romantici. Ora, è arrivato il momento di conoscere meglio la seria ed efficente Honor, il caposaldo di questa adorabile famiglia. Honor è diventata una donna forte, orgogliosa, precisa, super organizzata e un'infaticabile lavoratrice. All'età di trentacinque anni, però, il suo lavoro, la cagnolina Spike e la sua imprevedibile famiglia, rappresentano le sole caratteristiche di una vita priva di divertimento, amore e spensieratezza. Oh, se non si considera anche Brogan Cain, l'uomo di cui è invaghita da diciassette anni, ma che non vuole proprio saperne di sistemarsi con lei. Così, quando dopo un controllo ginecologico, Honor scopre che le lancette del suo orologio biologico stanno cominciando a girare troppo vorticosamente, l'unica soluzione per lei sarebbe quella di trovarsi un uomo da sposare e...di sposarlo il più presto possibile!  L'idea di Brogan come papabile candidato viene immediatamente accantonata. D'altronde dopo il tradimento della sua migliore amica proprio con l'uomo dei suoi sogni, Brogan sarebbe l'ultimo essere di sesso maschile su cui poter fare affidamento. E quindi ad Honor cosa rimane? Accordarsi con un perfetto sconosciuto, incontrato perdipiù in un bar, per un matrimonio combinato: lei per procreare dei pargoletti e lui per ottenere un visto di permanenza negli Stati Uniti. Un genere di accordo già disastroso in partenza quanto pericolosamente illegale in America. E cosa succede quando l'uomo con cui stringi quell'accordo è un insegnante di ingegneria meccanica con un fisico peccaminoso, pugile nel tempo libero con un sorriso da favola, irresistibile ed incantevolmente inglese?
Devo essere sincera, questo probabilmente è uno dei migliori - che dico - il migliore romanzo che la Higgins abbia finora scritto e che io abbia letto. E quelli tradotti in italiano li ho letti proprio tutti semplicemente perchè amo lo stile fresco e spumeggiante dell'autrice, le note romantiche e speziate che combina all'ironia travolgente dei suoi personaggi, senza tralasciare l'armonia e l'incanto delle ambientazioni in cui si svolgono queste storie. In particolare la sorridente cittadina di Manningsport, e la soprendente famiglia Holland, rappresentata da una moltitudine di componenti la cui energia è pari a quella di un vulcano in eruzione. In un unica parola: M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-I. 
In effetti, sono poche le famiglie in grado di farti innamorare perdutamente di loro e di farti sentire parte integrante di queste, rendendoti complice e testimone di un nucleo tanto affabile quanto terribilmente casinista. 
Ma perché dico che Lo Voglio! è senza dubbio il mio preferito tra i romanzi finora scritti dalla Higgins? Bè, innanzitutto perché con Honor si è creata quella sinergia inspiegabile che talvolta prende forma - anche se purtroppo è cosa assai rara - tra lettore e personaggio, e poi perchè l'amore della donna nei confronti del suo cagnolino mi ricorda molto da vicino il legame che nutro per il mio fidato amico a quattro zampe. Avete presente quell'amore indissolubile ed incondizionato, quell'affetto così completo, totalizzante e senza riserve che questi esserini riescono a donarti e per cui tu scaleresti vette impervie o attraverseresti mari tempestosi solo per poter riuscire a ricambiare, seppur in una minuscola parte? Il rapporto tra Honor e Spike mi ha colpito e affondato proprio in questo: nell'affetto spiazzante che entrambi riescono a donarsi reciprocamente, carpendo l'uno dall'altro il sostegno e l'amore di cui hanno bisogno. Un legame commovente, sensibile ed intenso, totalmente sincero e inscindibile. 
E poi c'è il rapporto con Tom Barlow: burrascoso all'inizio, complicato e tenero poi. Entrambi hanno bisogno l'uno dell'altro, ma fondamentalmente per la paura di perdersi, non riescono ad ammetterlo con estrema facilita nemmeno a sè stessi. Tom è un uomo generoso, gentile e rude nello stesso tempo, di gran cuore e..bè ovviamente sexy. Forse Honor non sarà uno schianto, non sarà il massimo della femminilità e della semplicità a cui un uomo decide di ambire, ma con la sua deliziosa dolcezza e la spontanea fragilità, saprà ricavarsi un posticino nel cuore del bell'inglese. Anche il legame tra Tom e il figliastro Charlie, saprà regalarci un angolino di toccanti emozioni. 
Kristan Higgins, famosa per l'ironia che contraddistingue i suoi personaggi e le sue storie, in questo libro riesce a donarci questo e molto altro. Non vi nascondo che qualche lacrima è scesa. Una dolce sorpresa anche per me, abituata a ridere si, con le sue storie frizzanti e peperine, ma non a commuovermi. Eppure qui la Higgins sembra superare sè stessa regalandoci sempre la solita e sana ironia, ma anche qualcos'altro: un vortice inaspettato di emozioni scandite ad ogni pagina. Un tocco delicato di lacrime e sorrisi, commozione, romanticismo, energia e spensieratezza. E poi ci sentiremo parte di quell'allargata ed esuberante famiglia, sogneremo con Honor, piangeremo e rideremo con lei, sospireremo ad ogni bacio rubato, febbrile ed incandescente con Tom, culleremo affettuosamente quel piccolo meticcio tra le braccia e tiferemo per il loro romantico epilogo.  

6 commenti:

  1. Ho a casa il primo che non ho ancora letto ma non posso non acquistare anche QUESTOOOO.Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolaaaaa!! Ma certo che no, devi assolutamente leggerlo!!!!! ^_^

      Elimina
  2. Ma che meraviglia!! Io ADORO la Higgins! Ho tutti i suoi libri! Lo voglio è sullo scaffale che mi aspetta *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhhh allora devi leggerlo appena puoi! Secondo me è il migliore ;)

      Elimina
  3. devo recuperare con quest'autrice, ne ho solo uno all'attivo (e mi è anche piaciuto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale Chiara? Comunque si, dovresti assolutamente leggere anche gli altri, sono uno più divertente dell'altro!

      Elimina