mercoledì 8 ottobre 2014

Recensione Dark Heaven. Il Bacio Proibito di Bianca Leoni Capello

Titolo
Dark Heaven. Il Bacio Proibito
Autrice
Bianca Leoni Capello
Valutazione
 1/2
Editore
Sperling & Kupfer
Pagine
336
Prezzo
€ 16,90
Ebook
€ 9,99
Trama
L’amore tra Damien, un angelo caduto, e Virginia è destinato a non avere pace. Dopo uno scontro a fuoco in piazza San Marco, a Venezia,Virginia giace in coma in ospedale. La sua anima però è nelle mani di Amelia, l’affascinante diavolessa al servizio degli Oscuri, e per poterla liberare Damien, come un moderno Orfeo in cerca della sua Euridice, deve discendere negli Inferi, dove Virginia è tenuta prigioniera. Quando crede di averla salvata, però, scopre che sotto le spoglie della sua amata si cela proprio Amalia. Solo Virginia potrà affrontare l’altra se stessa per svelare l’inganno e potersi finalmente ricongiungere a Damien.
Recensione
Eccoci al capitolo conclusivo della trilogia totalmente italiana, per scrittrici e ambientazione, di Dark Heaven. Ci siamo scostati dai protagonisti per un anno ed ora, finalmente, possiamo incontrarli per saggiare l'ultimo tassello della loro problematica avventura amorosa ed esistenziale, sperando in un lieto fine agognato da entrambi, ed effettivamente anche da noi lettori. Con il Bacio Proibito ritorniamo da loro, Damien e Virginia, i nostri due vecchi amici, il cui destino è rimasto sospeso e, se possibile, ancora più ingarbugliato di prima. Le tenebre sono scese su quell'amore tanto intenso e reale che per Damian e Virginia è arrivato il momento della resa dei conti, della lotta conclusiva con il loro problema più grande: Amelia. Dopo che Lacombe le ha sparato, Virginia è ora sospesa tra la vita e la morte, il corpo e la sua anima divisi, quest'ultima imprigionata all'inferno da Amelia. Soltanto Damien, con l'aiuto di Francesco può salvarla. Così, i due ragazzi si addentrano in una Venezia infernale, dominata da mostri e demoni, creature in cerca di sacrifici e circondata da luoghi spettrali. Lì incontreranno Lacombe, l'artefice di quella situazione disperata, ed insieme ad esso lotteranno per riportare Virginia al proprio corpo e liberarla dalla sua condanna. Ma non tutto sarà come sembra. Oh no, niente in quella Venezia sinistra renderà facili le cose ai nostri amici. Nuovi e vecchi ostacoli torneranno a tormentarli. Scelte, nemici e ricordi di vite passate saranno gli elementi principe di questo nuovo, atteso e conclusivo volume. In questo ultimo romanzo le autrici italiane hanno saputo condensare, ancora meglio che nei precedenti volumi, aspetti prettamente dark concentrandoli in ambientazioni sinistre, spaventose, quasi cinematograficamente da film horror. Il contrasto tra la Venezia che noi tutti conosciamo e quella infernale di Damien e Virginia e del loro viaggio nei meandri del regno dei morti, è un ottimo elemento su cui improntare e far scorrere la storia cosa che, indubbiamente, le autrici hanno saputo fare bene. Il linguaggio semplice e scorrevole, ha reso la trilogia e questo volume una lettura non troppo complessa, veloce e piacevole. Veniamo all'aspetto un po' più complicato e meno entusiasmante: i personaggi. Nonostante questa sia una trilogia che ho letto davvero con molto piacere, la nota dolente, per quanto mi riguarda, viene da quei personaggi secondari che proprio non sono riusciti a farmi apprezzare appieno l'insieme. Sto parlando di Giorgia, Riccardo ed Emma, quest'ultima dal potenziale importante e in grado di farmi cambiare idea alla fine. 
Virginia e Damien sono intoccabili, a loro non si può dire nulla - anche se all'inizio il mio rapporto con la prima è stato faticoso - come non si può certo dir qualcosa su Amelia ed Enomed, crudeli e demoniaci sino all'ultimo. Lacombe - il caro odiato Lacombe, si rivela essere, invece, un personaggio forte, al quale quasi quasi potresti anche affezionarti. Rappresenta una svolta imprevista, segnata soprattutto dai ricordi di una vita passata con Virginia e che portano il lettore a provare compassione, solidarietà e tristezza nei suoi confronti. Come vi dicevo, quest'ultimo volume ha acquistato un'ambientazione davvero sorprendente, da inferno dantesco, tanto che risulta, per me, essere l'aspetto più appetitoso del quadro d'insieme. Il Bacio Proibito è una storia di scelte, redenzioni e perdono. Per i nostri personaggi sarà una ricerca continua della pace dell'anima e della coscienza, una lotta contro i demoni fisici e interiori del passato e del presente, la resa dei conti finale affrontando le proprie scelte e i propri sbagli, un viaggio attraverso speranza, sofferenza, riflessioni e comprensioni che ci accompagneranno fino all'epilogo. Dark Heaven è una trilogia che si fa amare per quella sua impronta dark - bè si, non a caso il titolo richiama proprio questo - che saprà deliziare le lettrici, amanti dello young adult, con una storia d'amore contrastata, con il solito scontro tra Bene e Male e con una nuova Venezia tutta da vivere e scoprire.

2 commenti:

  1. Io sono ferma al primo, non mi aveva del tutto convinta anche se ripensandoci sono curiosa di sapere come prosegue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si, anche se qualcosa non ci piace siamo sempre tutti curiosi di scoprire come finisca una serie :) Se dovessi riprendere la trilogia fammi sapere cosa ne penserai e si sei ricreduta!

      Elimina