mercoledì 9 luglio 2014

Recensione Mr. Sbatticuore di Alice Clayton

Titolo
Mr. Sbatticuore
Autrice
Alice Clayton
Valutazione
 meno
Editore
Mondadori
Pagine
336
Prezzo
€ 14,90
Ebook € 2,99
Trama
Caroline Reynolds ha un fantastico appartamento a San Francisco, un invidiatissimo robot Kitchen Aid, ma nessun fidanzato, e nessun O (sì, avete capito di cosa stiamo parlando...). Ha una brillante carriera di designer, un ufficio con vista sulla baia, la ricetta per una formidabile torta alle zucchine, e nessun O. Ha Clive - il miglior gatto del mondo -, un gruppo di amiche fantastiche, e nessun O. Ma soprattutto, Caroline ha un vicino fissato con il sesso, il sesso rumoroso, che ogni notte la tiene sveglia a suon di colpi contro la parete. Ogni gemito, sculacciata, - e cos'era quello, un miagolio??? - oltre a toglierle il sonno, le ricordano che da troppo tempo, ormai, non ha (sì, avete indovinato) nessun O. Quando il continuo sbattere contro la parete minaccia di sbalzarla letteralmente fuori dal letto, un'esasperata Caroline, vestita solo del suo striminzito babydoll rosa, decide di affrontare il misterioso vicino. Il loro incontro sul pianerottolo nel bel mezzo della notte sarà a dir poco esplosivo... Spassoso come Il diario di Bridget Jones, intrigante come Sex and the City, Mr Sbatticuore è una frizzante commedia romantica che ci mostra come, a volte, l'amore possa nascondersi proprio dietro la porta accanto. Incredibile successo del self-publishing, ha fin da subito conquistato il cuore delle lettrici in America. E voi, siete pronte a lasciarvi sedurre?
Recensione
Mr. Sbatticuore inaugura la serie contemporary romance "Cocktail" di Alice Clayton, con il primo romanzo finalmente nelle librerie italiane. C'era grande aspettativa per questo libro, un' attesa quasi febbrile da parte mia, e dalle valutazioni straniere, ciò che traspariva era senza dubbio una vagonata di ironia e sensualità da far girare la testa. Ora, non voglio dire che sia un romanzo da scartare perchè ciò non sarebbe del tutto vero. E' altrettanto vero, però, che l' ironia contagiosa e davvero trascinante- alla Drew Evans per intenderci, o ai romanzi della Higgins o della Kinsella che tanto adoro - non c'è stata, perlomeno non quanto avrei voluto. La storia è quella di Caroline e Simon, ma sarebbe parzialmente errato dire che il romanzo è concentrato solo su questi due personaggi. In realtà, Mr. Sbatticuore, è rappresentato da personaggi molto interessanti, completamente folli e simpatici. Oltre a Simon e Caroline, sono infatti presenti le due amiche "fuori di melone" di Caroline, Mimi e Sophia, i due amici "un po' più ordinari" di Simon, Neil e Ryan e la grande rivelazione dell' anno: il gatto Clive. Oh si, lui è stato davvero eccezionale. Bè, la storia potrebbe essere abbastanza scontata, ed infatti, non possiede grandi colpi di scena e la trama risulta essere fin troppo lineare. Due ragazzi, giovani, spensierati ed impertinenti, si attraggono, ma non osano (chi per una ragione, chi per l' altra, ma fondamentalmente entrambi per paura di soffrire) concedersi l' uno all' altro, se non nascondendosi dietro una pseudo amicizia, alla quale nessuno di loro due crede poi tanto. L' incontro tra i due, lui che fa tremare i muri e che apre la porta praticamente gnudo, lei vestita solo con un babydoll, è intrigante e quasi esilarante. Successivamente, guarda un po' il destino o qualcos' altro, i due si incontreranno ad una festa e da li in poi cominceranno a frequentarsi, ovviamente da amici e da vicini di casa, alternando fasi di desiderio, attrazione, rifiuti, gelosie e situazioni buffe. Tutto questo sembrerebbe perfetto, ma a conti fatti la lettura non mi ha esaltato come speravo. Cattiva! Lo so. Ora, va detta anche un' altra cosa. Mr. Sbatticuore è un libro che andrebbe preso per quello che è in realtà: un romance divertente, spesso frivolo, immensamente leggero e spigliato, la cui ironia condita da una raffica di doppi sensi rappresentano, o avrebbero dovuto rappresentare (a seconda dei gusti) la colonna portante della narrazione. Io mi piazzo nella via di mezzo, tra un "c'è stata, ma non eclatante come immaginavo", a volte mi è sembrata addirittura forzata. Ma al di là di questo, ovvio, non è il massimo della profondità, ne tantomeno l' apice della perfezione, eppure è un romanzo che coinvolge per qualche ora, fa sorridere per gran parte del tempo (anche se stralci di superficialità li porta inevitabilmente con sè) e andrebbe recepito come una cura piacevole per rilassarsi e trascorrere delle ore in compagnia di due protagonisti sfacciati e irriverenti. 
E' un libro semplice, a cui non si può chiedere nulla, se non l' abilità di farci passare momenti spassosi - e in questo, devo dire, è sufficientemente capace di esaudirne la richiesta. Ci sono stati momenti in cui l' ho letto con maggior partecipazione, con uno slancio di simpatia in più, e momenti in cui un velo di noia ne prendeva il sopravvento. In particolare, quando l' autrice ci propinava sms tra i personaggi e conversazioni con loro stessi, il libro iniziava ad avere un' ironia troppo forzata ed è stata un' aggiunta che poteva evitarsi. Mr. Sbatticuore l' ho trovato altalenante, sicuramente giovanile ed energico, ma nulla di più. E' una lettura leggera, per chi ama e vuole divertirsi in una storia semplice e piccantina, anche se vi avviso, troverete battute e doppi sensi, ma il lato passionale è lasciato solo nell' ultima parte (eh si, poi si danno un gran bel daffare). Piccolo particolare: andrebbe letto in inglese solo per il gusto di comprendere meglio e godersi pienamente alcune battute, le cui traduzioni italiane forse non rendono al meglio l' idea. 

9 commenti:

  1. La trama non mi aveva entusiasmato quindi non l'ho preso neanche in considerazione (solo per il titolo non l'avrei preso).Se cerco un romanzo ironico mi piace che abbia comunque una trama credibile (anche se è un romanzo leggero) Comunque ognuno ha i propri gusti. ; ) CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paoletta! Ma guarda, la trama è anche credibile. Il problema, per me, è stato proprio il fatto che fosse troppo lineare purtroppo e l' ironia non l' ho trovata così speciale..peccato :(

      Elimina
  2. Ciao Francy! Sono costantemente di corsa in queste settimane, ma oggi eccomi qui!
    Sono sempre più curiosa di leggere questo romanzo. Ne ho sentito tanto parlare e sempre con recensioni entusiastiche, quindi avevo aspettative molto alte. Di solito quando parto con queste idee, succede spesso che rimango delusa. Ma con la tua recensione, magari vedrò di moderarmi; chissà che così non ne rimanga insoddisfatta.
    Ma volevo chiederti una cosa. Come finisce il libro? Con un finale aperto? Perché so che c'è un seguito ed io è difficile che inizi un libro se non ho i seguiti in mano.
    Ad ogni modo, appena posso, vado in libreria e lo prendo. Sono proprio curiosa di vedere com'è :)
    Bacii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro! Io spero che ti piaccia, alla fine uno investe sempre dei soldini, ed è un vero peccato quando non sono stati spesi bene! Il finale è assolutamente conclusivo, non ti preoccupare. Posso dirti però che l' ultima pagina è quella che mi ha fatto sorridere di più. Poi leggendo capirai perchè ;) Un bacione!!

      Elimina
  3. Ma sai che sto leggendo tutte recensioni super positive a parte la tua -_-
    Sei la mia rovina-libri grrrrrrrrrr :*
    Io voglio leggerlo lo stesso poi se non mi piace me la prendo lo stesso con te :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo, non avevo dubbi, rompi scatole! E invece, qualche parere negativo l' ho trovato simile al mio sai?? Per fortuna, altrimenti mi sentivo doppiamente aliena :D

      Elimina
  4. io l'ho letto e ho riso, non quanto con non cercarmi mai più ma abbastanza. E' leggero non impegnativo, ne avevo bisogno in quel momento. A me è piaciuto il gatto e tutto sommato si è lasciato leggere bene, credo che leggerò anche le storie degli altri personaggi. Capisco però il tuo punto di vista, certe volte era proprio forzato, tipo la ricerca di O, era troppo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiaretta, sapevo di essere una delle poche a cui non era piaciuto. Purtroppo, io credo che mi fermerò qui e non andrò avanti con la lettura dei successivi, a meno che non senta cosa eccezionali...però sono contenta che invece ad altre, come a te, sia piaciuto. A volte non possiamo pensarla sempre allo stesso modo, ma sono sempre super felice di ascoltare i vostri pareri! :)

      Elimina
    2. a me aiuta leggere opinioni diverse dalle mie, mi fa vedere le cose sotto altri punti di vista, aspetti diversi, per quello lo scrivo quando capita

      Elimina