giovedì 12 giugno 2014

Recensione Hollywood Party di Victoria Fox

Titolo
Hollywood Party
Autrice
Victoria Fox
Valutazione
Editore
Harlequin Mondadori
Prezzo
€ 12,90
Prezzo Ebook
€ 6,99
Trama
Cato Lomax, famoso attore di Hollywood, torna a Lustell Cove, Cornovaglia, da vincente, per reclamare la propria eredità: Usherwood, antica dimora ormai in rovina, gestita dal fratello minore. Olivia Lark vi fa ritorno da sconfitta, dopo aver tentato la fortuna come pittrice a Londra. Charlie Lomax, invece, non se ne è mai andato, e ha fatto di quel luogo il proprio rifugio, dopo la perdita dei genitori. Ed è proprio qui che i destini di tutti e tre si incrociano. Cato vuole liberarsi del fratello e trasformare la magione nel luogo ideale per feste e ricevimenti in stile hollywoodiano, spalleggiato da una fidanzata patinata, che sembra uscita direttamente da un set. La villa dovrà diventare il loro emblema, crocevia di personaggi ricchi e famosi, tra cascate di champagne e montagne di caviale. Charlie vorrebbe restare solo, lacerato tra il risentimento per il fratello e l'attrazione per Olivia. Tra scintille di passione, eccessi da milionari e antichi rancori, Usherwood domina le vite di chi la frequenta, finché un segreto non viene alla luce e il destino cambia di nuovo le carte in gioco.
Recensione
Hollywood Party è la storia di una famiglia spezzata in due, divisa tra la fama e l' arroganza di una stella cinematografica e la burbera esistenza di un uomo troppo chiuso in se stesso, introverso, abituato a lottare strenuamente per sostenere la sua vita e quella di altri contro l' uragano di pregiudizi, falsi miti e responsabilità. Hollywood Party è la storia di due fratelli, diametralmente opposti, e della loro resa dei conti. I Lomax sono una delle famiglie più conosciute e chiacchierate della Cornovaglia, ma l' antica residenza di Usherwood sta perdendo i suoi tradizionali fasti, sgretolandosi a poco a poco come una pietra erosa dalle intemperie. Charlie Lomax sta facendo di tutto per non lasciarla soccombere dai debiti, provando a salvare il proprio nome e quello dei suoi genitori, morti anni prima in un incidente aereo, dalla rovina completa. Cato Lomax sta tornando in Cornovaglia per soffiare la proprietà ad un fratello che non sa prendersene cura, convinto di poter rubare, come ha sempre fatto, tutto ciò di più caro a Charlie. Hollywood Party e la sua sorprendente autrice, Victoria Fox, ci conducono per mano attraverso gelosie, rancore, diversità, delusioni e anni di incomprensioni. Ci svelano i segreti di una famiglia facoltosa, apparentemente foderata di lustrini e celata da sorrisi ingannevoli, invece avvolta da odio e dolore sedimentato per anni. 
Hollywood Party è lo scontro inevitabile tra due esistenze opposte, tra due categorie di persone completamente differenti. E' imprescindibile come, nel corso del libro, si faccia il tifo per Charlie Lomax, un uomo taciturno e altrettanto schietto quando occorre. Un uomo che sa dire la parola giusta nel momento giusto, a cui non importa dilungarsi in discorsi inutili, preferendo centrare il bersaglio con poche parole, studiate e precise. Charlie Lomax è il tipo di protagonista a cui non puoi non voler bene, sia per il passato difficile, sia per il cammino di una vita altrettanto complessa. Come non si può non voler bene ad Olivia, una giovane donna ancora nel pieno delle proprie scelte esistenziali, ma pronta a compiere il grande passo verso il vero amore. E poi ci sono Cato Lomax e Susanna, due vite intrecciate a cui il destino ha riservato fama, notorietà, soldi e fascino, ma a cui, in realtà, non ha donato nè felicità, nè tantomeno appagamento o un briciolo di altruismo. E' anche vero che la storia di Hollywood Party sembra voler intraprendere la strada della redenzione per alcuni e della disfatta per altri. Grazie ad una narrazione sempre impeccabile e ad una storia intrigante, il romanzo diventa una lettura molto interessante e coinvolgente per tutta la sua durata. All' inizio non mi aspettavo un romanzo del genere.
Credevo propendesse per una storia d' amore, ed invece, pur avendone una prevedibile nel mezzo, racconta ben altro. I segreti, le perfide macchinazioni di qualcuno e la dolcezza di qualche altro, le storie parallele di molti personaggi, i vari punti di vista narrati e lo sbocciare, faticoso ma vero, di una storia d' amore, hanno fatto si che il romanzo diventasse coinvolgente, bello e inatteso. Non sono certo una lettrice facile ed Hollywood Party non è ovviamente un capolavoro indimenticabile, eppure non mi è dispiaciuto per niente. Anzi, a chiusura immediata, avevo un grosso sorriso dipinto sul volto. Però vi avviso: se cercate una storia d' amore o un romance, girate al largo, cambiate canale, pensate a qualcos' altro. Hollywood Party non è una storia d' amore romantica, fatta di cuoricini e ciglia sbattute. Hollywood Party principalmente è la storia di una famiglia, di due fratelli vissuti nel rancore e nella rabbia. E' anche la storia della resa dei conti, delle accuse, delle recriminazioni, delle liti e delle vendette. E poi, solo alla fine, è anche la ricerca della felicità. Anzi no. Della verità. Perchè senza la verità non ci potrà mai essere la semplice e agognata felicità. Non so se questa recensione riuscirà ad esprimere completamente il mio pensiero su questo libro. Quindi, vi dico solo che è stata una lettura diversa, al contempo inattesa ma interessante. Spiare le vicende dei Lomax mi ha divertita, emozionata, fatta infuriare. E quando tutte queste emozioni si riversano, credo ci sia la certezza che il libro sia stato gradito.

6 commenti:

  1. Mah, non sembra malvagio! In realtà, mi è arrivato "a sorpresa" ed ero in attesa di qualche parere. L'epoca mi affascina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mik! No, non l' ho trovato per nulla malvagio, anzi sorprendentemente interessante. Non farti ingannare, come è successo a me all' inizio, perchè il libro si svolge ai giorni nostri! Io che pensavo pure fosse un' historical romance ^_^

      Elimina
  2. Diciamo che la copertina porta un pò fuori strada.....io mi aspettavo proprio un romanzo incentrato su una storia d'amore ;).
    Cmq sembra carino....se capita lo leggo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda Vi, si e no..nel senso che la donna con il bicchiere di champagne qualcosa a che vedere con il libro, e con una delle protagoniste ce l' ha..però non è incentrato tutto su una storia d' amore, no :)

      Elimina
  3. Dal titolo e soprattutto dalla copertina sembra veramente un'altra cosa, mi hai incuriosita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All' inizio ha tratto in inganno anche me, ma poi, una volta concluso, posso dire che la copertina non è così sbagliata come sembrerebbe..anzi, secondo me è quasi perfetta :)

      Elimina