venerdì 23 maggio 2014

Recensione Quello Che Sei Per Me di Rachel Van Dyken

Titolo
Quello Che Sei Per Me
Autrice
Rachel Van Dyken
Valutazione
 1/2
Editore
Nord
Pagine 
352
Prezzo
€ 16,00
Ebook € 9,99
Trama
È bastata una notte per mandare in frantumi l'esistenza di Kacey Jacobs. Da allora, lei ha abbandonato gli studi, si è trasferita in un’altra città e ha trovato un lavoro. Ma, proprio quando pensava di essersi lasciata tutto alle spalle, ecco che il passato torna a bussare alla sua porta. Letteralmente. Jake Titus si presenta da lei e per chiederle aiuto. D’istinto, Kacey vorrebbe cacciarlo subito via, ma come rifiutare un favore al suo unico, grande amore? In fondo si tratta di andare a casa dei genitori di Jake e di fingersi la sua fidanzata per un weekend. Un weekend in cui, magari, Kacey potrebbe fargli capire di essere davvero la ragazza giusta per lui. Purtroppo nessuno l’ha informata che tra gli invitati ci sarebbe stato pure Travis, il bellissimo – e odioso – fratello maggiore di Jake…
È solo un’occasione tutto ciò che desidera Travis Titus. Da bambino, ha scommesso con Jake che, una volta diventato grande, avrebbe sposato Kacey. E, nel corso degli anni, le ha provate tutte per fare colpo su di lei: inutilmente. Anzi, sembra proprio che Kacey non lo possa sopportare. Ma adesso lui è una persona diversa, e vuole confessare a Kacey i suoi sentimenti. Saranno sufficienti due giorni per conquistare il suo cuore, o dovrà rassegnarsi a guardare la donna della sua vita cadere tra le braccia del fratello?
Recensione
Non ci siamo. Quando inizio una recensione in questo modo, sarebbe meglio evitare di scriverla. Eppure lo faccio, giusto per alimentare la mia insana reputazione di rompiscatole. Inizio col raccontarvi un po' di trama visto che, grazie a questa, ho deciso di intraprenderne la lettura. Jacke Titus, solo qualche anno prima, ha infranto il cuore della sua migliore amica, Kacey Jacobs, trascorrendo una notte d' amore insieme a lei e poi fuggendo come un disperato il giorno seguente. Quel giorno, Kacey non ha perduto solo un amico, ma anche l' unico appiglio sicuro a cui aggrapparsi alla morte dei suoi genitori. Dopo anni di silenzio, Jake è tornato a bussare prepotente alla porta di Kacey, implorandola di fingere per pochi giorni di essere la sua fidanzata e di seguirla a casa dei suoi per annunciare loro l' imminente matrimonio (ovviamente fasullo). Kacey è costretta ad accettare, ma tornando nel luogo in cui è cresciuta, dovrà anche incontrare il suo peggior nemico: Travis, l' odioso fratello di Jake, che nutre, da sempre, una cotta segreta per lei. Peccato che Travis ora sia diventato stupendo, atletico, disarmante. Saranno capaci di stare insieme senza provocarsi a vicenda? E Kacey sarà capace di smettere di serbare rancore per Jake ed, invece, controllare e cercare di comprendere il tumulto emotivo e fisico per quell' altro insopportabile fratello?
L' ho già detto che non ci siamo vero? Quello Che Sei Per Me è stato amore a prima vista, tanto che leggendo la trama mi sono detta: "questo sarà mio ad ogni costo!" Insomma, seguendo le mie recensioni, dovreste aver capito che amo le storie d' amore complicate, pepate. Mi piace quando due protagonisti battagliano, si scontrano in un valzer fatto di battute taglienti, provocazioni, battibecchi. E quando ho letto di Kacey e Travis, apriti cielo, ero davvero felice. Poi ho aperto il libro e mi sembrava anche piuttosto divertente. Vado avanti e quando conosco meglio Jake, inizio a storcere il naso. Continuo a conoscere meglio Kacey, e la reazione è la stessa. Poi incontro Travis e le cose non cambiano molto, anche se devo riconoscere sia molto meglio del fratello...e alla fine mi chiedo: ma questo libro non dovrebbe parlare di ragazzi che hanno superato i vent' anni? O parla di bambini? A questo punto, avrete senz' altro capito che i personaggi non brillano certo per maturità. A parte questo, la storia scorre abbastanza velocemente. Travis non sarebbe nemmeno malaccio se non fosse così tremendamente poco temerario nell' esternare i suoi sentimenti a Kacey. E meno male che c'è nonna Nadine. Senza di lei tutto l' umorismo si sarebbe perso un po' per strada. 
Al di là di tutto, credo anche che lo stile di Rachel Van Dyken sia buono, ma troppo impostato sui dialoghi, e sicuramente troppo conciso in molte scene che, invece, richiederebbero qualcosa di più. Inoltre, mi è sembrato che la storia fosse armeggiata con troppa superficialità, spesso dimenticando certi particolari importanti e concentrandosi spesso sui soliti concetti. Credo che per il secondo, sarebbe meglio concentrarsi meno sul Benadryl e pensare più al resto. Ma il mio è solo un consiglio. Quello Che Sei Per Me non lo vorrei bocciare del tutto, perchè alla fine, senza questi intoppi, la storia sarebbe stata migliore. Ed è anche vero che sono curiosa di scoprire come potrebbe cambiare la vita caotica di Jake, un uomo il cui ego è grande quanto l' Everest. Ma poi cosa volete di più da uno che fissa il proprio riflesso su un cucchiaino? Insomma, una lettura leggera, adatta ad un pubblico molto giovane, e che purtroppo non è riuscita a colmare le mie grandi aspettative. Mannaggia a queste aspettative, mi fregano sempre!

10 commenti:

  1. Pensa che di solito non leggo new adult ma questo mi aveva colpito e aspettavo la tua recensione.Risultato :uguale ad altre che ho letto.GRAZIE .Forse dovevano fare un libro sulla nonna!CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe si, se fosse stato sulla nonna ci sarebbe stato di che divertirsi :) Peccato :(

      Elimina
  2. Questo libro non mi ispirava, la cover troppo simile a uno splendido disastro non mi ha mai convinta del tutto e forse il mio istinto non sbagliava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se dirti di fidarti delle tue prime impressioni perchè come vedi, le mie mi hanno portato ad un' altra delusione :) però se il libro già non ti ispirava prima, allora meglio concentrarsi su altro!

      Elimina
  3. Che peccato, Fra!! Ci speravo moltissimo su questo libro e perciò voglio dargli lo stesso un'opportunità ;). Voglio conoscere questi fratelli :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene tesoro! Non è detto che se non piace a me non debba piacere anche agli altri! Provaci e poi mi dirai...di solito io e te siamo d' accordo su QUASI tutto :)

      Elimina
  4. Ciao Francy! Sto leggendo anch'io questo libro e sono arrivata più o meno a metà. Condivido in pieno il tuo pensiero. Sarà che ero partita piena di aspettative verso questo romanzo, tanto che mi sono fiondata in libreria appena uscito, ma per adesso, al punto dove sono arrivata, non decolla. Le premesse sono buone, il libro scorre bene e si legge velocemente, ma manca quella scintilla che mi aspettavo facesse scattare l'adorazione per Travis.
    Spero comunque che pubblichino anche i seguiti, perché sono curiosa di vedere se Jake metterà la testa a posto.
    Bacii XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro! Mi dispiace che anche a te non sia scattata la scintilla, che peccato :( Travis non è male, però non è riuscito proprio a farmi impazzire. Comunque sono anche io curiosa del seguito, soprattutto voglio proprio vedere, come te, come farà Jake a cambiare per amore. Sono MOLTO curiosa!

      Elimina
  5. Nooo, che tristezza! Anche io avevo aspettative altissime su questo libro e non vedevo l'ora di comprarlo! Per fortuna che questo mese mi ero posta dei seri paletti con i nuovi acquisti e non ho ceduto alla tentazione di prenderlo! A questo punto, dopo la tua recensione, che è l'ennesimo parere negativo che incontro, non lo leggerò proprio ed eviterò di buttare via soldi inutilmente =(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco molto bene Valy! Queste aspettative sono disastrose alla fine..meglio non averne o averne molto basse :( Peccato però perchè la trama mi piaceva tanto!

      Elimina