giovedì 22 maggio 2014

L' Intervista con Cassandra Rocca, autrice di Tutta Colpa Di New York e Una Notte D' Amore a New York

Buongiorno a tutti! Oggi sono particolarmente felice perchè, tra le pagine del nostro caro blog, ho invitato un ospite particolare, un' autrice italiana il cui primo romanzo ha riscosso un grande successo tra le lettrici romantiche, ed il secondo è in dirittura d' arrivo nelle nostre librerie. Di chi sto parlando?

Titolo
Una Notte D' Amore a New York
Autrice
Cassandra Rocca
Editore
Newton Compton
Pagine
320
Prezzo
€ 9,90
Ebook € 4,99
Trama
Esisterà una regola scritta per trovare l’anima gemella? O è meglio affidarsi al destino? Zoe Mathison non sa più cosa pensare... né cosa tentare! Stanca di collezionare relazioni inutili con uomini inadatti, e di sentirsi definire una “femme fatale”, ha deciso: troverà un uomo degno di lei, possibilmente entro San Valentino! Ma la ricerca sembra più complicata che mai e la vista di tante coppiette felici attorno a lei non fa che deprimerla, trasformando il suo desiderio in un’ossessione. Eric Morgan è arrivato al limite. Innamorato senza speranza di una donna che lo considera quasi un orsacchiotto portafortuna, non sopporta più di vedere le sue speranze infrangersi per l’ennesima volta all’arrivo di pettorali scolpiti e l’aria da macho di turno. E quando all’orizzonte spunta una nuova ragazza, determinata a conquistarlo, non gli resta che prendere una decisione e voltare pagina, una volta per tutte. Anche se questo significa perdere una parte di sé… 
In una New York colorata di rosso, in una sequela di esilaranti disavventure e spassosi malintesi, i due protagonisti si troveranno finalmente senza maschere, faccia a faccia con l’amore che fa battere il cuore. E sarà per sempre.
--------------------------------------------------
Una Notte D' Amore a New York è il prossimo romanzo di Cassandra Rocca, oggi in nostra compagnia per un' intervista in cui ci svelerà qualche succulenta anteprima e un po' più di se stessa come scrittrice. Siete pronti, come sempre, alla mia rovinosa prova come intervistatrice? Ed allora eccovi l' intervista con...


Ciao Cassandra, sono molto contenta di poterti dare il benvenuto sul mio blog e ne approfitto per ringraziarti infinitamente per aver accettato di partecipare a quest'intervista. Sono sicura che i lettori saranno ansiosi e felici di scoprire curiosità sul tuo nuovo romanzo e qualcosa in più sulla Cassandra scrittrice. Iniziamo subito con le domande, ti va?

1. Secondo te, sia da scrittrice che da lettrice, quali sono i tre ingredienti fondamentali che costituiscono la storia d'amore perfetta in un romance?

In realtà non penso esista la perfezione in amore, nella vita come nei libri. Ogni persona ha le proprie esigenze in merito, che poi spesso ricerca tra le pagine di un romanzo. Posso dirti ciò che piace a me: credibilità, ironia e romanticismo. Una storia d'amore deve farmi sorridere, strapparmi un sospiro, farmi immedesimare. E va bene spaziare con la fantasia, sognare è gratis ed è un vero toccasana, ma i protagonisti della storia non dovrebbero mai discostarsi troppo dalla realtà.

2. Qual è stata la sfida più difficile per te da quando hai deciso di intraprendere la strada come scrittrice?

Espormi! Sono una persona molto timida, ho sempre scritto solo per passione e mai per la gloria. Anzi: proprio per paura di un'eventuale “notorietà”, ho tergiversato a lungo prima di decidermi a mettermi in gioco. Scrivere è un atto molto intimo, e vedere esposto su uno scaffale un pezzo di me stessa non è facile. Ma lo rifarei mille volte, perché le emozioni che ne ho ricavato in questi mesi sono davvero preziose.

3. Parliamo del tuo prossimo romanzo, Una Notte D' Amore a New York. Come descriveresti alle lettrici i tuoi nuovi protagonisti, Zoe ed Eric? 

Sono una coppia “reale”, in cui molti possono riconoscersi. Diversi tra loro, sotto tanti punti di vista, eppure del tutto complementari. Zoe è all'apparenza sfacciata, decisa e intraprendente, ma il suo atteggiamento spregiudicato ha alla base una grande insicurezza. Mentre Eric è un tipo riservato, timido e a volte imbranato, ma in realtà sa quello che vuole e non ha paura di aspettare il momento giusto per ottenerlo... anche se si tratta di anni!

4. Se dovessi descrivere il tuo ultimo lavoro a chi non ne ha ancora sentito parlare, quali parole sceglieresti per raccontarlo?

Questo libro è forse meno cinematografico, rispetto a Tutta colpa di New York. Qui non ci sono attori famosi, né Cenerentole moderne o atmosfere magiche e quasi fiabesche, ma solo due persone comuni legate da un sentimento concreto. È una storia d'amore che nasce da una bella amicizia, un tema che può rispecchiare la realtà di tanta gente.

5. Qual è stata la scena che hai amato di più scrivere in Tutta Colpa Di New York?

Ah, che domanda difficile... In realtà, quasi tutte! Ma, se proprio dovessi scegliere, forse direi il primo bacio fra Cade e Clover.

6. Qual è la stata la scena più difficile da scrivere in Una Notte D' Amore a New York?

Il momento in cui Zoe si rende conto di essere innamorata di Eric. È stato un passaggio delicato da descrivere, e ho cercato di immedesimarmi il più possibile per renderlo veritiero. Spero di aver fatto un buon lavoro.

7. Se dovessi scegliere tra Cade ed Eric, da chi accettersti l'invito per una romantica cenetta a lume di candela e perchè? 

Uscirei con Cade, senza dubbio! Rappresenta in tutto e per tutto il Principe Azzurro delle favole, ovviamente secondo il mio gusto. Eric è adorabile, ma per certi versi è troppo simile a me... Non ci sarebbe equilibrio.

8. Pensi ci sia stato un miglioramento come scrittrice tra il tuo primo romanzo, Tutta Colpa Di New York, e il secondo, Una Notte D' Amore a New York? E se sì, in che cosa nello specifico?

Diciamo che lo spero, chi scrive dovrebbe migliorarsi continuamente. Essere seguita da un editor professionista mi ha insegnato molto, ho imparato a cogliere sfumature che prima mi sfuggivano. Ma per sapere se il mio stile ne ha guadagnato o meno, non posso far altro che rimettermi al giudizio dei lettori e incrociare le dita.

9. Io sono sempre molto curiosa, sia per quanto concerne i titoli, che per quanto riguarda le cover. C'è il tuo zampino in ognuno di questi?

In realtà, no. Sono una frana con i titoli, perciò sono contenta che questa incombenza spetti all'editore. Lo stesso vale per la copertina. Entrambe le scelte, comunque, mi vengono sottoposte per l'approvazione finale.

10. Come descriveresti il tuo modo di scrivere?

Semplice e privo di fronzoli. Mi piace essere chiara, narrare una storia in modo diretto e alla portata di tutti.

11. Qual è la cosa più sorprendente, nel mondo letterario, che hai scoperto da quando sei diventata autrice?

Sono rimasta molto colpita dall'enorme mole di lavoro che c'è dietro all'uscita di un libro, passaggi e dettagli pratici che, da lettrice, non immaginavo o davo per scontati, ma che invece sono fondamentali per la buona riuscita di un prodotto. E ho scoperto il mondo dei blog, che prima mi era quasi estraneo, e che è decisamente importante, sia per i lettori che per gli autori stessi.

12. Stai lavorando a qualche altro progetto che leggeremo in un prossimo futuro?

Ho consegnato da poco il terzo capitolo della trilogia, che dovrebbe uscire a fine anno, e altre due storie più brevi, anche quelle in uscita nei prossimi mesi, di cui ancora non posso svelare nulla. E poi vedremo: sono piena di storie nel cassetto che potrebbero vedere la luce.

Ti ringrazio ancora per essere stata mia ospite e spero di risentirti alla prossima intervista.

Grazie a te per avermi ospitata sul tuo blog, e un saluto a tutte le lettrici!

Grazie ancora a Cassandra Rocca, per la sua disponibilità e per essere stata in nostra compagnia, svelandoci qualche particolare di Una Notte d' Amore a New York, in libreria dal 5 Giugno!

6 commenti:

  1. Non ho letto il primo libro di Cassandra Rocca ma conto di farlo.
    Iris me ne ha parlato benissimo :)
    Bell'intervista Fra e tanti complimenti all'autrice...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro!! Io conto di leggere entrambi il prima possibile!!

      Elimina
  2. Ti faccio i complimenti per l'intervista ma purtroppo ultimamente vado con i piedi di piombo quando aquisto un libro. Elimino quelli con novelle varie pubblicate solo in digitale (mi ricordo la tua risposta ma io ho letto i commenti su amazon della novella che segue il primo libro ed è una continuazione vera e propria ,tra l'altro che avrei voluto leggere ).Comunque il primo libro è molto bello e l'avevo tenuto da leggere proprio per la settimana di Natale. :( :( :( CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola! Si, indubbiamente la novella continuava la storia di Cade e Clover, ma quello che volevo dire io è che, in generale, solitamente queste novelle sono dei racconti che spesso possono essere letti per arricchire una precedente storia, ma nulla di fondamentale :) Mi ricordo Dimmi Di Si di Emma Chase ad esempio. Però rispetto e comprendo il tuo pensiero, non c'è dubbio. Anche perchè visto che hai amato Cade e Clover, ti sarebbe piaciuto leggere ancora di loro. E grazie per i complimenti cara :)

      Elimina