martedì 27 maggio 2014

Doppia recensione Finchè Amore Non Ci Separi di Anna Premoli

Titolo
Finchè Amore Non Ci Separi
Autrice
Anna Premoli
Valutazione
Editore
Newton Compton
Pagine
384
Prezzo
€ 9,90
Ebook € 4,99
Trama
Amalia è un giovane avvocato newyorkese, nota nel foro come “la regina di ghiaccio”. È ebrea, benestante e ha dei genitori che da sempre le riservano poche attenzioni. Ryan, di origini irlandesi, è il maggiore di quattro figli maschi e la sua caotica famiglia gestisce un tipico pub nel cuore della Grande Mela. I due si sono conosciuti alla scuola di legge di Yale, dove hanno ferocemente lottato per il posto di direttore del giornale. Amalia è rimasta a New York, Ryan ha invece fatto carriera a Chicago, finché l’offerta per il posto da vice procuratore non lo riporta a New York. Il primo caso che si trova ad affrontare sembra davvero banale: arresto per guida in stato di ebbrezza di una giovane rampolla. E se quel che appare semplice si complicasse inaspettatamente? Se l’avvocato difensore della ragazza fosse proprio quella Amalia che Ryan non vede da dieci anni? Lo scontro in aula degenera a tal punto che il giudice li condanna a una serie di ore di lavori socialmente utili, da svolgere insieme. E cosa potrà accadere se i due giovani, che si detestano amabilmente, sono costretti dalla legge a collaborare?
Recensione Francy
Di solito gli opposti si attraggono, o almeno è questo che da sempre ci viene detto per giustificare un' attrazione, concedetemi il termine, non giustificabile oppure sensatamente evitabile. Eppure, è anche vero che due simili si possono attrarre peggio di una calamita con del ferro. Il risultato è catastrofico, soprattutto quando i due simili sono le persone più cocciute sulla faccia della terra, l' uomo e la donna più prepotenti e dalla lingua biforcuta più tagliente che si possa conoscere. Avete presente una bomba ad orologeria? Bene, perchè la conseguenza del loro scontro avrà questo effetto collaterale ineluttabile. Aggiungeteci pure, se volete, che questi due "esseri simili" sono da sempre nemici giurati, fin dai tempi della scuola. 
E...oh, già, dimenticavo, considerate anche che sono un' avvocatessa e un vice procuratore. Brrrrr sentite i brividi anche voi vero? Amalia Berger è la classica avvocatessa tutta d' un pezzo, una vera belva con gli attributi maschili, fredda e calcolata al punto giusto. Avete presente la regina Elsa di Frozen? Bè, prendete soltanto il suo status di regina dei ghiacci. Ecco. Quella è proprio lei. Ryan O' Moore è appena arrivato a New York da Chigaco, è irlandese e cos' altro potrei dirvi? Che è da sempre infatuato della regina dei ghiacci, che è un sexy vice procuratore pieno di fascino? Si, tutto vero. Bè, anche Amalia ha sempre avuto una cotta per lui, ma ai tempi, è stata gentilmente rifiutata per la sua condizione di giovane rampolla e ricca sfondata. Secondo Ryan non potevano essere compatibili. Peccato che il destino, un giudice piuttosto insolente e un caso spinoso, ora congiurino contro di loro per farli ritrovare. Questa volta, però, nemmeno l' astio e due caratteri straordinariamente risoluti e testardi potranno dividerli.
Finchè Amore Non Ci Separi è il terzo libro pubblicato da Anna Premoli, scrittrice italiana di romanzi molto chick lit e commedie d' amore estremamente divertenti. Devo essere sincera. Dopo aver letto Ti Prego Lasciati Odiare, avevo grosse aspettative sul suo secondo romanzo, Come Inciampare Nel Principe Azzurro. Aspettative che ahimè, non sono state ripagate come avrei voluto. Per questo, dopo un primo libro sorprendente, ho giurato di tenere basse le mie successive aspettative per questo terzo libro e sono contenta di averlo fatto. Non fraintendetemi, Finchè Amore Non Ci Separi, è un bel romanzo, una commedia divertente, con la giusta dose di ironia e romanticismo nei punti giusti. Peccato per i molti errori di battitura che spesso provocano fastidio durante la lettura. Il romanzo è molto piacevole, una lettura fresca, spontanea, frizzante, con due personaggi senza dubbio adorabili. Eppure rimane un libro molto leggero, non certo il suo miglior lavoro per me, ma pur sempre una storia carina, magari con cui intrattenersi sotto l' ombrellone o in una giornata decisamente nera. Amalia e Ryan faranno spuntare un sorriso sul volto di molte lettrici, regalando un mondo fatto di scaramucce, battibecchi, risate e innamoramenti.
-------------------------------------------------------------
Trovo lo stile della Premoli azzeccato e dinamico. Un mix perfetto ed esplosivo di ironia e romanticismo. Le sue storie sono ben costruite, pur mantenendo una leggerezza che ti porta a leggere il romanzo tutto d’un fiato.
La storia di Amalia e Ryan è coinvolgente, ma si sa che le storie d’amore sono sempre coinvolgenti. Questi due personaggi sono folli e credo che non si possano non apprezzare. L’autrice mischia amore e finanza, avvocati, soldi e amore in un cocktail letale. Divertentissime le liti di Amalia e Ryan e ho trovato il giudice Wyatt una vera e propria rivelazione, lo adoro!
Sebbene ho notato qualche reminescenza che mi riportava ai primi due romanzi, trovo che l’autrice abbia sempre la storia giusta al momento giusto. Forse quello che caratterizza i suoi personaggi è proprio quello che li rende simili ad ognuno di noi e al contempo veri e incasinati e disperatamente in cerca d’amore.
L’amore è coraggio, no?
Anche la corazza più dura non può resistere quando chi ha di fronte è capace di riaccendere la passione e far battere il cuore. C’è poco da fare. Si arriva persino a ridicolizzarsi, nel caso di entrambi per quanto riguarda la storia. 
Cosa non si fa per amore… (mai abbastanza). Eppure basterebbe poco, no?
Amalia è ricca ed è un brillante avvocato, nota per la sua figura austera. Ryan parla troppo, rompe molto ed è un vice Procuratore niente male. Mettili nella stessa città, casualmente dopo dieci anni che non si vedevano, e avrai la tua storia strampalata. Ingredienti semplici ma d’effetto.
In conclusione posso affermare che la Premoli è la classica lettura veloce, che però fa sorridere e chiude le sue storie sempre come ci aspetteremmo. Chi ha detto che le cose scontate non sono sempre gradite? Il cuore vaga sempre alla ricerca del lieto fine…

10 commenti:

  1. Ho letto "ti prego lasciati odiare" e mi è mooolto piaciuto .Degli altri non mi ispirava la trama ma ho molto gradito leggere la vostra recensione.(stamattina sono andata da GIUNTI e ho fatto aquisti......povero il mio portafoglio) CIAO :) :) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, sempre troppo carina *__* eh ma, visto che sono curiosa peggio di una scimmietta, mi devi dire che titoli hai comprato!!!

      Elimina
    2. Ho aquistato "tutte le volte che vuoi" perchè dalle rec. racimolate in giro e aver letto il primo capitolo , mi sebra diverso dal solito erotico visto che è scritto da un uomo.Poi ho ordinato "lady cupido" perchè era esaurito.Comunque a giugno e luglio ci vuole il portafoglio a fisarmonica tra narrativa ed erotici (pochi ma scelti con cura tipo megan hart e irene cao) ALLA PROSSIMA :)

      Elimina
    3. Ahhhhhhhh Lady Cupido!!! Una garanzia ;) Ti capisco, i portafogli piangono!! Buone letture cara!!

      Elimina
  2. Ho letto entrambi i libri della Premoli e devo dire che ho preferito di gran lunga Come inciampare nel principe azzurro, ma anche Ti prego lasciati odiare era carinissimo. Siccome ho terminato da poco la lettura del primo citato, preferisco aspettare un po' prima di leggere questa nuova uscita, anche se è già sopra il mio comodino che mi reclama a gran voce :) Per me la Premoli è una garanzia: mi regala sempre qualche ora di puro relax.
    Baciii XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara dyane! Devo confessarti che anche io uso la Premoli come scaccia pensieri e metodo alternativo rilassante quando lo stress inizia a farsi sentire...e funziona piuttosto bene lo ammetto :) adoro i battibecchi dei protagonisti e, visto che hai amato anche gli altri suoi libri, questa storia ti regalerà un' altra dose di buonumore assicurato ^_^

      Elimina
  3. ho letto entrambi i libri di quest'autrice, ma mentre ti prego lasciati odiare l'ho adorato, come inciampare nel principe azzurro mi ha lasciata un po' così, troppo uguale all'altro, non mi ha convinta. Grazie per le recensioni, mi ritrovo più col pensiero di Francy, magari leggerò questo libro dopo una lettura pesante, come lettura relax.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Si, in effetti anche io come te, ho preferito il primo ad entrambi i successivi. Si, ti conviene leggerlo come lettura rilassante..non c'è niente di meglio :) Baci!!!

      Elimina
  4. Ciao ho appena finito di leggere "tutti i difetti che amo di te" semplicemente stupendo!! Corro subito a comprare un altro romanzo.. peccato non poterlo acquistare online . Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corri!!!!! E poi dimmi se ti sono piaciuti anche gli altri ^_^

      Elimina