venerdì 4 aprile 2014

Recensione Un Giorno, Forse di Lauren Graham

Titolo
Un Giorno, Forse
Autrice
Lauren Graham
Valutazione
Editore
Sperling & Kupfer
Pagine
376
Prezzo
€ 17,90
Trama
Quante volte Franny Banks, passeggiando sulla Fifth Avenue con gli anfibi e l’uniforme da cameriera, si è detta: un giorno, forse, avrò realizzato il mio sogno e camminerò su questa strada con i tacchi alti e una borsa firmata. Quando è arrivata a New York, aspirante attrice e aspirante molte altre cose, Franny aveva un piano: sfondare nel cinema entro tre anni. Ora ne sono passati due e mezzo e le cose non stanno andando come aveva sperato. Finché un giorno, durante una produzione della sua scuola di recitazione, cade rovinosamente sul palco… Sembra la fine della sua carriera mai iniziata, e invece sarà il punto di svolta. Tra esilaranti avventure sul set, coinquilini bizzarri, provini assurdi e un amore inatteso, Franny scoprirà che la vita non è un film. E, tutto sommato, meno male!
Franny Banks si è trasferita a New York per realizzare il suo più grande sogno: diventare un' attrice di successo e sfondare nel mondo, agguerrito e sfiancante, dello spettacolo. Un' ambizione difficile da perseguire e un obiettivo problematico da centrare per una come lei, abituata alla semplicità e alla poca competizione. Franny è una ragazza sulle nuvole, dotata di talento, ma priva di malizia, alla ricerca costante di sicurezze e fiducia in sè stessa. Genuina, buffa, talvolta imbranata e caotica, Franny è una vera forza della natura. Non si lascia mai travolgere dai passi falsi, dalle svolte inaspettate e poco concludenti, dalle delusioni e dalle scelte sbagliate. Come un carro armato, prosegue irrefrenabile nell' inseguire il suo sogno. Divenire un' attrice di successo partendo da una forte passione per la recitazione, ma avendo pochi soldi in tasca, un affitto da pagare, un lavoro precario come cameriera e molte, troppe porte sbattute in faccia, non è un traguardo semplice da cogliere. Eppure, armata di coraggio e determinazione, saprà indirizzare la sua strada verso il successo. Chissà che, durante il percorso per arrivare alla meta tanto ambita, Franny non riesca anche riconoscere l' amore.
Divertente, spigliato e vivace, Un Giorno, Forse segna il debutto letterario di un' attrice che conosciamo tutti, anche se il nome risulterà sconosciuto ai molti. Lauren Graham, la famosa Lorelai Gilmore di Una Mamma Per Amica, famoso telefilm dei primi anni 2000, dovrebbe riportare alla luce qualche ricordo del suo personaggio esuberante. Un Giorno, Forse, diventato sorprendentemente un best seller in America e pronto per essere trasformato in un telefilm con la stessa autrice come produttrice, arriva in Italia portando la storia di un' attrice in cerca di gloria e successo. Un' attrice iperattiva, buffa, energica, simpatica che mi ha ricordato molto da vicino proprio il personaggio della Graham in Una Mamma Per Amica. Franny ha impersonato un ruolo già visto in molti chick lit, quello di una giovane donna divertente, spassosa, spumeggiante, travolgente. Non nascondo, però, che questo suo carattere, troppo spesso è risultato caotico e sfibrante. Un Giorno, Forse è una lettura indubbiamente piacevole, fresca e genuina, con personaggi adatti al grande schermo. La stessa Franny, una vulcano di energia, e le stesse situazioni talvolta imbarazzanti, talvolta al limite dell' impensabile, costituiscono il vero motore di un romanzo che ha la capacità di donare al lettore un momento di spensieratezza e un sorriso di motivata simpatia. Rispetto all' intera narrazione, confesso che la seconda parte l' ho trovata più interessante e meno noiosa della prima, soprattutto con l' entrata in scena di una situazione amorosa molto carina e gradita. Certo, non aspettatevi l' ingresso trionfale di una storia d' amore, ma soltanto degli sviluppi imprevisti che porteranno la protagonista a compiere i primi passi per una felicità anche personale. 
Con questo libro respiriamo la voglia di Franny di vivere i suoi sogni, di trovare la serenità facendo ciò che più la rende viva e felice, ovvero recitare, diventare qualcuno, riuscire a sfondare portando con sè solamente la passione, la consapevolezza di essere unica, l' irrefrenabile istinto di vincere con armi di tutto rispetto: l' impegno, la forza, la credibilità, lo studio, la perseveranza e l' umiltà. Percorrerà le strade affollate di New York con un solo pensiero in testa: vivere senza accontentarsi di una mediocrità che a lungo andare la renderà infelice e insoddisfatta. No. Lei vuole vivere sapendo d' aver lottato strenuamente per inseguire i suoi ideali, i suoi sogni, la sua felicità. Franny lo sussurra con la sua inconfondibile spolverata di pazzia e allegria. Noi lo assimiliamo in poche pagine, sorridendo con lei e facendo, ovviamente, il tifo per lei. Un Giorno, Forse non è una lettura impegnativa o che porterete con voi a lungo. E' una storia scritta per divertire, strizzare l' occhio ad un giovane pubblico che ha amato Lorelai Gilmore e vorrebbe ritrovare l' inusuale brio della mamma più spigliata e spontanea d' America.

8 commenti:

  1. l'ho preso di mira e ce l'ho in ebook, son curiosa di leggerlo, ho bisogno di letture "leggere"....! :=)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si! In quanto a leggerezza ed allegria, Un Giorno Forse, ne è bel fornito ;)

      Elimina
  2. Hm, la copertina e il titolo mi ispirano tanto e tre stelline non è male...ci penserò :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Claudia, 3 stelline ultimamente sono un evento per me, visto che le ultime letture sono state deludenti..è un po troppo leggero, altrimenti avrebbe preso anche qualcosina in più :)

      Elimina
  3. Cara Francy io guardo e riguardo di continuo le puntate di una mamma per amica e adoro Lorelai Gilmore quindi grazie per questa recensione e per il suggerimento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma prego cara Iris, spero ti piacerà! Un abbraccio!

      Elimina