venerdì 14 marzo 2014

Recensione Innamorarsi di una Stella di Tina Reber

Titolo
Innamorarsi Di Una Stella
Autrice
Tina Reber
Valutazione
Editore
Nord
Pagine
728
Prezzo
€ 16,40
Ebook € 9,99
Trama
Ryan Christensen è abituato a stare al centro dell’attenzione. Per uno dei giovani attori più pagati di Hollywood, gestire l’entusiasmo delle fan e l’invadenza dei paparazzi è normale routine. Eppure non gli era ancora capitato di dover fuggire da un’orda di ragazzine urlanti e di entrare in un pub ancora chiuso, pregando la proprietaria di aiutarlo a nascondersi… Dopo l’ennesima delusione, Taryn Mitchell ha deciso di non volerne più sapere degli uomini. E di certo non le importa nulla se un belloccio del cinema è in città per girare il suo prossimo blockbuster. Tuttavia, non appena Ryan Christensen si precipita all’interno del suo piccolo locale a Seaport, nel Rhode Island, lei rimane ammaliata dal suo sorriso, dalla sua dolcezza e dalla sua semplicità. E, col passare dei giorni, la voce della ragione si fa sempre più flebile: ogni volta che è con lui, Taryn si rende conto di essere felice come non le capitava da tantissimo tempo. Ben presto, però, scoprirà che innamorarsi di una stella non è sempre un sogno. Anzi spesso è un incubo fatto di giornalisti senza scrupoli, fotografi costantemente in agguato e fan disposte a tutto pur di mandare a rotoli il loro rapporto. Ryan e Taryn saranno abbastanza forti da sostenere il peso della fama, o gli scandali e i pettegolezzi li divideranno?
Non sempre i libri che pensi potrebbero piacerti si rivelano all' altezza delle tue aspettative. A malincuore, questo è il caso di Innamorarsi di una stella di Tina Reber, romance contemporaneo che ad un primo fuggevole sguardo era riuscito a stuzzicare la mia curiosità, ma alla sua lettura ha suscitato in me molta noia e un pizzico di cattivo umore. Andiamo per gradi. Quando ho saputo della sua uscita ho fatto i salti di gioia, pregustandomi un romance divertente, allegro, romantico. Alla fine di queste mie mere aspettative è rimasto soltanto l' apprezzamento per il lato romantico e nient' altro. Innamorarsi di una stella ha una trama semplice e fresca, raccontando l' amore tra una ragazza qualunque e un divo di Hollywood: Ryan Christensen. Subito veniamo catapultati nel mondo di Ryan, fatto di attori, flash di fotografi, paparazzi, riviste patinate, attrici capricciose e fans sull' orlo del delirio (della serie <<George Clooney is inside>> come nella pubblicità di un noto marchio di caffè). Tina Reber racconta di un amore nato lentamente (a mio modesto parere troppo lentamente) tra Taryn e Ryan, creando inizialmente tra i protagonisti un' alchimia che sembra maggiormente improntata sull' amicizia che sull' amore vero e proprio. Non ho particolarmente gradito l' inizio perchè, a dire la verità, non ho nemmeno particolarmente gradito i protagonisti. Mi duole veramente tanto dirlo ma Ryan è si dolce e carino, romantico quanto volete e simpatico, eppure l' ho trovato carente di carisma, sensualità e magnetismo. Niente fascino, niente seduzione in una storia che avrebbe potuto dare al lettore molto, ma molto di più. Andando avanti, la storia è tutta un susseguirsi di: non sono degna di te, il mio mondo non è adatto a te, ho paura che il tuo lavoro ci allontanerà, vicino a me saresti in pericolo. Insomma, una noia mortale per gran parte del libro. Diciamoci la verità. Innamorarsi di una stella è una bella storia d' amore, ma l' autrice non so per quale motivo, decide di rendere partecipe il lettore di qualunque cosa allungando un libro di pagine evitabili e poco entusiasmanti. Secondo me un taglio di 200 pagine e il risultato sarebbe stato indubbiamente migliore. 
La parte più avvincente risulta essere quella finale, con qualche sorpresa in più (nonostante le solite insicurezze che costellano sin troppo la narrazione) e un ritmo più spedito. Un apprezzamento particolare, però, lo riservo per i personaggi secondari. Gli amici di Taryn che in più di un' occasione sono sembrati i più veri e soprattutto i più saggi. Ed infine occupiamoci della parte erotica nella storia, ossia una meteora che arriva, impetuosa ed incandescente, ma si esaurisce fin troppo presto scomparendo tra le numerose pagine. Avrei voluto elogiare questo libro, avrei voluto imbattermi in una storia più spontanea e coinvolgente, ma purtroppo non è accaduto. Al finale non recrimino nulla anche se, visto che Innamorarsi di una Stella fa parte di una trilogia, ho qualche dubbio e timore nel leggere il volume conclusivo. Tina Reber spero ci riservi qualche sorpresa con un prossimo volume più energico e sorprendente del precedente.

12 commenti:

  1. mmmmmmmm mi sa che per ora la bypasso :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angela, magari concentrati su altre letture più urgenti..anche perchè tutte queste pagine sono davvero tante ;)

      Elimina
  2. A me già le 728 pagine preoccupavano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad inizio lettura anche a me..e alla fine a ben ragione :/

      Elimina
  3. Mm..dopo aver letto qualche recensione non molto positiva, questa è decisamente la ciliegina sulla torta. Adesso posso anche toglierlo dalla wl in via definitiva.. Che peccato, la trama sembrava promettere bene =(.
    Come sempre bella recensione =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valy! <3 In effetti si, sembrava un gran bel romanzo e invece è stato piuttosto deludente..romantico si, ma non abbastanza per piacermi. Peccato :(

      Elimina
  4. Che peccato! Volevo tanto leggerlo, ma sprecare tutti quei soldi no :(. Cmq attendo il seguito che sarà recensito da te, vero?? ;p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm..ti posso rispondere quando uscirà il seguito? XD non lo so, magari una seconda possibilità potrei anche dargliela :P

      Elimina
  5. letto anch'io, ed ho avuto le tue stesse impressioni... Lungo e noiosetto, Taryn proprio non la sopportavo con tutti i suoi "non possiamo stare insieme" "come faremo" bla bla bla, che nervi!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela, pensavo di essere l' unica a non aver amato particolarmente Taryn ^_^

      Elimina
  6. Ok francy hai definitivamente sciolto il mio dubbio...non comprerò questo libro anche se la storia mi incuriosiva...un po' troppo simile a "Tutta colpa di New York" però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh mi spiace, però proprio non ce l' ho fatta a dare una valutazione più positiva..per me non raggiungeva la sufficienza :(

      Elimina