lunedì 24 febbraio 2014

Recensione Ti Aspettavo di J. Lynn

Titolo
Ti Aspettavo
Autrice
J. Lynn
Valutazione
Editore
Nord
Pagine
406
Prezzo
€ 16,40
Trama
L’università è la sua via di fuga. Per troppi anni, dopo quella maledetta festa di Halloween, l’esistenza di Avery Morgansten è stata un incubo, e adesso lei può finalmente ricominciare da capo. Tutto ciò che deve fare è arrivare puntuale alle lezioni, mantenere un profilo basso e – magari – riuscire a stringere qualche nuova amicizia. Quello che deve assolutamente evitare, invece, è attirare l’attenzione dell’unico ragazzo che potrebbe mandare in frantumi il suo futuro… 
Cameron Hamilton è il sogno proibito delle studentesse del campus: fisico atletico e ammalianti occhi azzurri, è il classico ribelle dal quale una brava ragazza come Avery dovrebbe tenersi alla larga. Eppure Cam pare proprio spuntare ovunque, col suo atteggiamento disincantato, le simpatiche punzecchiature e quel sorriso irresistibile. E Avery non può ignorare il fatto che, ogni volta che sono insieme, il resto del mondo scompare e lei sente risvegliarsi quella parte di sé che pensava di aver perduto per sempre. 
Però, quando inizia a ricevere delle e-mail minacciose e delle strane telefonate notturne, Avery si rende conto che il passato non vuole lasciarla andare. Prima o poi la verità verrà galla e, per superare anche quella prova, lei avrà bisogno d’aiuto. Ma la relazione con Cam sarà la colonna che la sorreggerà o lo «sbaglio» che la trascinerà a fondo?
Avevo deciso di non leggerlo perchè volevo concentrarmi su altri libri che mi attraevano maggiormente in questo momento. A suon di, ti piacerà vedrai e giudizi più che entusiastici, ho deciso di intraprendere questa lettura e ringrazio davvero chi mi ha consigliato di farlo. Ho divorato Ti Aspettavo e letto con molto coinvolgimento una storia senz' altro romantica ed incantevole. Continua il mio apprezzamento per un' autrice che sa donare alle sue storie tenerezza, allegria, romanticismo e sensualità. In questo primo romanzo della serie Wait For You conosceremo Came ed Avery, due ragazzi che si incontrano e scontrano nei corridoi dell' università. Cam colpisce e tramortisce per quel suo fascino irresistibile e la bellezza disarmante. Due occhi azzurri che incantano Avery sin dal primo momento, facendole dimenticare quasi il ritardo per la sua prima lezione di astronomia. Ebbene, Avery si è appena trasferita, dopo un passato difficile, complicato, doloroso, che ancora la tiene ostaggio di pensieri insidiosi da superare. Facendosi forza, cambia città, cambia stato, cambia vita e nella lenta discesa verso un futuro più roseo e radioso, incontra Cameron Hamilton, bello da togliere il fiato, divertente, spensierato, un ragazzo che non si lascia abbattere dalla momentanea freddezza di Avery, ma la conquista con la sua spiccata e ilare luminosità, a forza di biscotti, uova e tartarughe. Cameron fa sorridere, conquista non solo Avery, ma la simpatia del lettore con i suoi gesti precisi e determinati, con la sua aurea selvaggia e seducente. Avery, con il suo bagaglio sofferente alle spalle, riuscirà a farsi coinvolgere, amare e sedurre dalla presenza inconfondibilmente accattivante di Cam. Quando, però, il passato tornerà prepotente a tormentarla con chiamate e messaggi offensivi, la momentanea felicità di Avery verrà messa a dura prova. 
Ti Aspettavo è un romanzo che arriva dritto al cuore del lettore, ammalia con la sua semplicità ed avvolge con la sua dolcezza. Sono rimasta affascinata dal personaggio maschile, e non è una novità, per questo la mia lettura è stata avida, veloce, impaziente. Il romanzo, tirando un sospiro di sollievo, è autoconclusivo. Infatti, il secondo avrà altri personaggi, ovviamente conosciuti in questo primo libro. Teresa e Jase, rispettivamente sorella e amico di Cam, allieteranno nuovamente il lettore in un' altra, attesa storia d' amore. Ma torniamo a Ti Aspettavo e a qualche piccolo dubbio formatosi durante la mia lettura. Non sono sempre rosa e fiori e mi piace anche andare a trovare quei piccoli particolari che forse non mi fanno godere appieno di una lettura senza dubbio magica. Sono inezie, perchè il risultato finale mi ha sorpreso. Sono stata coinvolta in tutta la lettura, eppure qualche piccolo tentennamento l'ho avuto. Solitamente si crea una sinergia tra il lettore e il personaggio protagonista del libro. In questo caso, ben apprezzandone i contenuti e lottando attraverso pagine di dolore, ricordi e sofferenza, non sono riuscita completamente ad affidarmi a lei (in questo caso Avery), spesso non condividendo le sue scelte. Sia chiaro. Avery mi piace, mi è piaciuta molto. Però, pur avendone colto la disperazione e aver assaporato con lei il suo dolore, non l' ho compresa quando si è trattato di non rivelare nulla a Cam del suo passato. Comprendo la scelta dell' autrice, ma la testardaggine di Avery in più punti, mi ha infastidito. Dopo questo piccolo particolare che, tutto sommato, non ha influito sul mio giudizio finale, parliamo di Cam. Cameron Hamilton, meraviglioso in ogni sua più piccola sfaccettatura, assomiglia al suo collega Daemon Black in quanto a fascino e seduzione. Il carisma, quello l' ho apprezzato maggiormente in Daemon, ma sono solo punti di vista. Credo che la lingua tagliente e il sarcasmo siano state qualità più rivelanti nel personaggio di Daemon che in quello di Cameron. 
Se la Armentrout, a mio parere, avesse ricamato su Cameron, le stesse qualità aggiuntive di Daemon, il personaggio non sarebbe stato solo perfetto, ma incredibilmente spettacolare. Irresistibile. Si, lo so. Sono iper critica. 
Ma d' altronde Ti Aspettavo, romanzo di per sè già intenso ed avvolgente, avrebbe potuto darmi un qualcosa di più in questi piccoli punti. La storia è senz' altro drammatica per certi versi, anche se affrontata in maniera sempre delicata e rispettosa dall' autrice (bravissima come sempre nel suo stile), e romantica, sensuale, travolgente per altri grazie all' arricchimento di scene di sesso descritte in modo sublime, senza tralasciare particolari importanti, il tutto ornandolo di zero volgarità ma con sostanza e dolcezza. La prima parte l' ho preferita alla seconda, forse perchè sono stata sempre più attratta dal corteggiamento, dalla tensione creatasi prima della resa finale. Per questo la seconda parte l' ho trovata semplice, sicuramente importante e speciale, ma meno coinvolgente della prima.  Comunque adoro Jennifer Armontrout (J. Lynn) perchè ha la capacità di scrivere storie amabili, fresche, semplicemente fantastiche. Adoro il suo modo di scrivere, la sua bravura nel stendere una storia dotata di poche sorpese, ma assolutamente travolgente. Non vedo l' ora di leggere il secondo romanzo, anche se quell' Ollie, secondo me, avrà qualcosa da dire più avanti. Un bel libro, senz' altro consigliato.

2 commenti:

  1. Mon Amour!! Sono tanto contenta che ti sia piaciuto! Non sapevo cosa aspettarmi perché non mi dicevi niente ;).
    Su una cosa sono d'accordo con te: Avery. L'avrei strozzata certe volte. Però a me il libro ha cominciato a piacere dopo 100 pagine perché sembrava essere come tante altre storie ;)
    Non vedo l'ora di conoscere Jace ;p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro hai visto che sono buonissima alla fine?? :) A me, invece, ha intrigato Ollie porca vacca! Il terzo dovrebbe essere dedicato a lui..almeno spero!

      Elimina