venerdì 20 settembre 2013

Recensione Il Libro di Ruth di Lena Valenti

Titolo
Il Libro di Ruth
Autrice
Lena Valenti
Valutazione
   
Editore
Fanucci
Pagine
672
Prezzo
€ 14,90
Trama
Arrivata a Londra per fare visita alla sua migliore amica Aileen, Ruth non avrebbe mai immaginato di ritrovarsi coinvolta in una guerra fra esseri immortali creati dagli dèi vani e asi. I traumi e le voci del passato tornano a tormentarla, ma Ruth non sa che il suo più grande timore può trasformarsi in un’opportunità per ritrovare sé stessa e scoprire chi è veramente: la Cacciatrice, la più potente fra le sacerdotesse della dea Nerthus, colei che può condurre le anime perdute al riposo eterno. Ma il destino la mette nelle mani di Adam, un Berserker moro e taciturno che non crede a quanto lei rappresenta e, anzi, ossessionato da visioni oscure e sanguinarie, la ritiene pericolosa per il suo clan. In un gioco di volontà, resistenza e desiderio, Ruth e Adam dovranno cedere all’attrazione l’una per l’altro e superare rancori e pregiudizi per affrontare uniti, come la Cacciatrice e il Signore degli Animali, la minaccia del Ragnarök, la fine dei tempi che si sta avvicinando.
Lo scorso anno, Il Libro di Jade di Lena Valenti entrò di prepotenza nella mia top 5 dei libri più belli letti nel 2012. Un' autentica chicca e se vogliamo dirla tutta, una sorprendente rivelazione nel panorama paranormal romance internazionale. La scrittrice spagnola Lena Valenti, in un piccolo mattoncino di genuina delizia, iniziò una saga convincente ed avvincente sotto molti punti di vista. Il punto forte? La passione selvaggia tra i protagonisti, attraente, frenetica, inarrestabile e la moltitudine di personaggi secondari indimenticabile. Ed è con un po di timore e assoluta impazienza che aspettavo il secondo romanzo, Il Libro di Ruth, divisa tra alte aspettative e l' urgente bisogno di leggerne il seguito. Solitamente è difficile uguagliare un romanzo praticamente perfetto, come il primo, e credo sia davvero impossibile fare di meglio. Il Libro di Ruth non eguaglia, purtroppo, il romanzo precedente, ma non delude, tuttavia, in alcun modo. Di solito, prima di iniziare a raccontarvi cosa mi sia piaciuto e cosa meno nel romanzo letto, vi accenno alla trama. In questo caso vorrei evitare di svelare troppo se non dicendovi che, oltre alla consueta alleanza scoperta nel Libro di Jade, tra Vanir e Berseker e alla conseguente lotta contro un nemico, peraltro ben noto anche ai nostri protagonisti, al centro del romanzo, su un piedistallo di delicato cristallo si pone la storia d' amore tra Adam e Ruth, due personaggi già intravisti e conosciuti nel precedente libro. La storia tra Adam e Ruth è una storia complicata, estremamente passionale e tormentata. Difficile da gestire per entrambi. Densa di tira e molla, odio e amore, i due non fanno altro che attirarsi e allontanarsi, desiderarsi e respingersi in un valzer irresistibile. La bravura della Valenti sta nel catalizzare l' attenzione del lettore in questa girandola di sentimenti, facendogli amare ed odiare, a seconda delle situazioni, i due protagonisti. E personalmente io odiato molto Adam, specialmente all' inizio. Adam è un metro e novantacinque di ormoni, impenetrabilità e freddezza che gelano e attraggono in modo totalizzante. Nella prima parte è odioso, un vero e proprio farabutto. A causa di una profezia (lui è un berseker e uno sciamano), Adam si ritrova a detestare una Ruth confusa, spaventata, ma incredibilmente forte. Ruth è pane per i suoi denti e Adam, nonostante sia convinto che possa essere una minaccia per lui, non fa altro che desiderarla ardentemente, attirandola nel suo campo magnetico seducendola, sconvolgendola, ferendola e abbandonandola. Ma qualcosa negli eventi farà si che da brutale tormentatore, Adam diventi lo schiavo personale della ragazza e lei l' oggetto del suo desiderio più profondo. 
Ebbene, se dovessi spiegarvi cosa non mi sia piaciuto nel romanzo vi risponderei senz' altro la lunghezza e la pecca dell' autrice di dilungarsi eccessivamente in concetti e frasi ripetute. Perchè si attraggono e perchè non possono stare insieme?
A parte questo il libro è un vero concentrato di testosterone e passione vibrante. La bellezza di questa saga spagnola sta proprio nella varietà di personaggi, specialmente maschili di cui si circonda. Nella storia fanno la loro comparsa o ricomparsa, uomini appetitosi, creature eccitanti e peccaminose. Basti pensare a Noah, Cahal, Menw, gli stessi Caleb e Adam con cui abbiamo fatto conoscenza in questi due romanzi. Creature spettacolari e dominanti, il cui fascino non passa inosservato tra le righe del libro. La passione poi, l' erotismo trascritto nelle pagine è una vera e propria bomba ad orologeria. Spavalda, sensuale e coinvolgente, Lena Valenti descrive le scene erotiche in modo suggestivo e dirompente, creando un' intensità sconvolgente ed irresistibile.
Cosa dire di più. Dopo una lunga attesa, finalmente ho potuto assaporare il seguito di uno dei romanzi più belli dello scorso anno e ritrovare personaggi così tanto amati. Il Libro di Ruth è una sensualissima storia d' amore che saprà sedurvi ed incantarvi.

2 commenti:

  1. Già curiosissima prima, ora anche di più! Brava Francy! <3

    RispondiElimina
  2. Grazie tesoro! Sono contenta che ti incuriosisca ^_^

    RispondiElimina