giovedì 1 agosto 2013

Recensione Meditazione nelle Ande di Hernan Huarache Mamani

Titolo
Meditazione nelle Ande
Autore
Hernan Huarache Mamani
Editore
Uno Editori
Pagine
420
Prezzo
€ 16,90
Trama
L’autore ci rende partecipi della ricerca spirituale che ha sperimentato vivendo all’interno di una grotta situata sulle pendici di una fra le più alte montagne delle Ande. Durante il periodo trascorso lassù ha dovuto confrontarsi con sé stesso, analizzando i suoi anni di esperienza e cercando di comprendere in che modo i suoi pensieri, ricordi, idee, sentimenti e desideri hanno influenzato il suo viaggio spirituale.
Nella ricerca di sé stesso, l’autore cerca le soluzioni ai problemi della vita moderna analizzando in maniera pratica le trappole che la società mantiene, e fa vedere come ci sono persone che aiutano o rendono difficile l’avvicinamento al mondo spirituale e la possibilità di trovare così pace e armonia. Le riflessioni proposte ci aiutano a capire come nella frenesia dell’esistenza, che è piena di tensioni, ci sono sempre soluzioni ai nostri problemi, se fuggiamo le manipolazioni che con buone o cattive intenzioni altri esseri umani ci vogliono imporre.
Attraverso la lettura di questa opera il lettore troverà un aiuto per poter pensare maggiormente a sé stesso e analizzare la propria esistenza, e potrà cogliere idee e pensieri per superare le difficoltà che incontra nella sua ricerca spirituale.
"A quell' epoca ero ancora lontano dal pensare che quest' avventura avrebbe significato anche la comprensione profonda del fatto che l' uomo è solo un elemento in più della natura. Se vuole conoscersi davvero, deve partire proprio dalla conoscenza concreta di quest' ultima per arrivare poi a sapere, in un passo evolutivo successivo, anche di religione e spiritualità."

Con Meditazione nelle Ande, Hernan Huarache Mamani ci introduce alla sua personale ricerca interiore, ci insegna che l' uomo per vivere in piena pace col mondo deve partire proprio dalla conoscenza di sè stesso, affondare nelle radici della spiritualità e lasciarsi guidare in un viaggio fatto di meditazione, solitudine e conoscenza. Proprio in questo libro Mamani ci svela il percorso da lui intrapreso che ha portato la sua persona a profonde riflessioni. 
Chi di noi ha avuto realmente l' opportunità o la capacità di conoscersi a fondo? Chi di noi non si è mai chiesto se quel cammino intrapreso fosse esattamente quello giusto? Chi di noi, dopo un evento tragico, inspiegabile o drammatico, non ha preso in esame la propria vita e non ha deciso di cambiarla radicalmente? 
Il nostro Mamani ci racconta come, dopo una malattia inspiegabile, abbia avuto l' insistente desiderio di conoscere meglio se stesso e approfondire la sua identità perduta grazie ad un viaggio solitario, attraverso culture e popoli, in una grotta sperduta situata sulle Ande. Attraverso un viaggio introspettivo, nei recessi della sua mente e ripercorrendo a tappe il suo passato, Mamani affronta le proprie paure, i propri timori, i propri dubbi su diversi quesiti e sui problemi e le incertezze del carattere umano. Proseguendo con la lettura sono molte le frasi che mi hanno colpito e fatto riflettere. A volte possono rispecchiare qualcosa andato perduto o che si è letteralmente spezzato all' interno di noi stessi, a volte sono solo frutto di un' importante riflessione. 

"La gente semplice e modesta che vive nella valle del Canon del Colca, pensa che l' uomo di città sporca la terra in modo esagerato, senza preoccuparsi delle conseguenze future. Sfortunatamente però, le nuove generazioni non lo comprendono e, guidati dall' idea di un falso progresso, dimenticano di conservare al meglio la terra dei loro antenati."

Piccole pillole di saggezza disseminate lungo la lettura rendono Meditazione nelle Ande un libro intenso, sicuramente interessante ed utile. L' autore, dividendo il suo viaggio attraverso la meditazione e la conoscenza di sè stesso in capitoli brevi e brillanti, ci pone a fine tema dei quesiti, o meglio delle riflessioni illuminanti ed intelligenti. 
Mamani, non solo ci insegna a comprendere i pericoli che corriamo a causa della società moderna, ma ci illustra il modo migliore per superarli e trarne forza proprio da questi. Leggere Mamani è come affrontare un percorso terapeutico da cui c'è sempre un' immensa, saggia e interessante lezione da imparare. 
Di quest' autore, poco tempo fa, lessi un romanzo molto riflessivo, attento alle imperfezioni che affliggono la razza umana e in egual modo avvincente e molto apprezzato, L' Amore Non Muore Mai. Torno a leggere, questa volta sotto forma di racconto di un' esperienza intensa e formativa, quest' autore fino a pochi mesi fa a me sconosciuto, capace di scrivere con autentica facilità e comprensibilità la sua ricerca spirituale e meditativa. So che questo libro è molto diverso da quelli che solitamente recensisco, ma se avete voglia di avventurarvi in una traversata fatta di meditazione e ricerca, questo libro può fare sicuramente al caso vostro.

0 commenti:

Posta un commento