sabato 6 luglio 2013

Le Recensioni di Jessica: The Look di Sophie Bennett

Titolo
The Look
Autrice
Sophia Bennett
Editore
Piemme
Pagine
340
Prezzo
€ 16,00
Trama
Ted è altissima e particolare, con sopracciglia assurde che sembrano un bruco piazzato in mezzo alla fronte. La bella di famiglia è invece sua sorella Ava, affascinante come una star del cinema. Per questo, quando un'agenzia di modelle la nota, Ted non riesce a crederci. Nello stesso tempo, non riesce nemmeno a credere che Ava sia gravemente malata. All'improvviso, in un mondo che non ha più nessuna certezza da offrire, Ted si troverà a scegliere tra fama e famiglia. Dalle passerelle della Londra Fashion Week ai casting a Manhattan... Riuscirà Ted a essere una supermodella e una supersorella?
Valutazione  


Ted e Ava sono due sorelle. Una bellissima, l’altra di una bellezza non ordinaria. Ted è molto alta, ma sempre nascosta dietro il carattere sicuro e il viso perfetto della sorella. Un giorno però tutto cambia per Ted, qualcuno la nota e le propone un lavoro come modella. Nel contempo Ava si ammala, ma non perde mai la voglia di veder vivere la felicità negli occhi di sua sorella, tanto che decide di aiutarla, di spronarla a provare anche quando Ted, sembra voler mollare. Inizia un percorso difficile, fatto di lunghe attese, di promesse e di difficili scelte. Ted e Ava si vogliono bene, e tutto quello che succederà riuscirà a far scoprire ad entrambe l’amore per loro stesse e l’unione della loro famiglia.
Inizialmente questo libro mi sembrava una specie di copia e incolla. Qualcosa di già visto, la solita storia di  ragazze che vogliono diventare modelle e si tormentano fra diete e vestitini succinti. Fortunatamente, anche se dopo parecchi capitoli di attesa, sono riuscita a riscoprire il vero spirito della storia, il messaggio celato dietro i lustrini e le grandi marche della moda, dietro i soldi e dietro la carriera. 
Questa è principalmente la classica storia di due sorelle. Una bella, l’altra passa inosservata. Una estroversa, l’altra celata dietro tutto e tutti. Come ogni inizio classico, poi c’è un cambiamento più o meno drastico. In questo caso, le sorelle, riscoprono la loro complicità, si confidano, e in qualche modo domano quel mostro che è la malattia. Ho trovato semplicemente speciale l’ironia con cui il tema del “tumore”, viene spolpato e annientato. Mi sono innamorata dell’ironia di Stephen, il padre delle ragazze, della sua capacità di rompere gli elettrodomestici o di rimpicciolire il bucato. 
Ava è coraggiosa, ma inevitabilmente crolla. Ma non crolla sola. Sebbene Ted tenta la carriera di modella, il romanzo, la proietta sempre con la mente alla famiglia, e al bisogno che ha di lei sua sorella. Eppure Ted non abbandona i sogni. Finché un giorno si trova di fronte ad un bivio che solo una persona nuova e speciale le può far riconoscere. 
Quel capolinea che deve affrontare per crescere, sapendo che c’è sempre una giusta scelta e una sbagliata, o forse semplicemente una scelta che può attendere.
Mi sono divertita in compagnia di queste due adolescenti o poco più. Mi sono divertita a seguire le peripezie di un mondo che non conoscevo rendendomi conto che fare la modella è quasi e dico quasi, un mestieraccio. 
Se non fosse per i soldi che prendono e la passione che sicuramente ci mettono, non so cosa spinga certe ragazze a fare questo lavoro.
Vorrei sottolineare, che ho amato il momento il cui l’agente di Ted le dice di scartare i carboidrati e mangiare quello che avanza, cioè niente, e Ted risponde che lei deve crescere e ha bisogno di quei carboidrati! Credo che se tutte le modelle potessero far capire questo ai loro agenti, l’anoressia verrebbe meno.

0 commenti:

Posta un commento