venerdì 28 giugno 2013

Recensione Il Confine di un Attimo di J.A. Redmerski

Titolo
Il Confine di un Attimo
Autrice
J.A. Redmerski
Editore
Fabbri
Pagine
454
Prezzo
€ 14,90
Trama
Camryn Bennett, vent’anni, non è certo il tipo da restare ingabbiata in una vita ripetitiva sempre uguale a se stessa. Ma da quando il suo ragazzo è morto in un terribile incidente, niente sembra più importarle davvero… Dopo che anche la sua migliore amica le volta le spalle, Camryn salta su un autobus, con solo un telefono cellulare e una piccola borsa, decisa a fuggire da tutti coloro che la vogliono incasellare in una vita che non le appartiene. Nel viaggio incontra un ragazzo di nome Andrew Parrish, un tipo non molto diverso da lei, da cui si sente irresistibilmente attratta. Andrew vive la vita come se non ci fosse domani: la provoca, la diverte, la protegge, la seduce, le insegna ad assaporare ogni singolo momento e ad ascoltare le sue emozioni più profonde, i suoi desideri più veri e inconfessati. Ben presto diventa il centro della sua vita. Ma Camryn ha giurato di non lasciarsi andare mai più, di non innamorarsi mai più… E il segreto che Andrew nasconde li spingerà irrimediabilmente insieme o li distruggerà per sempre?
Valutazione   
Ok. Devo riprendermi un attimo e poi cercherò di scrivere le mie impressioni su questo romanzo. Forse non è stata una grande idea quella di scrivere subito la recensione appena finito il libro, ma volevo raccogliere le mie emozioni fresche e condividerle con voi all' istante. 
Il Confine di un Attimo è il romanzo che non ti aspetti. E credetemi quando dico questo. Parti dal presupposto che il romanzo racconti una storia d' amore travagliata, bollente, per adolescenti. E sino a metà romanzo ti accorgi che è proprio così. Sei indeciso se fermarti e abbandonare questa avventura oppure proseguire e scoprire cosa l' autrice e i suoi protagonisti hanno deciso di riservarti. Non vi nascondo che per la prima metà anche io ho vacillato. Ho creduto che la storia di Camryn ed Andrew fosse la solita solfa trita e ritrita, condita da un po di sesso esplicito e niente di più. Invece ti rendi conto che, per tutto il tempo, non hai fatto altro che sbagliarti clamorosamente. Il Confine di un Attimo parte un po in sordina, lentamente, anche noiosamente. Camryn decide di partire per un viaggio negli Stati Uniti, senza meta, senza destinazione, solo con un sacco in spalla e tanta, tanta voglia di solitudine e riflessione. Dopo aver perso tragicamente il suo fidanzato in un incidente d' auto, dopo aver subito le avance del fidanzato della sua migliore amica, Camryn è decisa a fuggire lontano per riacquistare il controllo della sua vita, per riottenere la sensibilità al mondo e la voglia di vivere. Nel suo viaggio incontrerà un ragazzo, di cinque anni più vecchio di lei, ma come lei afflitto dai dispiaceri della vita e con lui inizierà un lungo percorso, emozionale, fisico, importante verso il centro nevralgico delle sue paure e dei suoi sentimenti. On the road, immersi nelle preoccupazioni e nei piaceri della reciproca compagnia, intraprenderanno il lungo viaggio che li porterà ad una vera e propria trasformazione. Camryn parte la sua avventura con un bagaglio di angosce e infelicità notevoli. Percepiamo in lei, fin da subito, amarezza e tristezza, nessun entusiasmo particolare nei progetti futuri ma solo insicurezza e una chiusura ermetica in se stessa tale da non lasciar penetrare in lei nessuna emozione negativa nè positiva che possa nuocerle ulteriormente. In Andrew, al contrario di Camryn, traspare entusiasmo, vitalità, sex appeal, sicurezza. Facilmente ci si riesce ad innamorare di lui. 
Il Confine di un Attimo, per dirla in gergo giovanile, spacca. Ma spacca letteralmente. Spacca il cuore dei protagonisti e spacca il cuore di chi lo legge. Come vi anticipavo prima, questo romanzo ti colpisce al cuore, ti imprigiona in una girandola di sensazioni diverse e ti provoca lacrime su lacrime. Questo perchè l' autrice ti colpisce a tradimento. Come una saetta improvvisa ti sconvolge in un primo momento, ti paralizza in un secondo e ti stravolge per i colpi di scena del tutto impreparati. Solitamente sono abbastanza intuitiva e solo di rado rimango impressionata e sorpresa da questi. In questo romanzo, invece, sono rimasta del tutto scioccata. Non ero preparata a niente di tutto questo e non ero preparata alla valanga di emozioni che si sono abbattute su di me.
E' vero che all' inizio, e lo dico nel modo più sincero possibile, ho valutato il libro come la solita, inutile storia d' amore. Piena dei soliti clichè e noiosetta, mi aveva quasi tentato ad interromperla. Poi però sono subentrate in scena altri aspetti importanti, fondamentali e da stucchevole, la storia si è trasformata in appassionante, coinvolgente ed irresistibile. Come New Adult, J.A Redmerski ha donato a questa storia numerose scene sessuali esplicite. Per quanto siano usati termini diretti, personalmente non ho trovato nessuna scena volgare o eccessiva. A suo merito, c'è da dire che l' autrice ha reso il tutto dolce, sensibile e intensamente peccaminoso.
Alla fine, al di là della partenza claudicante, mi sento di dire che questo romanzo lascia qualcosa. Innanzitutto lascia un susseguirsi di emozioni che ancora serpeggiano e lottano per districarsi dal tumulto causato dalla lettura. E questo, in ogni caso, è un gran pregio per un libro. E come seconda cosa, ho notato che, nonostante sia nato come new adult, Il Confine di un Attimo dovrebbe essere letto anche da un pubblico adulto, per la profondità che contiene e per gli spunti interessanti di riflessione che rilascia. 
Non riesco a dare un punteggio pieno a questo libro perchè, come avrete capito, l' inizio non mi ha fatto impazzire, ma sicuramente mi sento di consigliarlo. Vi avviso però che sono abbastanza sicura di non leggere il secondo. Non per qualche demerito alla Redmerski o alla storia, ma semplicemente perchè vorrei salvaguardare il controllo delle mie emozioni. Toccante, dolce, intenso, Il Confine di un Attimo è stata una gran bella rivelazione.

4 commenti:

  1. Il genere ancora non mi convince pienamente, ma questo mi attira tanto :) E' la quarta recensione positiva che leggo oggi. E' una congiura?! :P

    RispondiElimina
  2. Ahahah si Mik, tutto accade per un motivo in effetti! Chissà che queste recensioni ti spingano a leggerlo! Ti dirò che nemmeno io sono troppo convinta sul genere, ma questo è stata una sorpresa..

    RispondiElimina
  3. sono arrivata qui per caso. Ti seguo e continuo un po' a navigare nel tuo blog! Ti aspetto da me.

    RispondiElimina
  4. da 42 enne , dico che questo libro da tanto , ma tanto ....
    vero che l'inizio è partito in sordina , ma poi da metà libro è un crescendo che ti emoziona e sconvolge

    RispondiElimina