giovedì 21 marzo 2013

Recensione L' Ombra della Notte di Deborah Harkness

Titolo
L' Ombra della Notte
Autrice 
Deborah Harkness
Editore
Piemme
Pagine
752
Prezzo
€ 19,90
Trama
Nella biblioteca Bodleiana di Oxford, Diana Bishop, giovane storica e studiosa di alchimia, scopre un misterioso manoscritto: prima di restituire irrimediabilmente il libro, il tocco della sua mano sulla copertina rilegata in pelle riaccende in lei la magia che aveva tentato invano di bandire dalla sua vita dopo la morte dei genitori. Diana discende infatti da una nota stirpe di streghe, e non è l’unica a essere fatalmente legata all’Ashmole 782, di cui nel frattempo si sono perse le tracce: demoni, vampiri e streghe ne subiscono il fascino e cercano di decifrarne i contenuti sibillini. Tra questi, l’affascinante professore di genetica Matthew Clairmont, vampiro eternamente giovane. Il libro regola l’esistenza delle creature ultraterrene e nasconde i segreti per scongiurarne l’estinzione. Diana e Matthew si innamorano e si scelgono per la vita secondo il disegno di un destino a loro sconosciuto. Ma la loro unione è bandita dalla legge delle streghe e dei vampiri. Alla ricerca del prezioso volume, i due innamorati si catapultano nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana del 1591, alla corte della regina. Li accoglie un esclusivo circolo di personaggi: la misteriosa “Scuola della Notte”, tra cui spiccano il drammaturgo Christopher Marlowe, il poeta George Chapman, l’astronomo e matematico Thomas Harriot. Ma il XVI secolo non è un posto sicuro: in quegli anni di spietata caccia alle streghe e diffuso pregiudizio, l’unione dei due giovani rischia di scatenare un conflitto di proporzioni inimmaginabili. Diana e Matthew intraprenderanno uno strabiliante viaggio attraverso l’Europa, fino a Praga: la loro unica speranza di salvezza sarà mettere a punto un piano per rubare il testo alchemico e fare ritorno al XXI secolo.
Valutazione   1/2
Evidentemente Deborah Harkness ha deciso di farci dannare. Dopo un primo romanzo bello ma altrettanto lungo, L' Ombra della Notte ricalca le orme del suo precedente, grazie al suo voluminoso contenuto, e ci racconta la storia di Diana e Matthew esattamente da dove l' avevamo lasciata. 
Dopo aver salvato la vita a Matthew ed essersi legata per sempre al vampiro, Diana e suo marito intraprendono un viaggio nel tempo per ritrovare l' Ashmole 782, un antico manoscritto che regola l' esistenza e previene l' estinzione di tutte le creature soprannaturali che albergano sulla terra, nel frattempo cercando di comprendere al meglio e ottenere maggiore dimestichezza con i suoi poteri da strega.
In questo viaggio nel tempo, Diana e Matthew verranno catapultati nell' Inghilterra del 1590 alla corte di Elisabetta I, un regno pericoloso per le creature dotate di poteri soprannaturali, soprattutto per le streghe, perseguitate, imprigionate e uccise sul rogo. Diana dovrà proteggersi da complotti segreti, superstizione, viaggi e personaggi particolari quanto insidiosi. Inoltre, immersa nell' età elisabettiana, Diana da storica e studiosa, sarà entusiasta di vivere e interloquire con alcuni dei più famosi e importanti intellettuali di quel tempo. Da Henry Percy a Christopher Marlowe, da Walter Raleigh a Mary Sidney, L' Ombra della Notte è intriso di storia e cultura, di passato e magia. Diana, sempre più potente e spaventata, dovrà abbracciare la stregoneria per modellare e controllare i suoi enormi poteri. In tutto questo sarà accompagnata dal fedele e protettivo marito Matthew il quale, nel corso del romanzo, dovrà contrastare i propri demoni interiori e ritrovare la serenità che solo Diana può dargli. Matthew è tuttavia un vampiro, e come tale conserverà un lato misterioso e oscuro, fatto di segreti con i quali Diana dovrà combattere. L' Ombra della Notte è questo e molto altro. E' difficile dover elencare tutto quello che Deborah Harkness è riuscita ad unire in un romanzo della lunghezza di 700 pagine. 
Come nel suo precedente, Il Libro della Vita e della Morte, questo libro racchiude molta magia, incantesimi, stregoneria e amore. Finalmente la storia di Diana e Matthew si trasforma in un matrimonio si proibito, ma potente, passionale ed emozionante. Ci saranno scene adult, ci saranno momenti di assoluta e sensibile intimità. Ci sarà spazio per i viaggi, ci sarà spazio per la storia, ci sarà spazio per l' amore tra marito e moglie e tra genitori e figli, ci sarà spazio per ribelli e cavalieri, tutto in un unico romanzo. Di questi tempi con l' abbondanza che contraddistingue i romanzi della Harkness si potrebbero costruire altri due o tre libri. Forse è questo il punto debole di una storia che sà ammaliare e avvolgere il lettore tra le sue spirali. Il libro è discretamente lungo (non mi lamento di 700 pagine), ma raccontato con placidità e racchiudendo troppe cose in un unico libro. 
La storia che c'è tra Diana e Matthew non ha difetti, è semplicemente perfetta sia con i problemi che entrambi sono costretti ad affrontare, sia con i lati enigmatici che contraddistinguono i loro personaggi.
L' ambientazione elisabettiana con tutti i personaggi presenti nel libro, tra l' altro, lo rendono ancor più affascinante. Io sono convinta che questa saga, al di là della lunghezza o della lentezza in alcuni passaggi, andrebbe letta. Perlomeno, chi è affascinato da streghe e vampiri, e amante del periodo storico appartenente al regno di Elisabetta, potrà essere soddisfatto da questa lettura. In confronto al primo poi, L' Ombra della Notte, ha sicuramente maggior ritmo e un' avventura che si sviluppa dietro l' altra. Diana e Matthew e l' amore profondo che riservano l' uno all' altro faranno felici anche gli animi romantici.
Sta di fatto che ho amato il primo, ho letto con amabile piacere il secondo e mi aspetto scintille dal terzo. 

6 commenti:

  1. Bellissima recensione!!!
    purtroppo non ho letto ne il primo ne il secondo, ma spero di recuperare al pi presto!!!

    RispondiElimina
  2. il primo è stato molto bello, rifinito nei dettagli (citazioni filosofiche, letterarie, riferimenti storici e quant'altro) forse manca un po' di azione, ma credo e spero che nel secondo ce ne sia un po' di più. Ho amato molto le zie, :D

    RispondiElimina
  3. @Mary
    Grazie mille cara!
    @Zoom Books
    Ciao! Guarda ti posso dire che, come anticipato nella recensione, in questo secondo romanzo la Harkness si preoccupa molto più del lato romantico donando comunque un certo livello d' azione, rappresentata soprattutto con la comparsa di personaggi interessanti (alcuni davvero adorabili e ben congeniati) e viaggi, tanti viaggi che aumenteranno il ritmo del libro. Purtroppo per le zie ci sarà poco spazio però ^_^

    RispondiElimina
  4. adoro i personaggi interessanti (Specie se storici, realmente esistiti :D ) Peccato per le zie, con alcune delle loro battute e con i loro sguardi mi sono scompisciata dalle risate :). Cercherò di convincere qualcuno a regalarmi questo libro, 17 euro trovo che siano un po' troppe, nonostante la scrittrice meriti e molto. A presto :)

    RispondiElimina
  5. Ciao ho finito ora di leggere questo libro è l'ho trovato ricco:
    di amore, di passioni, di paura, di curiosità, di coraggio, di magia... che più ne ha più ne metta. Questa autrice sa farti sentire la storia intorno a te. La lettura non può procedere troppo spedita per le innumerevoli descrizioni di luoghi di personaggi di situazioni, ma è questo il bello ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Grazie mille per aver espresso la tua opinione! Sono sempre curiosa di scoprire cosa pensate di un romanzo ^_^

      Elimina