giovedì 14 marzo 2013

Le Recensioni di Jessica: Se Fosse Per Sempre di Tara Hudson

Titolo
Se Fosse Per Sempre
Autrice
Tara Hudson
Editore
Nord
Pagine
360
Prezzo
€ 18,60
Trama
Chissà da quanti anni Amelia si aggira sull'argine del fiume, invisibile al mondo e sospesa in un eterno presente. Quand'è morta - proprio in quel fiume di anni ne aveva solo diciotto e, da allora, una specie di nebbia ha inghiottito ogni suo ricordo, dal volto della madre alle risate degli amici, dal profumo delle rose al sapore delle albicocche, condannandola a una cupa solitudine. Finché, un giorno, avviene una cosa incredibile: nelle stesse acque scure che hanno segnato il destino di Amelia, un ragazzo rischia di annegare. E lei riesce ad aiutarlo, a salvarlo, a farlo vivere. Perché quel ragazzo - unico al mondo? - può vedere Amelia, può sentire la sua voce, può accarezzare il suo viso. In quell'istante, lei capisce di non essere più sola, di aver trovato qualcuno pronto ad affrontare qualsiasi sfida, per lei. Ma, soprattutto, di aver trovato qualcuno in grado di far palpitare il suo cuore, quel cuore che ormai aveva cessato di battere. Se fosse per sempre, sarebbe un amore perfetto. Se fosse per sempre...
Valutazione  
Amelia, anima solitaria che vaga da anni lungo le rive del  fiume dove morì. Amelia, un fantasma, invisibile agli occhi, invisibile al cuore dei vivi. Ogni suo ricordo è avvolto da una nebbia fitta, nebbia che inizia a diradarsi solo quando incontra e salva Joshua. Joshua precipita dal ponte nel suo stesso fiume, muore per un istante ma poi ce la fa. Il fatto è che in quel lasso di tempo in cui Joshua muore, riesce a vedere Amelia e questa capacità gli rimane anche quando torna in vita. Così, lei e Joshua iniziano a vedersi sempre più spesso, affascinati da ciò che sono e che scopriranno di essere, indagando nelle loro stesse vite. Amelia, si trova però a fare i conti con un altro strano fantasma, che come lei, vive sulle rive del fiume e che fino a quel momento non era mai riuscita  a vedere. 
Inizia una lotta, fra lei e il fantasma, un ritorno e un distacco alla sua vita da viva, una sofferenza continua al pensiero di poter perdere Joshua. Se fosse per sempre è un amore, un amore che non sa ancora se gli è possibile esistere. 
Se fosse per sempre non ha tradito le mie idee sui racconti di fantasmi. Purtroppo, non mi ha preso come pensavo. La storia è molto carina, ma come i protagonisti, credo che si possa rivolgere molto di più ad un pubblico adolescenziale. In ogni caso, trovo che sia rappresentato bene l’amore fra i due giovani, il desiderio del primo contatto, del primo bacio.  
Questo libro, racconta di fantasmi e delle  continua diatriba  che  essi hanno con  i vivi. La classica domanda: “Credo o non credo?”
Io onestamente ci credo, credo che ci sia qualcosa oltre a noi. Non so fino a che punto, ma sicuramente c’è qualche entità invisibile. Qualcosa che va al di la di ogni possibile spiegazione. Ecco, mi riesce difficile credere agli alieni, per esempio. Ma non so perché, con i fantasmi è differente. Forse per testimonianze dirette, da fonti affidabili.
Questo romanzo, non è nulla di nuovo per me. Per chi ci crede, queste storie, sono solo un’aggiunta. Per chi non ci crede, forse, questo libro è da scartare anche se come dicevo, la storia in se può andare bene per un pubblico decisamente più giovane, in ogni caso, vediamo cosa ci riserva il secondo capitolo.

3 commenti:

  1. A me era piaciuto molto, forse perchè era la prima storia sui fantasmi. Comunque è una storia molto dolce!!!
    complimenti per la recensione!!

    RispondiElimina
  2. Grazie ad entrambe, vediamo che impressione avrò con il secondo :)
    XOXO

    RispondiElimina