mercoledì 6 febbraio 2013

Recensione Il Bacio della Morte di Marta Palazzesi

Titolo
Il Bacio della Morte
Autore
Marta Palazzesi
Editore
Giunti Y
Pagine
384
Prezzo
€ 12,00
Trama
Quando hai diciotto anni, vivi nelle remote foreste della Romania e il tuo unico obiettivo è dare la caccia alle spietate creature che popolano il Mondo Sotterraneo, non può permetterti distrazioni. E questo Thea lo sa molto bene. Abile mezzo demone dotato del potere dei sogni, è una ragazza ribelle e irriverente. Ma quando riceve il pugnale con cui cacciare gli Azura, è più che determinata a impegnarsi fino in fono negli allenamenti che la renderanno ufficialmente una Cacciatrice, mettendo da parte tutto il resto. Però non sempre le cose vanno come previsto e Thea si ritrova costretta non solo a combattere un nemico infido e crudele, ma anche a resistere al costante impulso di azzuffarsi col padre, dal quale ha ereditato i poteri da Incubo. Ma sopratutto deve cercare di contenere l'attrazione per il nuovo compagno di caccia, un affascinante mezzo Succubo dal passato oscuro. Inaspettate rivelazioni e inquietanti avvenimenti sconvolgeranno pericolosamente la vita di Thea, divisa tra i desiderio di seguire chi ama e compiere il proprio dovere.
Valutazione  
Il Bacio della Morte è un romanzo young adult che scorre molto velocemente, grazie anche ad una trama piuttosto leggera ed ironica e ad uno stile non troppo impegnativo e fresco. La protagonista della storia è Thea, una ragazza mezzo demone che vive in Romania e sta per diventare a tutti gli effetti una cacciatrice di Azura, mostri molto simili agli esseri umani ma di gran lunga più temibili e sanguinari. 
Thea possiede inoltre un prezioso potere, quello di controllare e creare sogni, acquisito dal misterioso e poco presente padre. Come dicevo in precedenza, Thea insieme ai suoi amici Serena, Came e Shane si sta addestrando per diventare una cacciatrice di Azura a tutti gli effetti. Durante questo periodo di addestramento Thea viene accoppiata con un nuovo ragazzo giunto a Palazzo, Damian, dal passato drammatico e piuttosto taciturno e misterioso. Damian è un perfetto e abile combattente, ma riserva a Thea la parte più dura e scontrosa di sè stesso. Questo non fa altro che irritare e alimentare il carattere già irascibile e impulsivo della ragazza. Difatti Thea, è un tipetto molto tosto e determinato. Queste sfaccettature del suo carattere saranno fonte d' aiuto e risorsa per affrontare i problemi che inevitabilmente giungeranno. Perchè sicuramente giungeranno.
Il Bacio della Morte è stata una lettura, come ad inizio recensione dicevo, molto leggera e veloce. Salta subito all' occhio la sfilza di personaggi sia principali che secondari che danno vita a questo romanzo. Ogni personaggio è caratterizzato bene e dotato di piccoli arricchimenti, molto divertenti nella maggior parte dei casi. La protagonista Thea è una ragazza senza peli sulla lingua, coraggiosa e molto suscettibile. Proprio questo lato di sè, che la caratterizza maggiormente, ha donato all' intera narrazione una dose divertente di allegria e ilarità. 
Nel libro sono presenti le dinamiche più basilari di uno young adult, il romanticismo e l' azione, un pochino più offuscata dall' evoluzione dei diversi rapporti sentimentali presenti nella trama. Così come tra Serena e Came sappiamo ci sia del tenero, anche Thea dovrà affrontare non solo guai derivanti dalla sua indole esuberante e dalla guerra con gli Azura, ma anche da un triangolo amoroso in via di formazione. Il rapporto fra Damian e Thea, rimarrà teso per buona parte della storia, mentre l' arrivo inaspettato di Alex (il cugino di Serena) creerà non poco scompiglio, grazie anche alla sua verve energica e affascinante.
Leggendo questo libro e forse vi siete resi conto anche voi, è facile fare un paragone con la serie dell' Accademia dei Vampiri di Richelle Mead. Ebbene, ho notato anche io molte somiglianze con la ben celebre saga vampiresca della Mead, soprattutto nel caso di Thea e Alex. Non so se l' autrice si sia ispirata o meno all' Accademia dei Vampiri, ma in ogni caso la storia ha comunque una sua particolare evoluzione e differenzia in molte altre parti. Detto questo, ribadisco il mio parere sul Il Bacio della Morte, definendolo come una lettura fresca e piacevole, sicuramente non troppo impegnativa, ma consigliata a chi intende procedere con un romanzo leggero, divertente e con la giusta quantità del nostro amato mondo soprannaturale.

3 commenti: