mercoledì 28 novembre 2012

Segnalazione e intervista con Francesca Civiletti e il suo Il Corvo e lo Scorpione

Buongiorno cari lettori!
Oggi vi segnalo un' interessantissima uscita italiana di un' autrice esordiente, Francesca Civiletti, e del suo fantastorico Il Corvo e lo Scorpione in uscita la prossima settimana per la Rogiosi Editore. Oltre a presentarvi il suo primo romanzo, sono felice di poter ospitare la simpaticissima autrice e fare una piccola chiacchierata con lei per introdurvi meglio al suo libro e al mondo di Rowan.

Titolo
Il Corvo e lo Scorpione
Autore
Francesca Civiletti
Editore
Rogiosi Editore
Pagine
380
Prezzo
€ 14,00
Trama
Quale destino attende la giovane Rowan, unica superstite dell’incendio di Ynys Mon da parte delle Legioni di Nerone? Incontri sorprendenti, rivelazioni inaspettate e una difficile missione da compiere: impedire che l’Uroboro, un antico manoscritto di inestimabile valore, cada nelle grinfie dell’ordine nero di Roma. Gli Scorpioni Neri.
Significherebbe immenso potere per una setta votata al male che, da tempo immemorabile ha l’obiettivo di rompere il Patto di Equilibrio tra il Bene e il Male, sulla Terra e nell’Aldilà.Nella sua lotta contro il tempo e terribili forze oscure, dalla Britannia alla verde Erin, dalla Gallia al cuore dell’Impero, Rowan potrà contare sulla sua sapienza druidica e la sua abilità di guerriera; ma anche sulla solidità di un veterano della Ventesima Valeria Victrix, la furbizia di un pirata dal sangue nobile, gli occhi vigili di un misterioso Guardiano, e una buona dose di coraggio. Saranno sufficienti per riuscire nell’impresa?

L' Autrice
Francesca Civiletti è nata nel 1976 a Milano, ma il suo cuore è ancora a Dublino dove ha vissuto per un anno nel 2004 e iniziato la stesura de “Il corvo e lo scorpione”. È copywriter freelance, e questo è il suo primo romanzo.





---------------------------------------------------------------------------------------

1. Ciao Francesca e benvenuta sul blog. Vuoi parlarci un po di te per farti conoscere ai nostri lettori?

Grazie Francy, volentieri! Sono nata a Milano, 36 anni fa: maturità classica, una laurea in pubbliche relazioni e un master in copywriting. Da 6 anni sono sposata con Mario, abbiamo un simpaticissimo Jack Russel “pazzo”, Frankie, e di lavoro faccio la copywriter. Adoro i cavalli, gli animali in generale, dipingere e… scrivere!

2. Come e quando è iniziata la tua passione per la scrittura?

Da bambina mi divertivo a inventare storie fantastiche, con protagonisti i soliti personaggi fuori dal comune: maghi, fate, folletti, creature dotate di poteri straordinari… Di sicuro mi erano di ispirazione le favole che mio papà mi raccontava per farmi addormentare, come quelle di Le mille e una notte, di Andersen e di Walt Disney. Ma i miei primi tentativi di scrittura non sono stati racconti, bensì poesie. Poi a 13 anni ho iniziato la mia prima stesura di un romanzo. Non aveva nemmeno un titolo: la protagonista era Ermione, la “sconosciutissima” figlia della regina Elena di Troia. L’ho mollato lì dopo appena 17 pagine. Ma non era male l’incipit! Ce l’ho ancora da qualche parte tra le mie infinite scartoffie. Era scritto a macchina, una bella Olivetti “Valentina” rossa.

3. Parlaci del tuo romanzo d' esordio, Il Corvo e lo Scorpione.

Heee be’… è la mia creatura (creaturina) e quindi, come le mamme con i propri piccoli, ne sono fiera a prescindere… Anche solo per il fatto che sia scaturito dalla mia testolina, e poi mi sono divertita molto a scriverlo. L’ho iniziato a Dublino nel 2004, ho proseguito pian pianino da quando sono tornata a Milano, fino a quando finalmente sono riuscita a terminarlo. Ci ho messo un sacco di tempo a scriverlo, tra il lavoro che facevo prima, il matrimonio, il master, il “nuovo” lavoro… Parla di Rowan, una giovane aspirante guerriera e sacerdotessa, che deve affrontare mille traversie sia per evitare che un potente manoscritto cada nelle mani sbagliate, sia per scoprire la sua vera identità. Siamo nel I secolo d.C. all’epoca di Nerone, per intenderci: Britannia, Gallia, Irlanda (Erin), Italia sono i luoghi fisici in cui si svolge Il corvo e lo scorpione, e poi ce n’è un altro che interviene a volte nel romanzo per dare quel tocco di mistero in più… l’Aldilà, con cui Rowan ha un legame molto speciale…

4. Quali sono le tue autrici/autori preferiti?

Terry Brooks con la saga di Shannara mi ha aperto un altro mondo, Marion Zimmer Bradley l’ho adorata per “Le nebbie di Avalon” e “La Torcia”, Pat O’Shea per “La pietra del vecchio pescatore”, e poi Michael Ende per la storia infinita, Stephen King, “IT”, Anne Rice, “L’ora delle streghe”. Gary Jennings: il suo “Predatore” per me è stato vero amore! Un romanzo perfetto. Quindi, come vedi, forse ho dei libri preferiti più che degli autori del cuore.

5. Se dovessi suggerire ai lettori un motivo per leggere il tuo libro quale sarebbe?

L’ho scritto di getto, per divertirmi e per cercare di trasferire tra le righe tutta la magia che credo esista in ogni cosa su questo mondo. Dalle persone che ci vivono o che ci hanno vissuto, dai luoghi alla loro storia, è permeato, infatti, da energie che vanno al di là di quello che si vede. Solo certe persone sanno coglierle. Altre ancora le sanno utilizzare. La cosa speciale, per cominciare, è crederci. Il mio romanzo è un invito a farlo. È un intreccio tra storia realmente accaduta, e storia inventata, tra mondo materiale e ultraterreno. Tra fantasia e realtà. E perché non potrebbero esistere entrambe? Per lo stesso motivo che do ai lettori per leggere “Il corvo e lo scorpione”: perché no?

Grazie per essere stata mia ospite e un caloroso abbraccio.

0 commenti:

Posta un commento