venerdì 2 novembre 2012

Recensione Shadowhunters. Città delle Anime Perdute di Cassandra Clare

Titolo
Città delle Anime Perdute
Autore
Cassandra Clare
Editore
Mondadori
Pagine
552
Prezzo
€ 17,00
Trama
Lilith, madre di tutti i demoni, Ë stata distrutta ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, scoprono che Ë scomparso, ed Ë sparito anche il figlio di Valentine, Sebastian. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. Ben presto, Clary ritrova Jace ma scopre che non Ë pi_ la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore di Valentine. Purtroppo non Ë possibile uccidere uno, senza ferire anche l’altro. A chi spetter‡ il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, ora che Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace?
Valutazione:     
Siamo arrivati al quinto e penultimo volume di una serie a me molto cara: quella degli Shadowhunters di Cassandra Clare. L' attesa tra una pubblicazione e l' altra è infernale, quasi devastante e quando finalmente si ha il libro in mano, il tempo scorre troppo veloce. Lo si divora in un breve lasso di tempo, nonostante le pagine siano più di cinquecento. E' impossibile fermarsi. E' impossibile trattenersi. Se qualcuno mi chiedesse perchè amo così tanto la Clare, la risposta sarebbe appunto questa. L' incapacità febbrile di riuscire a staccarsi da quella storia e da quelle pagine. 
Ma ricapitoliamo un po la trama. Jace è sparito, così come è scomparso misteriosamente il corpo del fratellastro di Clary, ovvero il figlio malvagio di Valentine, Sebastian. Lilith è stata sconfitta, ma dei due ragazzi non ve ne è traccia. Clary è disperata e lo stesso vale per Alec e Isabelle. Insieme e con l' aiuto di Simon, ora trasformatosi in vampiro con il marchio di Caino sulla fronte e con l' aiuto dello stregone Magnus, i ragazzi tentano di localizzare Jace ma inutilmente. Una sera però, Jace accompagnato da Sebastian arriva a casa di Clary gettando nel panico la ragazza, la madre Jocelyn e Luke. Clary si accorge subito che c'è qualcosa di profondamente sbagliato in Jace. Non è più lui, o perlomeno sembra posseduto e legato da Sebastian. Con orrore, inoltre, scopre che se ferisce uno, irrimediabilmente ferisce anche l' altro. L' unico modo per tentare di salvarlo è fuggire via con lui. E Clary farà proprio questo. Nonostante la presenza fissa e inquietante di Sebastian, Clary starà accanto al nuovo Jace tentando disperatamente di trovare un modo per liberarlo dal legame con il fratellastro. Nel frattempo, anche Alec, Isabelle, Simon e Magnus tenteranno tutto il possibile per trovare un' arma in grado di uccidere Sebastian e non Jace. Sperando che non sia troppo tardi.

Città delle Anime Perdute incanta, appassiona, attrae il lettore nel mondo complicato, distruttivo ma semplicemente fantastico degli Shadowhunters. Questo volume, così come gli altri, conserva al suo interno il dolore, la sofferenza e il senso di perdita che caratterizza questa saga. Ma possiede anche l' amore, quello vero, quello vivo, quello per cui sacrificheresti ogni cosa pur di poterlo alimentare e custodire nel cuore. Il romanzo parla d' amore, l' amore puro, sincero ed eternamente complicato di Clary e Jace. Un amore contrastato sin dall' inizio, ma indissolubile e che lega entrambi ad un destino tutt' altro che semplice. Clary in questo volume, la vedremo cambiata, maggiormente risoluta, impulsiva. Non riflette nemmeno un istante e si catapulta nell' ignoto, nel pericolo pur di salvare il suo amato Jace. Clary è così. Impossibile da odiare, semplicissima da amare. Ho provato profonda nostalgia per il vero Jace, il graffiante, spregiudicato ed ironico ragazzo conosciuto nei libri precedenti. Questa è la brutta copia di sè, una marionetta i cui fili sono manovrati da quel pazzo di Sebastian. Ci manca, e con lo scorrere della pagine, questa nostalgia si fa sentire sempre più forte. E poi c'è Sebastian, il nuovo cattivo, colui che ha ereditato (e direi egregiamente) il ruolo che un tempo era di Valentine. Folle. Solo con un aggettivo potremmo descrivere il suo personaggio. Ma senza di lui non ci sarebbero colpi di scena, non ci sarebbe quella fiamma che dà vita alla narrazione. Come, poi, non citare Simon, uno dei protagonisti assoluti di questa saga. Il dolce e caro Simon. Un personaggio completamente diverso da Jace ma a cui ugualmente è impensabile non affezionarsi.
In Città delle Anime Perdute ho notato una crescita dei protagonisti. Un livello di passionalità molto più alto rispetto a prima, una cosa che sinceramente si era vista ben poco rispetto ai volumi precedenti. Crescono i personaggi, cresce e diventa ancora più brava la Clare. Il suo è un universo di personaggi perfetti, modellati alla perfezione con i quali si riesce istantaneamente a creare un' esemplare sintonia. E le dinamiche costruite intorno ad essi riescono a far si che il lettore non si stanchi mai di loro e della loro storia. Il romanzo essenzialmente è narrato in terza persona, ma da molti personaggi, così che, invece di creare confusione come si potrebbe pensare, la storia viene compresa e vissuta a 360°. Solitamente consiglio questa saga per tutte le cose precedentemente citate. E poi perchè la Clare è un marchio di garanzia. Con lei e con gli Shadowhunters sarà impossibile annoiarsi. Semplicemente fantastici.

5 commenti:

  1. O.M.G.
    Non vedo l'ora di avere questo libro tra le mani.
    Sul serio.

    RispondiElimina
  2. a breve lo leggerò pure io... oddio sto impazzendo ma ce la farò XD

    RispondiElimina
  3. Uh ragazze leggetelo *.* sentirete la mancanza di Jace, quello vero :)

    RispondiElimina
  4. Bravissima Francy! Bella recensione per un libro stupendo che, come i primi tre, ha saputo incantarmi, emozionarmi e conquistarmi. La Clare è davvero unica. Come dici tu una vera garanzia! Serie assolutamente imperdibile!!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie tesoro! Sono felice di sapere che la Clare è riuscita ad incantarti come è successo con me! Meravigliosa! Un abbraccio!

    RispondiElimina