sabato 17 novembre 2012

Recensione A Nudo Per Te di Sylvia Day

Titolo
A Nudo Per Te
Autore
Sylvia Day
Editore
Mondadori
Pagine
336
Prezzo
€ 14,90
Trama
Lei è Eva Tramell, giovane neolaureata che sta per iniziare il suo primo lavoro in un'importante agenzia pubblicitaria a Manhattan.
Lui è Gideon Cross, carismatico e affascinante uomo d'affari, proprietario dell'agenzia e del lussuoso palazzo in cui entrambi lavorano.
Quando si incontrano, l'attrazione tra loro è istantanea e irresistibile, di quelle che non lasciano scampo. Gideon desidera Eva sopra a ogni cosa, ma rifiuta qualunque coinvolgimento sentimentale, perché non vuole mescolare sesso e amore.
Eva, dal canto suo, è travolta da una passione che non pensava avrebbe mai provato, ma non accetta di farsi trattare come un semplice oggetto del desiderio o una trattativa d'affari da portare a termine rapidamente e con successo, cosa a cui lui è abituato da sempre.
Entrambi devono fare i conti con un passato difficile e tormentato, e quando inizia a farsi strada un sentimento più profondo, le barriere che hanno faticosamente costruito negli anni per proteggersi rischiano inevitabilmente di crollare.
Sullo sfondo della New York sfavillante dell'alta finanza, dove apparenza e ricchezza contano più di ogni altra cosa, Eva e Gideon sono costretti a mettersi totalmente in gioco e a lasciarsi andare alla loro ossessione.
A nudo per te è il primo romanzo della Crossfire Trilogy che ha raggiunto subito i vertici delle classifiche americane e inglesi, diventando in pochissime settimane un bestseller internazionale. Una storia unica e indimenticabile, un mix esplosivo di erotismo e seduzione: A nudo per te è questo e molto di più.
Valutazione:   1/2

Oggi parleremo di A Nudo per Te, il primo volume della nuova trilogia erotica che Mondadori ha deciso di proporci cavalcando l' ormai spaventoso successo delle Cinquanta Sfumature di Christian Grey. Spero vivamente e cercherò di non fare alcun tipo di paragone tra quella e questa trilogia, anche se è inevitabile qualche deja vu e qualche elemento simile in entrambe le serie, nonostante l' ingrediente BDSM appaia esclusivamente nella parte finale di A Nudo Per Te. Comincerei a parlarvi della protagonista femminile, ovvero Eva Tramell, la giovane neolaureata trasferitasi a New York con il suo migliore amico bisessuale Cary e in procinto di intraprendere la sua nuova esperienza lavorativa nell' agenzia pubblicitaria Waters, Field & Leaman. 

Ovviamente conoscerà proprio li l' uomo che le farà perdere la testa, il multimilionario e bellissimo Gideon Cross. Già dal loro primo incontro potremo comprendere quanto bollente e passionale sarà la loro futura relazione. Gideon oltre ad essere sfacciatamente ricco, sfodera con Eva la sua arma migliore, l' aspetto da adone della mitologia greca. Beh non poteva essere altrimenti. Se l' avessero creato gobbo e zoppo non credo avrebbe fatto lo stesso effetto. Resta il fatto che i suoi magnetici occhi blu, il fisico prestante e palestrato e la misura oversize di qualcos' altro, hanno reso possibile la creazione di un altro caso da svenimento femminile. Gideon Cross. Un uomo dotato di uno spettacolare aspetto fisico che potrebbe, se fosse vero, diventare un' arma di distruzione di massa. Ma a cui la Day ha donato un linguaggio forzatamente spudorato e al limite dell' esagerato. Proprio questa parte di lui, che in seguito contagia il genuino personaggio di Eva, ha fatto si che io non apprezzassi particolarmente questo romanzo. Devo essere sincera, all' inizio la storia mi aveva intrigato. Non troppo colpito e neppure appassionato, ma le premesse nello scoprire Cross speravo mi portassero da un' altra parte. Invece, per quanto mi stia avvicinando al genere erotico, alcuni aspetti di esso non mi sono ancora troppo congeniali. E molto spesso il linguaggio nudo e crudo non porta da nessuna parte. Sia chiaro, Gideon è un uomo spettacolare. Voglio dire, è esageratamente ricco e questo lo abbiamo appreso e constatato a lungo nella narrazione. E' proprietario si può dire dell' intera Manhattan. La palestra è sua. Il palazzo in cui vive Eva è suo. Il pub è suo. E' tutto suo, e nel pacchetto è compreso anche il tormento interiore che da sempre affascina noi sensibili donzelle. 
Eppure c'è e rimane quel linguaggio troppo esplicito e sfacciato che a lungo andare guasta la storia. Sia chiaro, il romanzo è scritto anche bene. Sylvia Day non è una scrittrice da due soldi e il romanzo (arriva il paragone) è scritto molto meglio di quell' altro. 
Ma cosa posso dire? Forse rimango ancora perplessa o allibita, forse scandalizzata nel leggere certe espressioni, non tanto in un uomo ma quanto in una donna. E non voglio troppo  soffermarmi sul pensiero che questo tipo di linguaggio stia prendendo piede tra i romanzi. Forse sono io che amo il romanticismo e in questo romanzo ovviamente non è presente. Ma il quesito che mi pongo è questo: siamo davvero disposte a perdere la testa, comportarci come pazze, solo per un uomo ricco, bello e tormentato e amante del sesso occasionale e spinto? Forse si, non lo so. Forse ci piace sognare che sia così. Perchè i libri, erotici e non, servono proprio a questo. A farci sognare e liberarci di alcune barriere che spesso e volentieri creiamo nel mondo reale. E sempre la parte romantica che esce dal mio animo da lettrice mi suggerisce che ci piacciono così tanto perchè la parte sensibile di noi vorrebbe aggiustare e ricostruire questi animi tormentati dei protagonisti. Ma tutto dovrebbe avere un limite. Soprattutto quando si usa il sesso per risolvere o mettere fine a qualsiasi tipo di situazione. Anche quella più delicata in cui un abbraccio significherebbe più di qualsiasi altro gesto.
Ma tornando a noi.
Personaggi protagonisti eternamente tormentati ma ben costruiti che purtroppo, a mio parere e in alcune situazioni, rasentano un po troppo spesso l' eccessività. E non parlo solo di erotismo, ma di una vena masochista che colpisce entrambi, Eva e Gideon e contagia Cary, all' inizio figura piacevole e col tempo autore di gesti incomprensibili. A Nudo per Te ha di base una trama forse un po troppo scontata ma piuttosto scorrevole. Nel libro non ci sono punti morti, ma una complicità sessuale dettagliata e istantanea. Esiste l' attrazione a prima vista, così come l' amore. Ed è quello che succede ad Eva e Gideon, tanto che al loro terzo incontro sono già abbarbicati sul pavimento. Eccessivo? Non per un romanzo erotico. Che sia condivisibile o meno. Per me tuttavia, risulta sempre troppo eccessivo. Altri elementi nel libro sono senza dubbio il passato di entrambi i protagonisti, sicuramente interessanti e da approfondire. Cosa traspare dalla fine di questa lettura? Principalmente tre cose: l' animo lacerante e sofferto di entrambi, il desiderio sessuale insaziabile e l' eterna gelosia che prenderà spesso il sopravvento sulle decisioni e dinamiche future. 
Tutto questo, purtroppo però, non fa di A Nudo Per Te uno dei romanzi dell' anno. Probabilmente ci ricorderemo di Gideon Cross, ma forse non quanto basta per farci dimenticare Mr. Grey. Sylvia Day pero, a mio parere, potrebbe e dovrebbe meritarsi un voto più alto rispetto alla James come livello di scrittura.

4 commenti:

  1. Cara Francy, anche tu come Sangueblu sei stata avaruccia col voto e hai colto tutte le pecche che ha visto lei, che come te, ha letto le sfumature.... io che ancora non le ho lette non sono stata "costretta" a fare il paragone.... e forse l'ho apprezzato un tantinino di più, ma non è un romanzo che merita l'attenzione pubblicitaria che gli è stata fatta! Aspetta di leggere Incontri proibiti.... l'apoteosi del vuoto....

    RispondiElimina
  2. Eh si siamo state un po cattivelle lo ammetto:) certi linguaggi un po troppo volgari che in certi momenti se ne sarebbe potuto fare volentieri a meno..vedremo se leggerne il seguito..chi lo sa, magari lo faccio:)

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordissimo sul linguaggio, troppo volgare, ma credo che dipenda solo dalla traduzione italiana. No? In ogni caso mi è piaciuto molto e sono rimasta delusissima da Cary... sarà anche lui coinvolto nei fantasmi del passato? Non so, ma sono curiosissima di sapere come continua... Le trilogie mi fanno impazzire! Complimenti per il blog, lo seguo sempre e sono nuova iscritta ^^

    RispondiElimina
  4. Ciao Lula! Benvenuta! Guarda anche io sono rimasta molto delusa dal personaggio di Cary, specialmente nella parte finale del libro. Non è stata una lettura particolarmente amata, ma probabilmente la curiosità mi farà leggere anche il secondo che uscirà nei prossimi mesi..vedremo! Un abbraccio!

    RispondiElimina