martedì 11 settembre 2012

Recensione Il Giardino dei Nuovi Inizi di Nora Roberts

Titolo
Il Giardino dei Nuovi Inizi
Autrice
Nora Roberts
Editore
Leggereditore
Pagine
368
Prezzo
€ 10,00
Trama
Lo storico albergo di Boonsboro, nel Maryland, ha visto succedersi guerre e momenti di pace, periodi prosperi e tempi difficili, ha cambiato gestione in diverse occasioni e si è persino vociferato che fosse infestato dai fantasmi. E ora nuovi cambiamenti sono in vista. Non solo perché i fratelli Montgomery e la loro eccentrica madre hanno deciso di ristrutturarlo; anche perché il nuovo progetto coinvolgerà le vite di molti. Un’ondata di sorprese travolgerà l’intera cittadina, e quando un tocco di rosa si affaccia all’orizzonte, portando una ventata di novità, nessuno dei tre fratelli verrà risparmiato. Ma c’è un altro progetto in cui Beckett Montgomery si è gettato a capofitto: fare innamorare la donna che sta aspettando di baciare da quando aveva quindici anni... 
Il romanzo di apertura di una nuova trilogia romance, dalla regina assoluta del genere.
Valutazione:    1/2
Oggi parliamo de Il Giardino dei Nuovi Inizi, primo volume di una trilogia dedicata ai fratelli Montgomery e scritta da una delle migliori autrici del romance internazionale. Sto parlando di Nora Roberts di cui, ahimè devo confessarlo, ancora non ne ero riuscita a leggerne niente.
Il Giardino dei Nuovi Inizi ci introduce nel regno di Boonsboro, tranquilla e ridente cittadina americana in cui vivono e lavorano i tre magnifici, affascinanti e seducenti carpentieri Montgomery. Questo romanzo in particolare è dedicato a Beckett e alla sua storia d' amore con la giovane vedova Clare. Beckett e Clare si conoscono sin da piccoli, ma per varie vicessitudini, i due non sono mai stati fidanzati. Tuttaltro. Clare, giovanissima, si sposa con Clint, il quale partirà dopo qualche tempo come militare in Iraq. Dopo 2 figli, la giovane Clare si ritrova vedova e incinta del terzo maschietto. Decide così di ristabilirsi nella sua piccola Boonsboro e diventa successivamente proprietaria del Gira la Pagina, la libreria del paese. Beckett e i suoi due fratelli, Owen e Ryder, intanto stanno ristrutturando un vecchio palazzo per trasformarlo in un elegante hotel. E' da qui che Il Giardino degli Inizi prende il via. Nonostante il romanzo parta decisamente in lentezza, ci ritroviamo a metà romanzo piuttosto intrigati e legati in qualche modo alle vicende amorose e non, che prendono progressivamente piede. Ho apprezzato in particolar modo, peraltro non conoscendo lo stile dell' autrice, le battute ironiche disseminate nella narrazione, un tocco di humor effettivamente gradito. Parlo di lentezza, quando all' inizio del romanzo a mio parere ci si sofferma eccessivamente sulla descrizione dei lavori riguardanti l' albergo anche se, tutto sommato, non distolgono esageratamente l' attenzione nella lettura. Sono rimasta piacevolmente colpita dalla piega presa a circa metà libro, una svolta che sinceramente non mi sarei aspettata. Mi aspettavo un romanzo d' amore, ma non immaginavo di trovarci anche un elemento sovrannaturale. 
Parliamo d' amore e della storia che prende piede tra Beckett e Clare. Come detto in precedenza, Clare è vedova e ha tre marmocchi sulle spalle a cui dover badare, un impiego nella libreria locale e una storia d' amicizia con il bel carpentiere. Uno dei due però è segretamente innamorato dell' altro da troppo tempo. E per questa persona, l' attesa sta per concludersi, perchè per un motivo e per l' altro, i due sono costretti piacevolmente a lavorare a stretto contatto, interagire e frequentarsi. Eppure, un grande ostacolo si metterà in mezzo alla coppia. E quest' ostacolo, sarà una minaccia alquanto pericolosa per entrambi.
La storia scorre abbastanza velocemente, si legge tranquillamente in un paio di giorni e soprattutto si dimostra una lettura estremamente gradita. In questo romanzo assistiamo all' entrata in scena di vari personaggi, molti dei quali torneranno nei successivi capitoli. In particolare conosceremo i restanti due fratelli Montgomery, Owen l' instancabile, riflessivo e più pacato dei tre. E Ryder, il meno paziente e il più sfuggente. Così come scopriremo i due personaggi femminili che andranno a ricoprire il ruolo di protagonista nei prossimi due romanzi, ovvero Avery e Hope, le due migliori amiche di Clare.
Tutto sommato, Il Giardino dei Nuovi Inizi apre una trilogia romance molto intrigante. Nonostante abbia bisogno di una spintarella all' inizio, il romanzo acquista passo passo fascino e particolarità. Sicuramente è una lettura che alle lettrici romantiche consiglio. E quel tocco di soprannaturale in più dona una particolarità in più a tutta la storia.

1 commento:

  1. Io già ho puntato Ryder.... peccato che dovrò aspettare non poco...meno male che nella narrazione ci sono dei siparietti tra fratelli che rendono un pò allegra la storia. Ma anche il lato femminile non scherza!

    RispondiElimina