giovedì 2 agosto 2012

Speciale Interviste: Rossella Rasulo

Buon giovedi cari lettori!
Continuiamo con le interviste. Oggi sarà nostra ospite l' autrice dell' emozionante romanzo Mi Piace Vederti Felice, uscito lo scorso mese e pubblicato dalla Mondadori. Per voi l' intervista con:

Ciao Rossella, e benvenuta sul nostro blog. Grazie infinite per aver accettato di rispondere alle domande di questa piccola intervista, per me è un grande piacere averti con noi. Allora cominciamo con la prima domanda.
1. Innanzitutto parlaci, per chi ancora non lo avesse letto, del tuo romanzo Mi Piace Vederti Felice. Com'è nato?

Mi Piace Vederti Felice nasce in un pomeriggio di luglio, un mese dopo l'uscita del mio primo romanzo. Avevo voglia di tornare a scrivere, di raccontare qualcosa che avrebbe potuto portarmi in un mondo diverso da quello appena sperimentato e così ho creato una protagonista da sfidare con quello che non ci si aspetta di trovare in un romanzo per adolescenti con un cuore rosso in copertina.

2. Perchè proprio la scelta di ambientare il tuo romanzo, Mi Piace Vederti Felice, sull' Isola d' Elba?

L'Elba, in particolare Marciana Marina, è stata meta di molte delle mie vacanze. Mi è sempre piaciuta molto. 
Le vicende del libro non sono autobiografiche, ma quella casa, quella della nonna della protagonista esiste davvero. Era la casa della mia nonna paterna. Ma ormai non è più della mia famiglia. Saranno dieci anni che non metto più piede sull'isola.

3. Mi Piace Vederti Felice ha un messaggio celato al suo interno che ti piacerebbe trasmettere al lettore?

Il libro racconta una serie di scelte. I personaggi, anche quelli che parlano dal passato, si ritrovano spesso ad affrontare scelte complicate che portano a paure e dubbi. Provo, raccontando i fatti, a mostrare che anche davanti alla scelta più difficile non bisogna mai far sì che vinca la paura. E poi c'è un altro messaggio, quello del titolo, quello che riassume la parte sana dell'amore. 

4. Il tuo romanzo è rivolto essenzialmente ad un pubblico di giovani lettori. Eppure, giustamente, hai avuto un grandissimo riscontro anche in chi adolescente non lo è più. Dev' essere una grandissima soddisfazione per te..

È stata una vera sorpresa. Non pensavo che potesse catturare l'attenzione di un pubblico più adulto. Ma, in fondo, siamo stati tutti adolescenti. È facile immedesimarsi anche per chi ormai non è più adolescente da tanti anni.

5. Nel 2010, sempre per Mondadori, hai pubblicato Ti Voglio Vivere. Pensi di esserti migliorata o di essere  cresciuta come scrittrice rispetto a due anni fa?

Sì, decisamente. Non avrei mai lasciato andare "Mi Piace Vederti Felice" se non fosse stato così. Mi sono ritrovata a scrivere libri partendo da un blog. Il minimo che posso fare è cercare di migliorare più che posso. 
Scrivere è un'evoluzione costante. Spero di migliorare sempre di più.

6. Sul tuo sito tieni un blog in costante aggiornamento. Quanto è importante per te interagire con i tuoi lettori?

Adoro interagire con chi mi legge. Mi è sempre piaciuto. Forse perché nel mio caso si è sempre trattato di uno scambio di emozioni, di esperienze di vita. Ma da che scrivere si è trasformato in un lavoro devo dire che il mio rapporto col blog è cambiato. Scrivo di meno, a volte non ci scrivo per mesi. Faccio fatica a separare il flusso dei miei pensieri, quello che riversavo nei post, da tutto il resto. 
Ora la scrittura è metodo, disciplina. Un tempo era uno sfogo. Come cambiano le cose.

7. Cosa leggi solitamente? Quali sono i tuoi autori preferiti?

Adoro il noir. E la fantascienza. Ma ci sono autori che amo che non rientrano nella narrativa di genere, come David Lodge. 
Ma, per ora, nessuno riesce a spodestare Chandler. Prendete subito Il Grande Sonno e leggetelo.

8. Com'è Rossella Rasulo nella vita quotidiana?

Come sono. Bella domanda. Sono una trentaduenne che prova a tenere in equilibrio un lavoro davanti alla tastiera, una casa, una figlia di sei anni, un marito e, sporadicamente, una vita sociale. 
Sono quasi sempre in giro. Viaggio non appena i vari incastri me lo permettono. E sono quasi sempre a dieta per paura di ingrassare. Questa è praticamente una costante.

9. Hai in mente di cimentarti in generi letterari differenti?

Lo spero. Adoro sperimentare. Ancora non ho idea di come evolverà questo percorso, ma ultimamente butto giù una trama dietro l'altra e quasi nessuna è per adolescenti.

10. Progetti futuri?

Un terzo romanzo. Credo. Non sono mai stata brava con i progetti a lungo termine. Non dico di vivere giorno per giorno, ma vivo mese per mese. Per ora scrivo, studio e poi si vedrà.

Ringrazio ancora di cuore Rossella per essere stata in nostra compagnia oggi e vi lascio con il suo nuovo romanzo, Mi Piace Vederti Felice!

Titolo
Mi Piace Vederti Felice
Autore
Rossella Rasulo
Editore
Mondadori
Pagine
252
Prezzo
€ 16,00
Trama
La storia di un’estate ma anche la storia di una vita. Per la vacanza dei suoi diciotto anni Aura progetta un’estate al mare coi suoi migliori amici, Paola e Alessio, e un quarto incomodo, Lorenzo, il fratello di Paola. La meta è l’isola d’Elba, luogo in cui era solita andare in vacanza con i suoi genitori. A Marciana Marina, nella vecchia casa di famiglia, il ritrovamento del diario di sua nonna svela a poco a poco un segreto che sconvolgerà tutta la sua vita. Mentre i ricordi affiorano tra i vicoli del paese, nell’antica torre del molo e lungo le spiagge assolate, nuovi sentimenti si intrecciano a misteri dimenticati, e al ritorno nulla potrà essere più come prima.

0 commenti:

Posta un commento