martedì 31 luglio 2012

Speciale Interviste: Serena Versari

Buon pomeriggio e ben trovati cari lettori!
Nuova intervista della giornata, rivolta ad una scrittrice emergente, Serena Versari che ci parlerà un po di sè e del suo primo romanzo Angels (la mia recensione la potrete trovare QUI).
Eccovi la mia intervista a:
Ciao Serena e benvenuta sul blog LeggereFantastico, è un vero piacere averti qui con noi. Cominciamo subito con le domande.
1. Com'è nata la tua passione per la scrittura?

Innanzitutto grazie per avermi ospitato nel tuo blog.
La mia passione per la scrittura, è nata dal bisogno di mettere nero su bianco le mie sensazioni e le mie emozioni. C’è stato un periodo, in cui le parole non mi bastavano per esprimere quello che sentivo, così un giorno, mi sono messa davanti al computer e ho cominciato a scrivere tutto quello che mi passava per la mente.

2. Nell' arco di una giornata quanto tempo dedichi alla lettura e quanto alla scrittura?

Generalmente non ho una regola, ma facendo una media ti potrei dire 3 ore.

3. Parliamo adesso di Angels, il tuo romanzo. Erika è una ragazza forte, determinata e molto coraggiosa. Ha deciso di partire, lasciando tutto e tutti dopo una delusione d' amore. Quanto c'è di te stessa nel personaggio di Erika?

Ti potrei dire che mi rappresenta praticamente al 100%. Infatti mi è stato più facile scriverlo in prima persona, poiché mi rispecchia totalmente sia nel modo di pensare che di agire. Erika dice che l’amore è la forza più grande che governa l’universo ed è quello che penso anche io. Anche nel combattimento fisico mi rispecchia, visto che ho praticato arti marziali per 10 anni.

4. Come mai hai deciso di ambientare il tuo romanzo a Canazei?

Prima di tutto perché amo la montagna e uno dei miei sogni, sarebbe proprio quello di trasferirmi in Trentino. La prima volta che sono stata a Canazei, ho percepito qualcosa di magico, il paese aveva un non so che di fiabesco e mi sono innamorata subito della Val di Fassa, dove poi sono tornata più volte.

5. Hai deciso di improntare questo tuo primo romanzo sulla figura degli angeli. In particolare nel libro sono presenti l' Angelo della Vita e l' Angelo della Morte. Sei un' appassionata del tema o è stata una scelta casuale?

La scelta non è stata casuale. Credo che tutti abbiano il proprio angelo, che li protegge e li aiuta nelle difficoltà quotidiane. Quando ho scritto il romanzo, era un periodo un po’ difficile della mia vita ed ero convinta che in quel momento, il mio angelo fosse al mio fianco per indicarmi la giusta decisione da prendere.

6. Quali erano le tue aspettative prima di pubblicare Angels e quali sono state, ovviamente se ce ne sono state, le delusioni che hai dovuto affrontare sia prima che dopo la sua pubblicazione?

Considerando che ho cominciato a scrivere “Angels” più per un bisogno personale che per altro, inizialmente non me n’ero fatta nessuna. Posso dire, comunque, di essere stata molto fortunata, perché quando ho provato a inviare il manoscritto ad alcune case editrici ho avuto subito un riscontro positivo. La gioia più grande, però, è stato ricevere i complimenti dalle persone che lo hanno letto; è bello sapere di essere riusciti ad emozionare qualcuno con quello che si è scritto.

7. Domanda a bruciapelo. Sei favorevole o contraria agli ebook?

Sicuramente non c’è paragone.  Sfogliare le pagine di un libro e sentire la carta ruvida che ti scivola fra le mani è una sensazione che un lettore di ebook non può sicuramente dare, ma credo che i libri in formato elettronico, siano d’aiuto soprattutto per gli scrittori emergenti. L’altro giorno per esempio, parlavo con la proprietaria di una libreria, che mi ha detto che le persone difficilmente comprano il libro di uno sconosciuto (anche le persone famose all’inizio erano sconosciute, ho pensato in quel momento), per cui, credo che qualcuno sia meno restio a spendere 1 euro per acquistare un ebook, che 15 per un libro scritto da un nome non noto.

8. C'è qualcosa che non ti piace nel mondo italiano dell' editoria? Qualche critica da fare se ti va di farla o anche qualche elogio s' intende. Libera di esprimerti:)

Sinceramente non ho una grande esperienza in materia, ma una cosa che non sopporto è l’ editoria a pagamento. Una persona già mette il cuore e l’anima in quello che scrive e se merita di essere pubblicato, non ci può mettere anche il portafoglio.

9. Di cosa ti piacerebbe scrivere in futuro?

Ho terminato da poco il seguito di “Angels” e ho cominciato a scrivere un’ altro romanzo.
Quest’ultimo tratta di magia nera, una pericolosa setta e una ragazza con un dono particolare.

10. Cosa ne pensi del self-publishing, l' autopubblicazione in forte espansione su siti come Amazon?

Mi riallaccio alla domanda sugli ebook. Penso che possa essere d’aiuto soprattutto agli scrittori emergenti. Sicuramente il fatto di auto pubblicarsi, non garantisce la qualità dell’opera, ma a volte mi è capitato di leggere libri editati da grandi case editrici che si sono poi rivelati una gran delusione.

Grazie ancora a Serena per essere stata in nostra compagnia e ora vi lascio con Angels!

Titolo
Angels
Autore
Serena Versari
Editore
Editrice GDS
Prezzo
€ 12,50
Trama
Erika ha sempre desiderato una vita piena di magia, avventura e un vero amore. Un giorno, in seguito ad un tradimento, decide di trasferirsi, di allontanarsi da una città caotica come Rimini per rifugiarsi in mezzo alla natura, in Val di Fassa. Li incontra Jason, un ragazzo che tutti evitano e temono a causa dei suoi occhi neri come la pece. Lei invece è attratta da quel ragazzo misterioso e fra loro si instaura un legame che diverrà sempre più forte con il passare del tempo. Ma un' umana non può innamorarsi di un Angelo della Morte e qualcuno cercherà di ostacolare la loro unione. Erika lotterà per quello in cui crede perchè secondo lei l' amore è la forza più grande che governa l' universo.

0 commenti:

Posta un commento