giovedì 21 giugno 2012

Recensione Il Potere del Numero Sei di Pittacus Lore

Titolo
Il Potere del Numero Sei
Autore
Pittacus Lore
Editore
Nord
Pagine
352
Prezzo
€ 16,90
Trama
Siamo arrivati in nove, ma abbiamo subito dovuto separarci per far perdere le nostre tracce. Perciò ci siamo nascosti, in attesa di sviluppare i poteri di cui disponiamo. Io ho trovato rifugio nell’orfanotrofio di Santa Teresa, in Spagna. Settimana dopo settimana, ho cercato di fare amicizia con le altre ragazze, ma erano troppo diverse da me. Avrei dato qualsiasi cosa pur di riabbracciare gli altri otto, sebbene sapessi che era impossibile. Poi è apparsa la prima cicatrice. Ho capito subito cosa significava: loro avevano ucciso il Numero Uno. E, nel giro di pochissimi giorni, ecco altre due cicatrici: anche Numero Due e Numero Tre erano stati eliminati. Ormai aspettavo la notizia della morte di Numero Quattro… invece all’improvviso è cambiato tutto. In televisione hanno mostrato le immagini di un paesino degli Stati Uniti, Paradise, colpito da un attentato terroristico. Il colpevole, secondo i media, è un ragazzo della mia età: John Smith. Ma sono certa che non è così… Lui è il Numero Quattro e adesso è in grave pericolo. Non posso più restare in disparte. È giunto il momento per cui mi preparo da tutta la vita. Io sono il Numero Sette. E sono pronta a entrare in azione.
Sono partiti dal pianeta Lorien, distrutto dalla guerra contro i Mogadorian, in nove. Nove ragazzi speciali, i Garde, dotati di straordinari poteri soprannaturali che insieme alle loro guide Cèpan, sono giunti sulla Terra in cerca di rifugio. Ma i Mogadorian li hanno raggiunti, inseguiti ed uccisi tre. Il numero Uno, il numero Due e il numero Tre. Ora sono rimasti in sei in giro per il mondo, costretti a nascondersi. John Smith è il numero Quattro e il prossimo ad essere ucciso potrebbe essere lui considerando che i Mogadorian possono distruggerli soltanto in ordine numerico. Dopo la battaglia di Paradise, John è fuggito insieme al migliore amico Sam, alla numero Sei e al suo fidato Bernie Kosar. Alle costole hanno costantemente i Mogadorian e niente di meno che l' FBI dal momento che, oramai, i tre sono considerati dei terroristi. Il loro obbiettivo è quello di cercare di ricongiungersi agli altri Garde, sparsi in giro per il mondo. In Spagna c'è una ragazza che ha bisogno del loro aiuto. Lei è la numero Sette.
Marina da tempo si è rifugiata in compagnia della sua Cèpan nel collegio di Santa Teresa, un piccolo, sperduto paese arroccato sulle montagne spagnole. Adelina, la sua Cèpan, ha perso l' interesse e la speranza di tornare su Lorien e non ha più affiancato la giovane nell' addestramento contro i Mogadorian, abbandonandola così nella solitudine. Ma Marina non si è mai arresa. Ha sviluppato in solitario le sue Eredità: la telecinesi, la vista notturna, la respirazione sott' acqua e la capacità di guarire ferite e malattie. Insieme alla dolce Ella, la bambina di sette anni arrivata di recente nel collegio, intraprenderà la ricerca del suo scrigno ed escogiterà un modo per fuggire per sempre da Santa Teresa e partire alla ricerca dei Garde rimasti. Marina è una ragazza solitaria, testarda e comprensiva. 
Dotata di una sorprendente forza d' animo e di un notevole coraggio, non si lascerà abbattere dalla comparsa dei Mogadorian e dalla resa della sua Cèpan, ma lotterà cuore e anima per portare lei e sè stessa in salvo. 
Dall' altra parte del mondo, John Smith, Sam e la numero Sei, in un' incessante fuga dai nemici, scopriranno nuove verità su loro stessi e sul passato di Lorien. Inoltre apprenderanno importanti rivelazioni sulla figura e sulla sparizione del padre di Sam, sorprendentemente collegato alla loro esistenza. John, avvilito dalla separazione inevitabile con la bella Sarah, scoprirà di nutrire dei sentimenti imprevisti verso la numero Sei, mettendo così in confusione la sua amicizia con Sam, anch' esso invaghito dalla Garde. John e Sei, insieme compongono una coppia dotata di impareggiabili poteri soprannaturali. Lei può rendersi invisibile, scatenare tempeste. Mentre lui possiede la capacità di attraversare e manovrare il fuoco. Rispetto a Io Sono il Numero Quattro, il volume che precede questo e che presenta la serie scritta dal misterioso scrittore (in realtà sono due) celato sotto lo pseudonimo di Pittacus Lore, Il Potere del Numero Sei è arricchito di azione, momenti ad alta tensione e ricolmi di adrenalina. A differenza del primo, questo è narrato a due voci, quella di John e quella di Marina. Se il primo mi aveva conquistato per la brillante narrazione dell' autore e per il coinvolgimento nelle scene d' azione, questo nuovo volume prosegue e mantiene le qualità espresse nel precedente romanzo. Non ho molta esperienza nel genere fantascientifico, però posso dirvi che questa serie ha un che di accattivante, in grado di meritare commenti oltremodo positivi su trama e personaggi. 
A facilitare il successo della saga è senza dubbio la trasposizione cinematografica de Io Sono il Numero Quattro, uscito in sala lo scorso anno ottenendo riscontri positivi fra i ragazzi. Grazie alla presenza di Alex Pettyfer? No, vi assicuro che se il film ha l' arma in più appartenente al bellissimo, biondo attore inglese, i romanzi hanno le caratteristiche indicate e consistenti per dar vita ad una serie avvincente e ben costruita. Il ritmo è sempre incalzante, costellato da molte scene di combattimento e inseguimento. Realmente si fa fatica ad annoiarsi, ma la parte determinante e più incisiva, si denota trascorsa la metà del libro, in cui rivelazioni, sorprese e cambiamenti, stravolgeranno la fuga dei Garde. Se cercate il romanticismo e l' amore, in questo secondo romanzo ne troverete poco. L' attrazione aleggia nell' aria, ma il romance è tralasciato perlopiù in secondo piano, dando maggiore spazio a fughe, duelli e all' eterna lotta tra Lorien e Mogadorian. 
     Il Potere del Numero Sei e in particolare la saga creata da Pittacus Lore è estremamente godibile, consigliata per la quantità di azione e avventura.

6 commenti:

  1. Questa serie volevo iniziarla. ^_____^
    Me la consigli? *-*

    RispondiElimina
  2. @Vero, a me sta piacendo molto come serie. Se ti può piacere la fantascienza perchè no..il primo libro aveva anche molto romance, questo invece molto di meno ma con più ritmo e scene d' azione:)

    RispondiElimina
  3. Grazie per il consiglio. ^^
    Avevo letto la trama sul retro de Il Dono Delle Furie e mi aveva incuriosita, poi mi è venuto in mente che molto probabilmente era il continuo di Sono Il Numero Quattro. (:

    RispondiElimina
  4. sapete se fanno un film su questo?

    RispondiElimina
  5. Al momento non si sa ancora niente, mi spiace..ma speriamo di si!

    RispondiElimina
  6. se saprete qualcosa scrivetelo qui sotto al post ok?

    RispondiElimina