venerdì 15 giugno 2012

Recensione Dreamless di Josephine Angelini

Titolo
Dreamless. Nell' Aldilà Ogni Notte è per Sempre
Autore
Josephine Angelini
Editore
Giunti Y
Pagine
448
Prezzo
€ 16,50
Trama
Non ci sono più sogni per Helen, ogni volta che si addormenta è costretta a raggiungere l’aldilà. È la prescelta, colei che dovrà discendere agli Inferi e superare prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere il ciclo di faide tra le Case. In più ogni mattina, quando si risveglia ferita e provata, non trova tregua: deve allenarsi duramente per controllare i suoi poteri e, come se non bastasse, andare a scuola. Sempre più spossata e sofferente, non ha nessuna spalla su cui piangere. Perfino Lucas, diventato freddo e ostile, la respinge. Ma è proprio quando ogni speranza sembra perduta, durante una delle sue estenuanti discese agli Inferi, che Helen si imbatte in Orion, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra oltre che il suo cuore. Divisa fra l’attrazione per il nuovo pretendente e l’amore impossibile per il cugino, Helen si trova a sfidare i suoi limiti e le sue paure. È in gioco il destino dell’umanità intera. Ancora più intrigante di Starcrossed, Dreamless è un romanzo intenso, dark, sexy e pieno di azione.
Il nuovo capitolo della sorprendente saga basata sulla mitologia greco-romana messa in atto da Josephine Angelini, è Dreamless. Se in Starcrossed (la mia recensione che potete trovare qui) ci eravamo lasciati con l' angosciosa separazione tra Helen e Lucas (i due semidei innamorati) a causa della loro parentela (sono cugini. Ma saranno  veri o presunti?), in Dreamless ritroveremo  l' affezionata coppia e i protagonisti del precendete romanzo con un importante e gravosa missione da compiere. Liberare le tre Furie, ovvero le dirette responsabili della, perdonatemi il gioco di parole, furia omicida che si scatena ogni qual volta un discendente di una casa si ritrova a stretto contatto con un altro di una casa diversa, o l' incontrollabile desiderio di uccidere un Reietto, (Hector è uno di questi), reo di aver assassinato un componente della stessa famiglia. Dopo secoli e secoli di feroci battaglie, vendette e spargimento di sangue, Helen ha il compito arduo di scendere ogni notte negli Inferi (essendo l' unica che può farlo) e scovare in quell' inferno le tre deliranti fanciulle. 
Nella difficoltosa impresa, avrà però un alleato inaspettato. Bellissimo, divertente, coraggioso, un vero semidio: Orion. Orion proteggerà Helen nel suo percorso agli Inferi, e grazie alla sua forza d' animo e alla simpatia si introdurrà dolcemente nel cuore della bella ragazza, facendole dimenticare, seppure per un attimo, l' amore impossibile per suo cugino Lucas. E Lucas in tutto questo che fine fa? Lucas costretto a stare lontano da Helen, diventerà chiuso, violento e rabbioso, ma non smetterà un solo istante di sorvegliarla e proteggerla. Helen dal canto suo, tormentata da questo amore irrealizzabile, proprio a causa della discesa ogni notte nell' Ade, sarà in serio pericolo di vita e come se non bastasse verrà tallonata giorno e notte da uno spietato Mermidone, da un compagno di scuola impazzito e da qualcun' altro che aspetta solo il momento giusto per porre fine alla sua giovane vita. 

In questo nuovo capitolo della saga, saranno numerosi i personaggi nuovi che entreranno prepotentemente nella serie. Orion sicuramente è uno di questi. Divertente, spigliato e dal passato incerto e sofferto, si insinuerà nella vita di Helen, conquistando la sua fiducia e una parte del suo cuore. Orion, evidentemente è il personaggio più importante dei nuovi che hanno arricchito Dreamless. Ma ci sono anche brevi apparizioni di figure legate alla mitologia come Ade, Persefone, Orfeo e Ares. Curiosamente non tutti saranno nemici di Helen, ma avvolti nel loro fascino carismatico e folle di dei, daranno una mano alla giovane nel regno degli Inferi.
Helen, la ritroveremo più coraggiosa e determinata, cresciuta emotivamente e sempre altruista. Un altro dei personaggi, a mio parere con un leggero tratto distintivo rispetto al resto, è Hector. Reietto e fuggitivo, impersona la figura del cugino iperportettivo e valoroso. Lucas subirà una notevole trasformazione. Da solare e spensierato, lineamenti caratterizzanti e personali conosciuti e scoperti in Starcrossed, lo sorprenderemo adesso cupo e furente, l' esatto ottoposto del Lucas Delos del precedente romanzo.
L' anno scorso mi sono completamente innamorata di Starcrossed, e della storia d' amore tra Helen e Lucas, a mio parere emozionante e coinvolgente. Ho aspettato con trepidazione l' uscita di Dreamless e con piacere ho ritrovato lo stesso affetto per i medesimi personaggi. Alcuni hanno arricchito la personalità, aggiungendo particolari interessanti. 
Altri sono un po passati in secondo piano come Jason e Claire, a mio parere troppo presi da sè stessi e dalla loro fiorente relazione. Per quanto riguarda la parte romance, con l' entrata in scena di Orion, si è fortemente impreziosita di un soggetto particolare e ben costruito, rendendo il triangolo amoroso non troppo banale come invece poteva apparire, ma con un aspetto ulteriormente interessante per garantire una buona lettura e un proseguo degno del successo del precedente. 
E' sempre difficile che il seguito di un romanzo da me letteralmente divorato e amato riesca a raggiungere i livelli del suo precedente. Anche in questo caso, Dreamless non eguaglia la spontaneità di Starcrossed e il coinvolgimento provato durante la sua lettura, ma numerosi colpi di scena ed un finale tuttaltro che scontato, rendono Dreamless un seguito appropriato e da promuovere. Lo stile della Angelini, da molti considerato banale e semplice, è secondo me fluido e spontaneo, comprensibile e accattivante. 
       Per chi avesse amato Starcrossed, questo nuovo atto delle avventure di Helen e Company, è sicuramente un passo indispensabile e consigliato da compiere. Non deluderà e soddisferà le aspettative degli amanti della saga. 

2 commenti:

  1. ma scopriranno ke nn sono cgini?

    RispondiElimina
  2. hai ragione, spero ke lo scopriranno almeno all'inizio dell'ultimo libroitymse

    RispondiElimina