lunedì 25 giugno 2012

Recensione Bleeding Love di Alyxandra Harvey

Titolo
Bleeding Love
Autore
Alyxandra Harvey
Editore
Tre60
Pagine
288
Prezzo
€ 9,90
Trama
Il mattino del suo sedicesimo compleanno, la bella Solange si sveglierà completamente priva di forze e sensibile alla luce del sole. Sarà l’inizio della trasformazione, il processo che la porterà alla morte, per poi donarle la vita eterna: quel giorno, lei diventerà una vampira. Un evento cruciale per tutta la comunità degli immortali, perché Solange è l’unica discendente femmina della nobile casata dei Drake: secondo un’antichissima profezia, infatti, è l’eletta, colei che dominerà su tutte le creature della notte. Un destino che, però, la mette in grave pericolo. Ed è quindi per proteggerla che i suoi sette assillanti fratelli non la lasciano da sola nemmeno per un istante, rendendole la vita un inferno. Quasi più di Lady Natasha, l’attuale regina, che la vede come una minaccia al proprio potere. O di Kieran Black, il giovane cacciatore di vampiri che vuole vendicare la morte del padre sterminando l’intera famiglia Drake. Fortunatamente Solange ha un’arma segreta per affrontare quel giorno così speciale: la sua migliore amica Lucy, un’umana che conosce il suo segreto e che è disposta a tutto per aiutarla a vivere un’esistenza «normale». Persino affrontare Nicholas, il più premuroso e affascinante tra i fratelli Drake. Tanto affascinante da non potergli resistere…

Ultima di otto figli, al compimento del suo sedicesimo anno d' età Solange Drake diventerà a tutti gli effetti una vampira. Nel mondo della Harvey i vampiri, oltre a diventare tali grazie alla trasformazione diretta con un morso, possono essere generati naturalmente con il parto. Solange è l' unica femmina ad essere stata partorita e non creata da migliaia di anni, e per questo destinataria di un' antica profezia che la vuole indiscussa sovrana delle creature della notte. La profezia si compirà quando la trasformazione in vampiro sarà del tutto completa, il giorno del suo compleanno. Fino a quel giorno, Solange verrà protetta da ogni elemento della sua famiglia, compresi i sette fratelli maggiori, i genitori e la sua migliore amica, l' umana Lucy. Non è sempre semplice per lei dover tenere a freno l' istinto protettivo dei suoi fratelli, in special modo ora che il suo compleanno è alle porte. Oltretutto a minacciarla c'è non solo la regina dei vampiri in carica, Lady Natasha, pronta a stringere pericolose alleanze purchè la sua rivale venga uccisa. 
Ma anche e soprattutto i cacciatori di vampiri, gli Helios-Ra, capeggiati dal giovane e bellismo Kieran Blake, disposto a tutto pur di vendicare il padre ucciso dalle creature della notte. Molti vampiri saranno attirati dalla giovane, considerandola come una vampira da riproduzione e quindi gemma preziosa per la loro stirpe e continua discendenza. Eppure, inconsapevole di ciò, Kieran sarà al centro di stratagemmi interni, oscure alleanze e intrighi insospettabili. Lui e Solange saranno esclusivamente due pedine nella tortuosa politica vampiresca.
Solange cadrà vittima di un' imboscata, dalla quale solo il cacciatore potrebbe salvarla. Ma Kieran sarà capace di non serbare rancore e salvare la giovane Solange dall' assalto spietato dei suoi simili?
La protagonista dovrebbe essere lei, Solange, la futura regina dei vampiri. Invece, inaspettatamente, mi sono ritrovata fra le mani un libro in cui il personaggio più intenso, brillante ed evidente non è altri che la co-protagonista, Lucy, la migliore amica umana di lei. Sia chiaro, Solange è presente nella narrazione, nella quale si alterna il suo punto di vista con quello dell' amica. E' anche viva e scorrevole la tenera amicizia creatasi tra lei e Kieran, tuttavia la scena le viene spudoratamente rubata dalla verve della sua bizzarra e frizzante amica. Lucy, con i suoi modi di fare diretti e schietti, con la sua tempra vivace, è stata capace di surclassare il ruolo di protagonista di Solange. Non so se questo sia un bene o un male, però è abbastanza palese. 
Oltretutto non dimentichiamoci che tra Lucy e uno dei fratelli maggiori di Solange, Nicholas, si instaurerà una dolce e romantica storia d' amore, costellata puramente da baci appassionanti (interrotti purtroppo troppo spesso dalla fine di un capitolo dall' autrice).
Essendo il primo di una serie e per di più romanzo d' esordio di Alyxandra Harvey, non posso dire che tutto scorra per filo e per segno senza sbavature. Lo stile e fin troppo semplice, costituito da dialoghi puramente giovanili e scarni. Eppure c'è stato qualcosa nell' intera narrazione che è riuscito ad ottenere la mia attenzione e a farmelo piacere. Prima di tutto, come ho detto prima, l' incredibile effervescenza di Lucy. Le sue battute spiritose, la sua famiglia stramba e diametralmente opposta alla sua personalità. 
Mi sarebbe piaciuto che l' intero romanzo fosse dedicato alla sua persona, totalmente più brillante e briosa di Solange. A fare da sfondo, la storia tra lei e Nicholas, per nulla scontata e molto tenera. L' intera famiglia Drake è stata una sorpresa, a cominciare dalla madre Helena, ferma, coraggiosa ed energica.
La trama avrebbe potuto dare molto di più, considerando gli elementi introdotti dalla Harvey e particolarmente interessanti come la struttura delle razze vampiriche, scaglionate in differenti clan, spesso ribelli e selvaggi ed introdotti approssimativamente in questo volume. Come del resto affermato in precedenza, Bleeding Love risulta il primo di una serie e come tale ha qualche piccolo difetto che spero verrà ovviato nel prossimo volume. 
    Detto questo, sebbene sia una lettura veloce e semplice, mi sento di indicare Bleeding Love come un romanzo molto Yound Adult, leggero ed ironico. Non troppo impegnativo ma divertente e costellato da parecchie scene d' azione.

2 commenti:

  1. Il prossimo libro della saga dovrebbe intitolarsi Una Promessa nella Notte e dovrebbe uscire ad Aprile 2013.

    RispondiElimina