lunedì 21 maggio 2012

Recensione Il Canto della Rivolta di Suzanne Collins

Titolo
Hunger Games. Il Canto della Rivolta
Autore
Suzanne Collins
Editore
Mondadori
Prezzo
€ 17,00
Trama
Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all'Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno... Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l'Arena sembrerà una passeggiata.

Prelevata da un hoovercraft diretta dai ribelli del distretto 13, Kantiss sfugge agli Hunger Games della Memoria in condizione pietose, ma viva, abbandonando però Peeta nelle mani del presidente Snow e di Capitol City, usato come arma per spezzare e distruggere una volta per tutte il moto di ribellione cominciato dai due ragazzi alla fine dei primi Hunger Games. Dopo che il Distretto 12 nel quale è cresciuta e ha vissuto fino a qualche mese prima è stato distrutto, Katniss ora staziona nel Distretto 13, quartier generale dei ribelli capitanati dalla fredda e cinica Coin e dallo stratega Plutarch. Al suo fianco, come sempre, il fidato e speciale amico Gale, il mentore Haymitch, i sopravvissuti ai giochi Finnick e Beete e la sua famiglia, la madre e Prim la sorellina tredicenne. I preparativi all' invasione e all' imminente guerra contro Capitol City sono già cominciati e Katniss, la Ghiandaia Imitatrice, è il simbolo di questa ribellione contro la tirannia e lo sfarzo della capitale governata da Snow.
Ma il suo pensiero corre sempre a Peeta, tenuto in ostaggio nella capitale, usato e torturato dai Pacificatori al fine di straziare e disintegrare la forza d' animo della ragazza.
Nemmeno la presenza di Gale sembra acquietare i tormenti e gli incubi della giovane. Ma la guerra ha inizio e tutti i distretti sono uniti e si accingono ad avanzare e a colpire il cuore della fastosa capitale di Panem. In un assalto improvviso i ribelli riescono a salvare Peeta e a riportarlo a casa, ma le ferite perlopiù interne che gli sono state inflitte dai Pacificatori rivoluzionano notevolmente i comportamenti del giovane, lasciandolo confuso, disorientato e brutale persino nei confronti di Katniss. 
Lentamente ma inesorabilmente l' ora della resa finale si avvicina e in un crescendo di battaglie, perdite, sacrifici per la vittoria e sofferenze indicibili, la guerra sta per volgere al termine. Chi riuscirà a sopravvivere a questa guerra? Chi sarà il vincitore e chi lo sconfitto? Ma soprattutto Katniss saprà incarnare alla perfezione lo spirito di ribellione e diventare la Ghiandaia Imitatrice che tutti rispettano e che tutti indicano come simbolo della libertà da conquistare?

Siamo oramai giunti al termine di questa meravigliosa trilogia ambientata in un futuro post-apocalittico ed ideata dalla penna magica di Suzanne Collins. La trilogia cominciata con Hunger Games, divenuto perfino un film di successo, e proseguita poi con La Ragazza di Fuoco, giunge ora alla sua conclusione con Il Canto della Rivolta. Mentre nei primi due capitoli assistiamo agli Hunger Games organizzati da Capitol City, la capitale dello stato di Panem diviso in 12 distretti, 13 considerando l' ultimo in mano ai ribelli, in questo ultimo capitolo della trilogia, partecipiamo alla netta rivoluzione che va creandosi tra i distretti, pronti a cominciare la guerra finale contro la dittatura e l' oppressione della capitale, governata dal nemico giurato di Katniss e Peeta, il presidente Snow.
In mano ai ribelli Katniss, cresciuta parecchio dai primi Hunger Gumes in cui l' abbiamo conosciuta poco più che ragazzina offertasi ai giochi per salvare la sua adorata sorellina Prim, dovrà cercare di riprendersi dall' incredibile shock dovuto agli ultimi Hunger Games della Memoria e metabolizzare il fatto di essere stata solamente una pedina per lo scoppio della ribellione insorta ed alimentata dai ribelli del Distretto 13. Sentendosi tradita dalle persone a lei più care come Haymitch il suo mentore, e devastata dalla morte del suo stilista e amico Cinna, la ragazza troverà in Finnick e Gale il giusto appoggio per risollevarsi e cominciare a guarire le ferite del suo cuore. 
Anche il rapporto con Peeta cambierà. Abituata ad avere il suo sostegno sempre e comunque, ora per la prima volta Katniss dovrà affrontare tutto con le sue forze e tutto questo per lei non sarà facile. Quando poi Peeta tornerà in uno stato emotivo fragile, sarà nuovamente lei a crollare psicologicamente. Ne il Canto della Rivolta, troveremo una Katniss spaventata, turbata ed emotivamente fragile, ma con una forza d' animo encomiabile e portentosa. Il segreto della trilogia della Collins stà, secondo me, tutto nel suo personaggio. E' difficile trovare una protagonista come lei, in grado di suscitare emozioni forti ed intense. 
Alla fine, certamente vi chiederete quale sia la sua scelta. Se il suo amico di sempre Gale o il suo compagno di disavventure Peeta. Ebbene, in questo romanzo, ovviamente ci sarà una scelta nel finale, ma in realtà questo è si importante, ma non si impadronisce dell' intera attenzione del lettore. Il Canto della Rivolta è un grido di guerra, una fusione di dolori e perdite, una crescita nella quale la sofferenza è la protagonista. Ci saranno molti amici che perderanno la vita in questo conflitto, talvolta inevitabili, altre volte totalmente inaspettati. Ma Il Canto della Rivolta è anche un passo verso la libertà tanto agognata dalle persone e un soffio di aria pura contro le crudeltà e l' efferatezze della precedente dittatura. In ogni caso, preparatevi per il finale, perchè sarà una conclusione inattesa e molto, molto intensa. Una volta chiuso il libro, non potrete fare altro che sperimentare una sensazione di nostalgia, effetto riuscito a poche serie.
E' incredibile come Suzanne Collins, con il suo stile incisivo, coinvolgente e scorrevole e la ricercatezza nei dettagli, porti Il Canto della Rivolta ad essere uno di quei romanzi in cui fino alla fine ci si chiede chi sia il vero nemico, di chi ci si può fidare realmente e quale sarà l' epilogo per i nostri amati protagonisti.
          In conclusione, Il Canto della Rivolta è il capitolo finale perfetto per questa trilogia tanto amata. Guerra, amore, abbandono e lotta per la salvezza sono gli ingredienti principali che hanno portato Hunger Games ad essere una trilogia amata dai lettori di tutto il mondo e una delle migliori nel genere fantasy-distopico. 

5 commenti:

  1. Cara Francy - spero che tu abbia passato un buno fine settimana.
    Quando hai tempo passa al Rifugio che ci sono due premi per il tuo blog!

    Speriamo che smetta presto di piovere - non ne posso più.
    Buonissima settimana ed un abbraccio elfico

    RispondiElimina
  2. Ho trovato questo libro molto bello. Sono stata molto soddisfatta del finale e felice di aver letto questa saga.

    RispondiElimina
  3. Io ho trovato il finale stupido e banale soprattutto incompatibile con gli altri libri... Lo stile dell'ultimo libro é letteralmente troncato dal momento in cui la sorella di Katniss muore bruciata. Da quel punto si cade veramente di livello. Da emozionante senza un attimo di tregua, a tema da scolaretto. Dopo 3 volumi e piú di 1000 pagine di gesta epiche, cosa fa la Ghiandaia? Va come una scema nei pressi di un rimanente paracadute esposivo quando giá gli altri avevano decimato i bambini. Tu vedi le persone davanti a te polverizzate da qualcosa e ti avvicini a vedere? Non é credibile. Non é credibile che i ribelli siano avanzati cosí velocemente nel giro di mezza giornata. Sembra proprio che la Collins abbia dovuto chiudere in fretta e furia il libro per mandarlo in stampa anziché dargli un finale epico e glorioso come si merita.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. ero io, dimenticato di firmarmi. ;)

    RispondiElimina