martedì 27 marzo 2012

Recensione Un Uso Qualunque di Te di Sara Rattaro

Titolo
Un Uso Qualunque di Te
Autore
Sara Rattaro
Editore
Giunti
Pagine
208
Prezzo
€ 12,00
Trama
È quasi l’alba di un giorno di primavera e Viola, madre e moglie inquieta e distratta, riceve una telefonata. È il marito che le dice di correre subito in ospedale. Ma Viola non è nel suo letto. Comincia a rivestirsi in fretta e, tra un reggicalze che non si chiude e le décolleté lasciate chissà dove, cerca di richiamare Carlo per sapere in quale ospedale andare e che cosa sia successo. E così sullo scolorare della notte, mentre i semafori si fanno sempre meno luminosi e i contorni delle strade diventano più netti, Viola arriva dove avrebbe dovuto essere da ore.
Quella che ci racconta senza prendere mai fiato è una vita fatta di menzogne, passione, tradimenti, amore, sensi di colpa e rimpianti.
Ma adesso non è possibile mentire, il terrore e la verità la aspettano in quella stanza d’ospedale dove le sue bugie non la potranno più aiutare. 
Osservando la copertina del romanzo in questione, cercando un' ispirazione per poter iniziare a raccontarvi del libro e di un' apertura adeguata per la recensione di esso, mi sono ritrovata ad osservare la targhetta che lo avvolge e che recita: Una storia che esplode nella testa e nel cuore.
E' proprio così. Non saprei come iniziare a raccontarvelo se non con questa frase che racchiude pienamente il fulcro e le emozioni che mi hanno accompagnato in questa breve lettura. Partiamo dalla protagonista, anche se di colei alla quale è dedicato l' intero romanzo voglio poter dire solo l' essenziale. E' una donna difficile da descrivere. Nel suo animo racchiude diversi aspetti, molti dei quali contrastanti. Viola, il suo nome, è sposata con un marito devoto, intelligente e comprensivo. E' la sua luce quando tutto ciò che la circonda è buio e la sua ancora di salvezza quando tutto ciò che la avvolge rischia di infrangersi contro dure rocce. Hanno una figlia adolescente Luce, per la quale farebbero qualsiasi cosa. Viola non è una moglie e una madre esemplare. Tuttaltro. La sua vita è costellata di menzogne, tradimenti, sogni impossibili e perduti, rimpianti. Vive costantemente con i rimorsi del passato e con sensi di colpa nel presente. 
Si sente per nulla appagata dalla sua vita sentimentale, e questo la porta a tradire sistematicamente il marito, Carlo, e affrontare una vita priva di gioie e felicità. Eppure, nonostante sia una moglie perennemente infedele e una madre atipica, è impossibile provare rabbia e disgusto nei confronti di questa donna. E' impossibile giudicarla per le scelte compiute in passato e per le decisioni prese nel presente. Il suo è un mondo a parte, un mondo in cui lei cerca incessante una felicità che sà non arriverà mai.
Ma si arriva sempre ad un punto in cui, tutte le menzogne, tutte le falsità e tutte le più piccole infelicità vengono scoperte. Quando si pensa di non poter andar peggio di così, ecco che arriva la stoccata che fa più male, quella che ti uccide nel profondo del cuore ad ogni minuto che passa. All' ospedale, al capezzale di sua figlia, Viola imparerà che forse, il suo orgoglio non è ancora perduto. Che in fondo, lei vale qualcosa.

Un Uso Qualunque di Te è un romanzo difficile da spiegare. E' una lettura che trapassa il cuore e la mente, che entra nel profondo e commuove per la sua crudeltà e intensità. E' una lettura molto veloce. Letto in poco meno di una giornata e con circa 200 pagine, il libro è un accavallarsi di narrazione tra passato e presente, tra goie e dolori, tra sofferenze, tormenti e disperazione. Racconta di come Viola dia inizio al suo crollo passionale, al suo declino emotivo che la porterà poi ad essere la donna internamente fragile e inquieta di oggi.
Sara Rattaro ha saputo trascrivere e descrivere in modo perfetto, chiaro e struggente, le emozioni e le sensazioni della nostra protagonista, narrando una storia sì struggente ma profondamente riflessiva. Il suo personaggio, che poi è la parte predominante e narrante del romanzo, è caratterizzato nei minimi particolari. 
Di lei traspare ogni singola emozione, trasmette le sue ansie e le sue paure al lettore. Comunica i suoi rimpianti e lo fa nel modo più toccante possibile. 
Un Uso Qualunque di te è una full immersion nelle debolezze dell' animo femminile, nelle inquietudini che sfrecciano come lampi e ti colgono impreparata e instabile.  
E' un romanzo coraggioso, duro per la tematica affrontata e scritto semplicemente benissimo dall' autrice.
Che altro potrei dirvi? Solamente di leggerlo. 
       Perchè questo romanzo fa riflettere, abbaglia, ti avvolge nella disperazione per poi farti uscire spaesata, malinconica ma incredibilmente contenta di averlo letto.

4 commenti:

  1. Non posso che essere d'accordo con ogni tua parola.. è esattamente come mi sono sentita io dopo averlo letto, spaesata e smarrita. Bellissimo!

    RispondiElimina
  2. Sono contenta che sia d' accordo con me Monica! E un libro molto bello, breve ma intenso :)

    RispondiElimina
  3. Lo sto leggendo adesso, la tua recensione mi incuriosisce molto, vediamo come va!Grazie della tua bellissima recensione!

    RispondiElimina
  4. Grazie a voi che leggete le mie recensioni sempre numerosi e grazie a te carissima per i complimenti. Bellissimo libro, facci sapere come ti è sembrato una volta che l' hai letto..Un abbraccio!

    RispondiElimina