mercoledì 21 marzo 2012

Recensione La Terra dei Draghi. L' Antica Stirpe di Nicola Cantalupi

Titolo
La Terra dei Draghi. L' Antica Stirpe
Autore
Nicola Cantalupi
Editore
Giovane Holden
Pagine
308
Prezzo
€ 15,00
Trama
L'era di pace della ridente Amhonùn sembra giunta alla fine. Dall'oscuro nord giungono freddi venti di guerra e i tamburi dei ripugnanti troll rimbombano nella sconfinata pianura del Nhèt-Nimaron. Riusciranno i giovani Johan ed Elberon a compiere la loro ardua missione? Il saggio Carmas e il suo speciale addestramento forgeranno due guerrieri elfici pronti a tutto, ma il passato è sempre in agguato e l'amore annebbia la mente e incendia, gli occhi della bella Samaire sono dardi infuocati dolci e temibili, una certezza più vera delle mille frecce scoccate a difesa dell'Amhon-dor, la Grande Porta ormai sotto assedio. L'unica speranza è riposta nell'antica stirpe, mitica progenie dimenticata oltre le bianche spiagge, oltre i potenti fiumi e le gole impervie, un tempo forza vitale, oggi dimenticata per ataviche colpe e orgogli fratricidi. L'ambasciata per rinnovare l'alleanza sarà un'avventura indimenticabile per due ragazzi alle soglie della vita, quella vera. Draghi, stregoni, orripilanti troll e antiche genie umane: un fantastico mondo sulla soglia del declino ma pronto a risorgere. Ogni singolo elfo dovrà vendere cara la pelle per salvare la Terra dei draghi: è il momento del coraggio, il ritorno degli eroi. 

Nella vasta pianura che contraddistingue le Terre Centrali, circondata da fiumi rigogliosi e ampi boschi verdeggianti, si erge in tutto il suo splendore la ridente cittadina elfica di Amhonùn. In questo piccolo paradiso contadino, la vita di tutti i giorni scorre allegramente e gli elfi che vi abitano vivono ignari del pericolo che sta per abbattersi su di loro. La pace che per anni è perdurata grazie all' antica magia dell' Athorhen generata dai potenti Signori dei Draghi sta lentamente e inesorabilmente svanendo. Le forze dell Signore Oscuro, capeggiate da orde di troll, orchi e creature delle tenebre, stanno preparandosi per tornare e intaccare la tranquilla serenità degli elfi. Due giovani ragazzi, sono stati scelti per portare a termine una missione e riaccendere un barlume di speranza per la gente elfica di Amhonùn. 
Johan, insieme al suo inseparabile furetto dorato, ed Elberon viaggeranno insieme al vecchio ma inesauribile condottiero stregone Carmas verso terre lontane ed inesplorate, pericolose ed inagibili, alla ricerca di un antica stirpe che potrebbe portar loro e il proprio popolo alla vittoria nell' inesorabile e imminente guerra contro il Signore Oscuro e le forze del male.
La speranza di tutti è riposta in questi due allegri e coraggiosi ragazzi e nell' antica saggezza di due personaggi quali Carmas e Tuberon. Riusciranno i nostri protagonisti a portare a termine la loro missione e a salvare la loro beneamata Amhonùn? E quale sarà il prezzo che dovranno pagare per la pace e la liberazione dall' Oscuro Signore?

In parole più semplici, ragazzo mio, gli uomini sarebbero più felici se smettessero di cercare costantemente quello che non possono avere; e se solo riuscissero a trovare gioia e serenità per ciò che hanno e in quello che fanno, vedrebbero il mondo allo stesso modo dei Signori dei draghi, assomigliandogli più di ogni altro popolo su questa terra.


La Terra dei Draghi. L' Antica Stirpe è un fantasy ricco di elementi descrittivi e messaggi nascosti. In un mondo popolato da elfi, nani, uomini e creature malavagie come orchi e troll, il romanzo ci racconta l' avventura di due giovani elfi, Johan ed Elberon nel loro rocambolesco viaggio attraverso terre sconosciute e pericolose, alla ricerca di un' antica stirpe in grado di difendere e proteggere la propria terra e la propria gente da un temibile nemico e dai suoi oscuri seguaci in agguato. Narra, inoltre, della resistenza attuata dagli abitanti di Amhonùn, capeggiati dal saggio Tuberon, dall' attacco di eserciti di troll armati di catapulte, pronti a invadere e annientare con la loro stazza e furia le terre elfiche. Armati di indomito coraggio e fiero spirito combattivo, gli elfi saranno chiamati ad un' impresa eroica che richiama alla mente gesta leggendarie custodite per anni dagli anziani elfi.
Primo di una trilogia, L' Antica Stirpe ci porta a conoscere terre magiche e spettacolari, custodi di un passato glorioso e dimenticato. Tra passato e presente rivivremo l' antica storia di questa rigogliosa terra ripercorrendo faide e guerre antiche di secoli, imprese epiche e imperdonabili tradimenti. 
I personaggi che ci apprestiamo a conoscere, sono ben definiti e con particolarità specifiche e temperamenti ben distinti. Johan ed Elberon, sono due ragazzi curiosi e simpatici, determinati e vivaci che coraggiosamente decidono di imbarcarsi in un' avventura che temprerà il loro animo e maturerà il loro carattere irrequieto. Johan è il personaggio che emerge di più rispetto agli altri, complice la sinergia strana e curiosa che lo lega agli animali e al suo inseparabile "furetto" Luxi, e le sue origini misteriose che risveglieranno parecchi interrogativi nel corso della storia. 
Il romanzo è scritto da un autore italianissimo, Nicola Cantalupi, che ha saputo creare, a mio modesto parere, uno scenario fantasy di chiara comprensione e dei personaggi che, nonostante alcuni siano rimasti in disparte e approfonditi parzialmente, sapranno dare ai successivi due capitoli della trilogia, emozioni e sensazioni positive. Il tutto arricchito da illustrazioni molto apprezzate e messaggi celati tra le righe. Un piccolo appunto, lo farei nei confronti dello stile eccessivamente descrittivo in alcuni momenti, ma questi sono esclusivamente gusti personali.

     In conclusione, L' Antica Stirpe è stata una lettura piacevole che mi ha tenuto compagnia in questo fine settimana uggioso. Un fantasy ben scritto, arricchito da una storia d' amore ai suoi teneri albori, e da immancabili figure leggendarie e caratteristiche del genere, quali elfi, troll, orchi e gloriosi draghi. Un' avventura in un passato dimenticato e in un presente nel quale si consolidano vecchie leggende e si forgiano nuovi ed intrepidi eroi.

0 commenti:

Posta un commento