giovedì 8 marzo 2012

Recensione Blood Magic di Tessa Gratton

Titolo
Blood Magic
Autore
Tessa Gratton
Editore
Piemme
Prezzo
€ 16,00
Trama
Silla è disposta a tutto pur di scoprire cosa è successo davvero la notte che i suoi genitori hanno perso la vita, anche a provare gli incantesimi del misterioso libro trovato all’improvviso sulla soglia di casa sua. E poi c’è Nick, il ragazzo che ha incontrato nel cimitero di fianco a casa: anche lui nasconde un segreto e conosce la magia. Uniti dal destino e da una fortissima attrazione, Nick e Silla dovranno combattere contro la presenza oscura che vuole entrare in possesso del libro e di tutto il suo potere.
Non puoi capire chi sei veramente finchè non passi un po di tempo da sola in un cimitero. La lapide era fredda contro la mia schiena e mi spingeva la maglietta sottile contro il sudore che mi colava sulla pelle. Il crepuscolo pennellava di ombre il cimitero, facendone un luogo sospeso tra giorno e notte in un grigio istante bagnato di lacrime. Sedevo a gambe incrociate con il libro in grembo. Sotto di me, l' erba incolta nascondeva le tombe dei miei genitori. 

Tutto ha inizio quando a Silla viene recapitato un antico libro appartenuto a suo padre e una strana lettera da parte di un misterioso individuo, Il Diacono. Con grande sorpresa Silla scopre che il libro racchiude al suo interno affascinanti quanto inquietanti rune e formule magiche redatte dall' indistinguibile grafia del padre.
Ma il padre come la madre sono morti mesi addietro e la ragazza non sa a cosa credere. Suo padre era un mago? La magia esiste davvero? 
Quando si ritrova nel cimitero accanto alle tombe dei suoi genitori per sperimentare una formula magica, Silla si rende improvvisamente conto che la magia è reale e che suo padre per anni ha nascosto a lei e a suo fratello Reese dei segreti inimaginabili. 
Ma al cimitero c'è un ragazzo che la sta osservando e quel ragazzo conosce bene la magia. Si chiama Nicholas ed è giunto a Yaleylah dopo la morte del nonno, con il padre avvocato e la matrigna Lilith. Quando i due ragazzi iniziano a frequentarsi, Silla è ignara che Nick ha esperienza e conosce alla perfezione la magia. Tra i due scatta inarrestabile una forte attrazione e una straordinaria complicità. Con alle spalle dolorosi episodi dell' infelice passato, Nick e Silla si sostengono e si incoraggiano l' un l'altro assaggiando lentamente un sentimento impetuoso e incontrollato. 
Coinvolgendo anche Reese, il fratello di Silla, i tre ragazzi iniziano a sperimentare ed addestrarsi con formule ed esperimenti di magia con il sangue. E si accorgono che forse la morte dei genitori non è andata come tutti vogliono far credere. Forse non è vero che il padre ha ucciso la moglie e poi si è suicidato. Forse c'è qualcuno che bramava la sua morte e la magia è un tassello importante per ricostruire l' intera, orribile vicenda. 
Il sangue sarà l' elemento fondamentale per incantesimi ed esperimenti magici. I ragazzi si troveranno coinvolti in qualcosa più grande di loro, in qualcosa o qualcuno che non vede l' ora di appropriarsi del libro di Silla e sconvolgere le loro esistenze. Quali segreti nasconde il passato di Nick e di Silla? E quale astuto e pericoloso nemico dovranno affrontare i tre ragazzi?

La magia compassionevole agisce tramite le nostre stesse associazioni mentali. Intensificare la tintura con una goccia di sangue. Togliere il veleno con il fuoco, fasciare con nastri rossi. Nelle trasformazioni va usata cera d' api ancora fresca. Goccia di sangue. Tocco di sangue. Taglio. Sacrificio. Dono.

Blood Magic è il romanzo autoconclusivo d' esordio della scrittrice Tessa Gratton.
Come in una tragicommedia di Shakespeare, Blood Magic ci racconta una storia di scoperte, incontri, destini intrecciati e dolorose ed insopportabili perdite. La disperazione e la sofferenza dei protagonisti ci avvolge dalle prime pagine e ci accompagna durante l' intero corso del libro. Blood Magic è un horror a tutti gli effetti in cui, come si può dedurre dal titolo, il sangue è l' ipnotico, sinistro, essenziale elemento del romanzo. La tensione percepita nella lettura si nasconde nelle pieghe buie e misteriose del libro ed accresce in un ritmo incalzante, dal cuore del misterioso arcano celato all' ineluttabile epilogo.
Un romanzo gotico, dark e accattivante in cui minacciosi segreti, furiose ossessioni del passato e misteri incredibili del presente si fondono in una sintonia serrata ed impellente.
Blood Magic narra di magia nera, pura e terrificante. Narra di possessioni, sacrifici di sangue, ossessioni e ricerca perenna della vita eterna. Narra anche di una passato, di un uomo e di una donna legati indissolubilmente ai protagonisti, Silla e Nicholas. Legati alla magia nera e alla scelta inevitabile tra bene e male.
Silla, provata e distrutta dalla perdita dei genitori, si rifugia tra le braccia della magia, sorpresa e determinata a ricercare la verità e a far luce sulla loro morte. Accanto a lei il fratello Reese, protettivo come sempre e Nicholas, il ragazzo che in pochi attimi è riuscito a penetrare la sua rigida scorza abbattendo le mille maschere che la ragazza indossa per soffocare il proprio dolore. Nicholas si innamorerà di Silla intrecciando il suo destino, il suo sangue e la sua vita a quello della giovane. Chi meglio di lei può comprendere i dolori che attanagliano l' animo e i pensieri del ragazzo? Chi meglio di lei può lenire quelle amarezze e riempire i suoi momenti malinconici. 
Insieme combatteranno contro una persona, decisa ad impossessarsi del libro di magia, crudele e senza scrupoli, che sconcerterà le vite e il destino dei ragazzi. Un personaggio che vorrà finire il lavoro iniziato con la morte dei genitori di Silla.
Alternando la narrazione e assaporando le diverse prospettive tra Silla e Nicholas, Tessa Gratton ha intessuto un romanzo dalla trama affascinante e ammaliante. Dolcemente ci si perde nella magia e nella poesia della scrittura della Gratton. 
Se in una prima parte, la storia stenta a decollare, nella seconda la suspense e l' adrenalina scorrono a fiumi, intrigando e ipnotizzando il lettore sino alla fine. 

     Consigliato? Questo non è il solito YA. Blood Magic è una storia di dolore intenso, di magia nera. E' un horror seducente, brillante e sorprendentemente originale. Quindi lo consiglio, per la caratterizzazione dei personaggi. Malinconici, coraggiosi e determinati. Per la totale assenza di banalità e perchè in fondo Blood Magic non è il classico romanzo in cui l' amore e la magia vanno in simbiosi allegramente, ma perchè è un romanzo costituito da dolore e follia e da perdite e riscatto.

0 commenti:

Posta un commento