lunedì 16 gennaio 2012

Recensione Firelight. La Ribelle di Sophie Jordan

Titolo
Firelight. La Ribelle
Autore
Sophie Jordan
Editore
Piemme
Pagine
280
Prezzo
€ 9,90
Trama
Discendono dai draghi. Sono dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai cacciatori. Vivono nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederli. Sono i draki. Jacinda è il tesoro del suo branco, l’unica capace di soffi are ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della sua comunità, Jacinda viene esiliata con la madre e la sorella. Sepolta in una anonima cittadina, costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare la sua vera natura, la bellissima draki si ritroverà proprio nella stessa scuola del suo giovane e affascinante cacciatore. È possibile una simile coincidenza?  Oppure il cacciatore non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere? 
Jacinda ha sedici anni ed è una spettacolare mutaforma, una draki. La specie a cui appartiene discende da antiche e leggendarie creature, i draghi, e come loro possiede peculiarità straordinarie e magiche. Sa volare, ma caratteristica più importante di tutte, sa sputare fuoco. Jacinda è l' unica draki rimasta ad avere questa specialità ed essendo unica nel suo genere, è trattata diversamente rispetto agli altri e ritenuta speciale. I draki, essendo mutaforma, riescono a mantenere sembianze umane, trasformandosi in draki quasi esclusivamente di notte per proteggersi dai Cacciatori. Ed è durante una notte all' apparenza tranquilla che Jacinda si caccia nei guai. Trasformatasi in draki insieme alla sua migliore amica Az, Jacinda si libra in volo divenendo una bellissima draki rosso fuoco con screziature dorate che le ricoprono la pelle. Nella sua forma prediletta, Jacinda è libera di viaggiare nel cielo grigio e assaporare l' aria fresca sul viso, gustandosi la libertà e la spensieratezza che in forma umana le manca. Appartiene ad un clan protetto e governato dal capo Severin e in qualità di unica sputafuoco rimasta, il suo futuro è ormai delineato verso l' unione con il principe Cassian, figlio di Severin, divenendo uno strumento per procreare una discendenza di nuovi e potenti draki. Ma Cassian è nel cuore di sua sorella gemella Tamra e Jacinda non ha mai contraccambiato i sentimenti verso il bello e statuario principe. Solamente il volo e la sua forma draki la rendono felice e durante un' escursione notturna con Az, Jacinda si imbatte e viene quasi catturata dai Cacciatori. E' solo grazie all' aiuto di Will, un ragazzo cacciatore incredibilmente diverso da tutti i suoi colleghi, che Jacinda miracolosamente ne esce illesa e può tornare sana e salva dal clan. Ma al suo ritorno a casa, la madre decide di fare le valigie e partire segretamente portando con sè lei e le due figlie, per sfuggire al futuro che si prospetta per Jacinda e per far trascorrere a Tamra un' adolescenza più serena visto che la ragazza non possiede le doti draki non essendosi mai manifestata.
In una nuova città le tre iniziano una nuova vita, e Jacinda è costretta a sentire, ogni minuto che passa senza trasformarsi, inesorabilmente il suo draki morire. Ma la comparsa di Will, il suo salvatore, nella nuova scuola che frequenta, farà rifiorire il suo draki donandole sensazioni mai provate prima. Ma Will è pur sempre un Cacciatore, e i Cacciatori si sa sono crudeli e spietati. Catturano i draki per rivenderli agli Enkros, che li utilizzano per le loro proprietà magiche e la loro specialità nel recuperare pietre preziose. Jacinda sa di non doversi fidare di Will, ma l' attrazione nei suoi confronti è troppo intima e importante per ignorarla e in aggiunta comprende che il ragazzo, dopo il gesto di quella notte, è diverso da qualsiasi Cacciatore. Pur non riconoscendola e non sapendo che i draki assumono sembianza umane, Will si sente legato a Jacinda come mai prima d' ora e in più di un' occasione Jacinda rischierà di rivelare il segreto che generazioni e generazioni di draki custodiscono. Quale sarà la sorte e il destino di Jacinda? E la natura di Cacciatore di Will si interporrà tra loro? Cassian tornerà a riprendersi Jacinda?

Primo di una trilogia, Firelight racchiude una veloce e bellissima storia di creature gloriose e venerate e un' intensa e dolcissima storia d' amore. Discendenti dai draghi, i draki sono esseri particolari e sorprendenti. Sophie Jordan ha creato dei personaggi singolari e originali che conquistano la fantasia e l' entusiasmo del lettore sin dalle prime righe. Jacinda è una ragazza matura per la sua età ed estremamente coraggiosa. Non c'è niente di più bello e di più straordinario per lei della sua natura draki. Per lei volare è il succo della vita, spiccare il volo e liberarsi dei pesi e delle responsabilità che il suo dono le ha creato. Ma affrontando la partenza e decidendo di stare lontana dal suo clan, Jacinda è costretta ad affrontare la morte inesorabile del suo draki. Non trasformandosi più, la sua emozione più grande smette di esistere. E' solo con l' arrivo del bel tenebroso e audace Will che Jacinda si sente rinascere. Will non sa che è lei la draki che ha salvato quella notte, ma con Jacinda sente crescere un legame sempre più profondo.
Un legame che cercherà di proteggere dai suoi terribili cugini Cacciatori, Xander e Angus. Lo stile fluido e scorrevole donano al lettore un' immersione perfetta nella storia. Dalla gemella Tamra ai cugini di Will, passando per la madre di Jacinda a Cassian, statuario e imponente futuro capo clan, Firelight è un mix di personaggi principali e secondari ben congeniati e costruiti. Aggiungendo al lettore qualche piccolo mistero qua e la come la morte del padre di Jacinda e Tamra anni prima e la fuga quantomai repentina della madre verso una destinazione all' apparenza sicura. Un piccolo gioiellino del quale ho goduto dall' inizio alla fine e che mi ha emozionato molto. Sono molto curiosa di scoprire il proseguo della serie e di conoscere più da vicino il personaggio di Cassian, che sono certa riserverà qualche sorpresa.
          Consigliato? Assolutamente: romantiche e amanti del fantasy fatevi sotto.

9 commenti:

  1. concordo in pieno. Bella recensione

    RispondiElimina
  2. Grazie ragazzi! Sono contenta vi sia piaciuta!

    RispondiElimina
  3. Ma è un primo capitolo o un capitolo unico?

    RispondiElimina
  4. E' il primo capitolo di una trilogia.

    RispondiElimina
  5. Devo ammettere che il mio commento deve apparire piuttosto idiota, visto che è già scritto nella recensione, evidentemente avevo saltato un rigo. Per farmi perdonare ti dirò che ieri mattina mi sono procurata il libro, che purtroppo alle 23 era già finito. ;_; Grazie a te posso aggiungere un nuovo pezzo alla mia collezione

    Chiara

    RispondiElimina
  6. Ahahah Chiara non ti preoccupare. Ne deduco che sia piaciuto anche a te giusto? :)

    RispondiElimina
  7. wow lo sto leggendo proprio ora preso in prestito in biblioteca...

    RispondiElimina