venerdì 30 dicembre 2011

Recensione Principessa? No Grazie di Valentina Ruble

Titolo
Principessa? No Grazie
Autore
Valentina Ruble
Editore
Editore Uroboros
Pagine
227
Prezzo
€ 13,00
Trama
Se a ventinove anni Paula decide di lasciare il suo ragazzo durante il pranzo di Natale, proprio mentre le sta chiedendo di sposarlo davanti a tutti i parenti, può capitare che sua madre, già apprensiva di natura, sia afflitta dalla terrificante preoccupazione che la sua bambina rimanga zitella a vita, portandola a inventare l’esistenza di un fidanzato che in realtà è solo immaginario. Se poi, per staccare un po’ la spina dal lavoro, per scappare da quella collega insopportabile che le rende la vita impossibile e per non pensare a quel bel magazziniere di cui si è invaghita senza essere ricambiata, decide di partire tutta sola per la Repubblica Dominicana, può capitare anche che l’animatore più ambito del villaggio perda la testa per lei, facendola sentire una vera e propria principessa. Ma è veramente tutto oro quello che luccica? Tra balli latino-americani, meravigliosi cocktail a base di rum e incontri inaspettati, Paula scoprirà che non sempre il Principe Azzurro arriva in sella a un cavallo bianco…

Principessa? No Grazie è il debutto letterario della scrittrice Valentina Ruble e racconta le avventure e disavventure della ventinovenne Paula e della sua frenetica e caotica vita tra amore, famiglia, lavoro e amici. Siamo alla vigilia di Natale a casa dei suoi genitori e, dopo otto lunghi anni di fidanzamento, Paula riceve inaspettatamente la proposta di matrimonio dal suo ragazzo, detto il Carota, davanti a tutti i presenti. Con un colpo di scena a sorpresa, Paula rifiuta la proposta di matrimonio e torna single, col grande disappunto della madre, ansiosa di vederla accasata e con figli. E se non bastasse una madre oppressiva ed esigente ed un padre alquanto imbarazzante a rendere la sua vita un inferno, ci si mette anche il suo lavoro, con una collega odiosa e pungente, un capo singolare e bizzarro, soprannominato il Grande Puffo, e un magazziniere affascinante di cui si è invaghita. Voi direte, basta così? E invece no, perchè nella vita di Paula c'è posto anche per gli amici. Come Eleonora e Barbara, le più pacate, l' amico gay Leonardo con la sua turbolenta storia d' amore con Fritz, e la malvagia e antipatica regina delle stronze, Maria, sempre pronta alla battuta al veleno nei confronti di Paula.
Per Paula urge una vacanza, e quale destinazione migliore se non una bella spiaggia caraibica, tanto sole, bei ragazzi e divertimento assicurato, se non nella Repubblica Dominicana? Così, per ammansire la madre in preda ad isterismi colossali per la sua partenza da single, Paula si inventa un fidanzato immaginario e parte per la sua meta vacanziera in cerca di tranquillità e spensieratezza. Giunta in Repubblica Dominicana, le capiterà una sventura dietro l' altra, e balli latino americani, cocktail, un aitante animatore ed un aspirante ammiratore renderanno questa vacanza per Paula indimenticabile. Riuscirà la nostra ventinovenne a domare il caos che regna nella sua vita e a condurne le redini? E troverà mai il suo principe azzurro?

Era da qualche tempo che non mi dedicavo ad un libro fresco, brillante e allegro come questo, un bel libro alla Bridget Jones per così dire. Perchè come Bridget Jones, in questo libro la protagonista è giovane, imbranata e incredibilmente divertente. Letto durante le vacanze natalizie, mi sono divertita come una matta a leggere le disavventure della povera Paula alle prese con una madre asfissiante, una collega prepotente e un' "amica" spietatamente crudele, ed un principe azzurro che tarda ad arrivare. Comica e imbranata nelle relazioni interpersonali, è impossibile non affezionarsi sin dal primo momento al personaggio di Paula. Non propriamente una top model, Paula finisce sempre per essere coinvolta in avvenimenti comici e situazioni quantomai imbarazzanti divertendo il lettore grazie alla sua vena comica e al suo spigliato senso dell' umorismo. Con la sua cerchia di amici e la sua famiglia, il personaggio di Paula è in grado di rispecchiare la vita di ciascuno di noi, tra noie e screzi lavorativi, antipatie, soffocamenti familiari e infatuazioni.
Memorabile il suo viaggio nella Repubblica Dominicana e favolose le avventure in cui Paula giorno dopo giorno è coinvolta come i giochi ai quali è costretta a partecipare, i passi di danza improvvisati, schiere di audaci noninne con l' ormone in subbuglio, gli strani cocktail superalcolici e le missioni notturne in compagnia di Giovanna (un' altra pazza sessantenne, sfacciata e schietta) e la compagnia di arzilli vecchietti scatenati (quelli di Macomer sono fantastici). Da non tralasciare la sua sfortunata vita amorosa, l' amore segreto per il suo collega magazziniere Marco, l' invenzione di un fidanzato immaginario e fronteggiare una madre che nel frattempo sta già organizzando il suo matrimonio.
Valentina Ruble è stata capace di realizzare una lettura divertente e spassosa, con uno stile spumeggiante ed ironico, chiaro e scorrevole. Un libro decisamente esilarante che mi ha deliziato e divertito dall' inizio alla fine e con un finale emozionante e romantico. Devo fare i miei complimenti a Valentina perchè è un romanzo d' esordio con i fiocchi, coinvolgente e appassionante. Brava Valentina.

         Consigliato assolutamente si, per una lettura divertente, fresca e genuina. Ideale per chi avesse in mente una storia leggera e spensierata e per le amanti del romanticismo.

4 commenti:

  1. Questo libro è una vera e propria sorpresa. Non lo conoscevo affatto e beh, mea culpa; grazie al cielo ci sono gli altri blogger che mi fanno scoprire tanti libri nuovi.
    Credo proprio che lo inserirò in wish list!

    RispondiElimina
  2. Valentina Ruble30 dicembre 2011 12:19

    Buongiorno a tutte! Sono Valentina Ruble e ho appena letto la recensione fatta alla mia tanto amata creatura "Principessa? No, grazie" dalla padona di casa di questo blog e... grazie grazie grazieee!!! Non mi aspettavo tante belle parole!!!
    Mi farebbe mooolto piacere chiedere l'amicia via facebook a tutte le donne che leggeranno questo post, ma ahimè non mi è possibile farlo :-(
    Così chiedo a chiunque ne abbia voglia di diventate mio amico/a in facebook :-) Ancora grazieee e un abbraccio da Padova!

    RispondiElimina
  3. Buona recensione, anche se il libro non mi attira molto
    Buon Anno!

    RispondiElimina
  4. Merita!! Storia intrigante e molto ma molto divertente! Complimenti a Valentina...e aspettiamo il seguito!!

    RispondiElimina