lunedì 24 ottobre 2011

Recensione Promessi Vampiri. The Dark Side di Beth Fantaskey

Titolo
Promessi Vampiri. The Dark Side
Autore
Beth Fantaskey
Editore
Giunti Y
Pagine
624
Prezzo
€ 16,50
Trama

Un matrimonio da sogno.
Un amore immortale.
Un regno oscuro da governare.

Dopo un matrimonio da favola, Jessica ora si aggira in uno spettrale castello immerso nelle nebbie dei Carpazi e sta cercando di adattarsi al difficile ruolo di principessa. Per amore di Lucius ha cambiato paese, abitudini alimentari - da vegana convinta ora si nutre di sangue - e anche il suo nome: adesso è Antanasia Dragomir Vladescu, futura regina dei vampiri. Ma i malefici parenti stanno tramando un complotto per impedire l' ascesa al trono della giovane coppia. Lucius viene ingiustamente recluso nelle segrete del castello e Jessica-Antanasia deve affrontare con coraggio gli oscuri nemici per difendere il suo amore e il suo regno. Jessica però non è sola, può contare sull' aiuto di due validi e quanto mai improbabili paladini: la sua migliore amica Mindy, armata di asciugacapelli, e l' affascinante Raniero, l' unico vampiro abbronzato della storia della narrativa.
Alla fine di Promessi Vampiri ci eravamo lasciati con Lucius e Jessica (Antanasia) Dragomir che dopo turbolenze, incomprensioni e imprevisti, finalmente si dichiarano il loro reciproco amore e si apprestano a vivere come i futuri regnanti della stirpe vampirica in Romania. Legati fin dalla nascita dall' accordo stipulato dai loro genitori prima di morire, Lucius e Jessica, grazie anche al loro sincero amore, possono mettere fine a secoli di conflitto tra i clan Dragomir e Vladescu con la loro unione. In Dark Side si comincia con il matrimonio, romantico e suggestivo, tra i due ragazzi. La loro fiaba appena cominciata verrà messa subito a dura prova da Claudiu, lo zio di Lucius, il quale, dopo la morte del fratello Vasile proprio per mano di Lucius, e convinto dell' inadeguatezza a regnare di Jessica, si scontrerà e sfiderà apertamente il nipote.
Peggiorando la situazione, Claudiu, viene trovato poco dopo morto, infilzato dal paletto che risulterà di Lucius. Ma Lucius è innocente e qualcuno sta cercando di incastrarlo. Ma chi? Chi trama contro il principe e la principessa?
Nel frattempo Lucius viene imprigionato senza poter vedere nessuno e senza poter bere sangue, cosa che lentamente lo potrebbe portare a scivolare in uno stato peggiore del coma, con allucinazioni, incubi e follia da cui molti non ne sono più usciti. Toccherà a Jessica cercare le prove della sua innocenza e scoprire il traditore tra i vampiri. Ad aiutarla ci sarà Raniero, il cugino di Lucius, ragazzo all' apparenza mite e tranquillo, ma che nasconde un passato fatto di violenza e maltrammenti, e Mindy, la migliore amica di Jessica dai tempi delle elementari. Sono poche le persone di cui ci si può fidare tra la cerchia dei vampiri, molti dei quali non aspettano altro che rovinare l' unione tra Lucius e Jessica. Scoraggiata, e preda di terribili e angosciosi incubi, Jessica si appoggia a Raniero e a Mindy, trovando poi il coraggio e la forza per reagire e per difendere e aiutare il marito a dimostrare la sua innocenza. Ma la strada sarà lunga e irta di pericoli e tranelli e Jessica dovrà imporsi come principessa, dimostrando a tutti che lei è la degna sostituta e valorosa figlia della defunta regina Mihaela Dragomir.

In questo sequel dell' amatissimo Promessi Vampiri, i protagonisti sono sempre Lucius e Jessica, ma questa volta non sono più gli adolescenti che si sono conosciuti e innamorati in America, ma sono cresciuti, diventando adulti, affrontando nuovi obblighi e responsabilità. Anche l' atmosfera in Dark Side è decisamente più cupa e tagliente.
La storia d' amore avvolge il romanzo ed è sempre presente, ma sono gli intrighi, i complotti e la lotta per salvare Lucius, che diventano i veri elementi principali di Dark Side. Raccontata da quattro punti di vista, il libro ci rende partecipe anche della storia, tira e molla, tra il vampiro Raniero e Mindy. Conosciutisi il giorno del matrimonio tra Lucius e Jessica, si sono amati e lasciati più volte. Ora si ritrovano in Romania come amici, ma si intuisce che il loro rapporto è destinato a cambiare e a evolversi.
I capitoli brevi, ma molto scorrevoli, ci portano dritto nel cuore dei protagonisti, tenendoci sulla corda o emozionandoci a seconda dei momenti. Particolari, in Promessi Vampiri, sono stati gli intervalli in cui Lucius scriveva lettere allo zio Vasile. Anche in Dark Side troviamo lettere e email che si scambiano i cugini Lucius e Raniero. La presenza di Raniero impreziosisce e particolarizza il libro, con il suo passato all' inizio misterioso e spaventoso. Così come la presenza di Mindy, che porta vivacità e allegria al castello con le sue battute e il suo stile alla "Cosmopolitan". In più è lei che riesce a osservare con freddezza e distacco la situazione, alcuni comportamenti e possibili traditori, cercando di rendersi utile per aiutare l' amica in difficoltà.
Dark Side esce come un YA ben fatto, meno appassionante del suo precedente (ma sono in pochi quelli che riescono a superare il primo), tuttavia molto intrigante e con quelle tinte dark al punto giusto che mi piacciono molto. Assistiamo all' evolversi della storia d' amore tra Lucius e Jessica, facendosi più matura e crescendo di giorno in giorno.
Rispetto a Promessi Vampiri, l' atmosfera che circonda Dark Side è più suggestiva e spettrale.
I Carpazi e il sontuoso castello Vladescu con i suoi cunicoli e stanze segrete e con il suo bosco vasto e pericoloso, seppur descritti genericamente, accendono la fantastia del lettore e verranno apprezzati da molti.
L' unica pecca del libro, a mio parere, è la prevedibilità. Lungi da me svelarvi il finale, ma non sono stata sorpresa particolarmente.

       1/2  In definitiva Dark Side è stata una lettura piacevole, non perfetta, ma godibile, spensierata e scorrevole. Per chi ha amato Promessi Vampiri, non sarà deluso dal suo sequel.

Cover            

Trama       

Personaggi            

2 commenti:

  1. Non è il mio genere, eppure mi incuriosisce. Non riesco a capire se è una parodia satirica/ironica oppure se prende semplicemente il nome da Manzoni e lo stravolge in una storia diversa.

    RispondiElimina
  2. No non è una parodia ironica, è un YA che centra ben poco con Manzoni, se non per la somiglianza col titolo. E' un buon libro se ti piacciono gli YA con protagonisti vampiri e una bella storia d' amore.

    RispondiElimina