martedì 4 ottobre 2011

Le Tredici, un romanzo di Susie Moloney in libreria ad Ottobre

Stavo spulciando nelle novità di Ottobre quando mi sono imbattuta in questo libro interessante. Si tratta di Le Tredici, un romanzo di Susie Moloney che uscirà, edito da Giunti Editore, domani 5 Ottobre.
Una storia di mistero, streghe, demoni e un paesino che ricorda le ambientazioni del maestro del brivido Stephen King, che ha suscitato la mia curiosità. Per questo sono andata ad informarmi sull' autrice del romanzo, Susie Moloney, una scrittrice canadese che ama scrivere anche per la televisione e il grande schermo e divenuta famosa grazie al suo secondo romanzo: A Dry Spell. I suoi romanzi si possono definire di genere horror, permeati di mistero e fantasia. Pubblicato da noi tra poco, Le tredici, titolo originale The Thirteen, sarà nelle librerie americane il prossimo anno.


Titolo
Le Tredici
Autore
Susie Moloney
Editore
Giunti
Pagine
384
Prezzo
€ 16,00
Trama
Haven Woods è una specie di paradiso fuori città, un luogo ideale dove abitare e crescere una famiglia. Un posto tranquillo con le sue ville lussuose, i giardini curatissimi, i roseti in fiore e le strade pulite, senza neanche una foglia secca. Qui i cani non abbaiano, ma in compenso gironzolano indisturbati tanti, troppi gatti. Il tasso di criminalità è praticamente inesistente. Almeno in apparenza. Sì, perché a Haven Woods vivono tredici signore elegantissime con tailleur firmati e fili di perle al collo. La morte di una di loro risveglia non solo antiche paure ma anche qualcosa di misterioso e innominabile. E quando Paula Wittmore, che ha abbandonato il villaggio molti anni prima, ritorna per prendersi cura della madre improvvisamente ammalata, non sospetta di essere l'ultima possibilità per le dodici amiche di riportare il circolo al numero magico: tredici. E nemmeno può immaginare a quale destino sta andando incontro: sua figlia, giovane e innocente, potrebbe essere in serio pericolo. Un romanzo denso di colpi di scena e demoni, in cui il vero mostro sembra essere la superficialità.

"Perfido e terrificante" The Globe and Mail

"Moloney è bravissima a creare personaggi tanto credibili e coinvolgenti. Viene voglia di avvertirli dei pericoli: No! Non farlo! Non andare in soffitta!" The Hamilton Spectator

"Un' opera deliziosamente perversa" The Winnypeg Free Press

0 commenti:

Posta un commento