mercoledì 31 agosto 2011

Il Tribunale delle Anime di Donato Carrisi dal 1 Settembre in libreria

Dopo la pubblicazione del suo romanzo d' esordio Il Suggeritore in ben 19 paesi stranieri diversi e dopo 11 edizioni e 250,000 copie vendute in Italia, torna lo scrittore Donato Carrisi con la sua nuova opera. Un nuovo ed emozionante thriller, da domani in tutte le librerie. Il Tribunale delle Anime si preannuncia un romanzo fenomenale e di successo.

Titolo
Il Tribunale delle Anime
Autore
Donato Carrisi
Editore
Longanesi
Pagine
464
Prezzo
€ 18,60

Trama
Roma è battuta da una pioggia incessante. In un antico caffè, vicino a piazza Navona, due uomini esaminano lo stesso dossier.
Una ragazza è scomparsa. Forse è stata rapita, ma se è ancora viva non le resta molto tempo.
Uno dei due uomini, Clemente, è la guida. L’altro, Marcus, è un cacciatore del buio, addestrato a riconoscere le anomalie, a scovare il male e a svelarne il volto nascosto.
Perché c’è un particolare che rende il caso della ragazza scomparsa diverso da ogni altro. Per questo solo lui può salvarla. Ma, sfi orandosi la cicatrice sulla tempia, Marcus è tormentato dai dubbi. Come può riuscire nell’impresa a pochi mesi dall’incidente che gli ha fatto perdere la memoria? Anomalie.
Dettagli.
Sandra è addestrata a riconoscere i dettagli fuori posto, perché sa che è in essi che si annida la morte. Sandra è una foto rilevatrice della Scientifi ca e il suo lavoro è fotografare i luoghi in cui è avvenuto un fatto di sangue. Il suo sguardo, fi ltrato dall’obiettivo, è quello di chi è a caccia di indizi.
E di un colpevole. Ma c’è un dettaglio fuori posto anche nella sua vita personale. E la ossessiona.
Quando le strade di Marcus e di Sandra si incrociano, portano allo scoperto un mondo segreto e terribile, nascosto nelle pieghe oscure di Roma. Un mondo che risponde a un disegno superiore, tanto perfetto quanto malvagio.
Un disegno di morte.
Perché quando la giustizia non è più possibile, resta soltanto il perdono.
Oppure la vendetta.
Questa è la storia di un segreto invisibile eppure sotto gli occhi di tutti.
Questa è la storia di un male antico ed eterno e di chi lotta per contrastarlo.
Questa è una storia basata su fatti veri, ispirata a eventi reali: la sfi da non è crederci, ma accettarlo.

Il suo primo romanzo Il Suggeritore

Titolo
Il Suggeritore
Autore
Donato Carrisi
Editore
Longanesi
Pagine
468
Prezzo
€ 18,60

Trama
Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l'abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze, che li mette costantemente alla prova in un'indagine in cui ogni male svelato porta con sé un messaggio. Ma, soprattutto, li costringe ad affacciarsi nel buio che ciascuno si porta dentro. È un gioco di incubi abilmente celati, una continua sfida. Sarà con l'arrivo di Mila Vasquez, un'investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse, che gli inganni sembreranno cadere uno dopo l'altro, grazie anche al legame speciale che comincia a formarsi fra lei e il dottor Gavila. Ma un disegno oscuro è in atto, e ogni volta che la Squadra sembra riuscire a dare un nome al male, ne scopre un altro ancora più profondo.

L' Autore
Donato Carrisi è nato nel 1973 a Martina Franca (Ta) e vive a Roma. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha studiato criminologia e scienza del comportamento. Dal 1999 è sceneggiatore di serie televisive e per il cinema. È una fi rma del Corriere della Sera ed è l’autore del romanzo bestseller Il suggeritore

2 commenti:

  1. Voto: 9,5
    Un ottimo romanzo, secondo me più bello e coinvolgente de "Il suggeritore".
    Un'opera seconda che è a mio giudizio migliore dell'esordio (risultato eccezionale!): la scelta di Roma come location (le chiese di Roma aggiungono al romanzo un quid in più), l'intreccio fra le due vicende (quella dei penitenzieri e quella del serial killer trasformista) abilmente gestita, la capacità di tenere incollato il lettore fino alle ultimissime pagine (quest'abilità l'aveva già dimostrata con Il suggeritore), l'utilizzo di un linguaggio più colto rispetto al thriller classico di azione che spinge alla riflessione sulla condizione umana e sul sottile confine fra bene e male e denota una conoscenza approfondita della criminologia e della psicologia.
    Per la recnsione competa vi invito a visitare il mio blog: http://ilmaritodellalibraia.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Ottima la scelta di Donato Carrisi di non fare un sequel del suo primo romanzo, anche se secondo me migliore de Il Tribunale delle anime. Quest'ultimo sicuramente un thriller ben costruito, con storie davvero interessanti, che parte però un pò lentamente...

    RispondiElimina