giovedì 16 giugno 2011

Recensione L' Angelo Le Origini di Cassandra Clare

Titolo: Shadowhunters. L'angelo. Le Origini
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori
Pagine: 480
Prezzo: 17,00€

 
Tessa Gray, orfana sedicenne, lascia New York dopo la morte della zia con cui viveva e raggiunge il fratello ventenne Nate, a Londra. Unico ricordo della vita precedente, una catenina con un piccolo angelo dotato di meccanismo a molla, appartenuto alla madre.
Quando il fratello maggiore scompare all'improvviso, le ricerche portano la ragazza nel pericoloso mondo sovrannaturale della Londra vittoriana. Sarà rapita, ingannata, sfruttata per la sua straordinaria capacità di trasformarsi e assumere l'aspetto di altre persone. La salveranno due Shadowhunters, Will e Jem, destinati a combattere i demoni, nonché a mantenere l'equilibrio tra i Nascosti e fra questi e gli umani.
Tessa sarà costretta a fidarsi. Si unirà a loro nella lotta contro i demoni per poter imparare a controllare i propri poteri e riuscire finalmente a trovare Nate. Ma tutto ciò la porterà al cuore di un arcano complotto che minaccia di distruggere gli Shadowhunters, e le farà scoprire che l'amore può essere la magia più pericolosa di tutte.

RECENSIONE L' ANGELO LE ORIGINI

Non aveva mai immaginato che il suo primo bacio sarebbe stato così breve, disperato e impetuoso. Nè che avrebbe avuto il sapore dell' acqua santa. E del sangue.


Da ammiratrice scatenata, della serie The Mortal Instruments e di Cassandra Clare, quale sono, non potevo non leggere e non parlarvi dell' ultimo capolavoro uscito da pochi giorni in libreria edito da Mondadori, ovvero L'Angelo. Le Origini. Questo romanzo fa parte della nuova serie ideata dalla Clare, Infernal Devices, strettamente collegata alla serie precedente e da leggere tra City of Fallen Angels (ancora inedito in Italia e seguito di Città di Vetro) e City of Lost Souls (inedito anche in America).
Questa volta l' ambientazione è quella della Londra vittoriana del tardo 1800, tra gli antenati dei loro eredi Shadowhunters conosciuti e ammirati in Mortal Instruments. Troveremo varie famiglie ampiamente note come i Lightwood, o i Wayland o i Lovelace e ci imbatteremo nel magnifico quanto bizzarro e strambo stregone Magnus Bane.
La protagonista è Tessa, una ragazza rimasta orfana dopo la morte dei genitori e dell'amata zia a cui era stata affidata, che dall' America giunge in Inghilterra per ricongiungersi col suo adorato fratello Nathaniel, sbarcato anni prima per cercare fortuna. Ma ad attenderla al porto di Southampton non ci sarà il suo beneamato fratello, bensì due oscure sorelle (denominate appunto le Sorelle Oscure) che condurranno, con l'inganno, la ragazza in una casa e la terrano prigioniera per sei settimane. Il compito delle Sorelle Oscure è quello di addestrare e preparare Tessa al Magister, il losco capo del Pandemonium Club che vuole servirsi di Tessa e del suo potere unico e straordinario per i suoi oscuri fini.

A salvarla, per un puro caso e un inaspettato quanto mai gradito segno del destino, ci sarà Will, uno Shadowhunter giunto in quella casa per indagare la morte sospetta di una ragazza ritrovata nei lunghi e tetri vicoli di Londra. Un ragazzo dalla bellezza disarmante e dalla lingua particolarmente tagliente. Già dal primo incontro, saranno esilaranti ed entusiasmanti i battibecchi tra i due e le impressioni di Tessa nei riguardi di Will. Da "completamente matto" a "questo è ubriaco fradicio".
Will porterà Tessa all' Istituto, il luogo dove vivono gli Shadowhunters senza famiglia, costruito su suolo consacrato e impossibile da varcare, una vera e propria fortezza. Tessa verrà a conoscenza del Mondo Invisibile, dei Nascosti e dei Cacciatori. E scoprirà che suo fratello Nathaniel risulta scomparso e immischiato fino al collo nel mondo dell' occulto e assiduo cliente del Pandemonium Club, un' organizzazione frequentata da Nascosti e mondani (esseri umani) al cui interno si praticano incantesimi e si invocano demoni.
Ad aiutarla a ritrovare suo fratello scomparso ci sarà Charlotte, donna forte e combattente, capo dell' intero Istituto, che ospiterà la ragazza e nonostante la giovane età cercherà di farle da guida. Ci sarà Herny, suo marito, imprevedibile inventore ed esperto di ingranaggi, sempre sulle nuvole e abile Cacciatore. Jem, un dolcissimo ragazzo e Jessamine, sprezzante e pretenziosa, entrambi Cacciatori. E nonostante la ricerca la porterà a vivere emozioni e ad affrontare situazioni pericolose e temerarie, dovrà fare i conti anche con la sua natura di creatura Nascosta. Si perchè Tessa non avrebbe mai immaginato di possedere un potere così micidiale e sconosciuto che le Sorelle Oscure hanno portato in superficie. Il suo potere è quello di cambiare forma e tramutarsi in qualunque essere umano solamente toccando un oggetto personale della persona o creatura in cui intenda trasformarsi. La prima domanda che tutti, compresa la ragazza, si porranno è quale sia la vera natura di Tessa. Che sia un Nascosto è pressochè assoldato, ma a quale tipo di Nascosto si associa e ancora da scoprire. Sa solo che è un Eidon, un essere in grado di cambiare forma, ma di tipo sconosciuto e non possiede marchi demoniaci che la contraddistinguono da un demone. E si chiederà se il suo passato non sia stato costruito su innumerevoli bugie da parte dei suoi genitori e cosa in realtà nascondessero.
L' unico oggetto che terrà custodito e che le ricorderà l' America e il suo passato sarà un piccolo ciondolo a forma di angelo dal ticchettio misterioso. Tra innumerevoli colpi di scena e momenti d' azione, Tessa si avvicinerà pericolosamente a Will e inizierà a legarsi inevitabilmente a Jem. Si addentrerà nella Londra vittoriana fatta di demoni e vampiri, stregoni e folletti cattivi e con estrema audacia si troverà coinvolta in situazioni pericolose al fianco dei Cacciatori, per salvare suo fratello e per salvare se stessa dal Magister. Ma non è tutto scontato come sembra..ci saranno grossi capovolgimenti e inaspettati tradimenti..
La Clare ha la capacità di trasportare il lettore nel mondo soprannaturale dei Cacciatori e dei Nascosti e riesce a farti vivere le stesse emozioni che provano i protagonisti. Miscela sentimenti, paure e sensazioni profonde attraverso il suo modo di scrivere coinvolgente, accattivante e diretto. Il suo stile è sublime, intenso e fluido. La narrazione in terza persona ci rende partecipe dei punti di vista dei vari protagonisti, non solo Tessa e Will, ma in certi momenti, anche di Charlotte e Jem. In questo libro, la Clare, da il meglio di se anche per ciò che riguarda la psicologia dei vari protagonisti, principali e non. Hanno un carattere ben definito, brillante e determinato, tutti con dettagli particolari e importanti. Ogni personaggio ha una storia e un passato curioso e differente da raccontare. Tessa, a dispetto della sua giovane età, dimostra un' impressionante sicurezza di se e una considerevole forza d' animo. E sebbene sia la minore dei due fratelli, Tessa si rivela essere, nel corso dell' intero libro, più coraggiosa e più matura del fratello.

Will si sporse verso Jem, passando davanti a Tessa come se questa non ci fosse.
<<Non credi che ora dovremmo andare?>>.
<<Prima devo finire il mio tè>> rispose Jem. <<In ogni caso, non capisco perchè sei così eccitato. Non hai detto che il posto non veniva usato come bordello ormai da un pezzo?>>.
<<Voglio tornare prima che faccia buio>>.
Era piegato quasi sul grembo di Tessa, e lei sentiva quel leggero odore maschile di cuoio e metallo che sembrava incollato ai capelli e alla pelle.
<<Questa sera ho un appuntamento a Soho con un bel bocconcino>>.
<<Santo cielo!>> esclamò Tessa, rivolta alla sua nuca. <<Se continui a vedere così spesso Nigel-Sei-Dita, si aspetterà che gli dichiari le tue intenzioni>>.
A Jem andò di traverso il tè per le risate.

Will possiede quel sarcasmo pungente e a tratti geniale che provoca nel lettore divertimento e affetto immediato nei suoi confronti. Will è semplicemente un ragazzo chiuso in se stesso, non da la possibilità a niente e a nessuno di avvicinarsi troppo e non rende partecipe gli altri delle sue emozioni, stati d' animo e tormenti. La personalità del ragazzo ha origine nel suo passato travagliato che purtroppo non riusciremo a conoscere in questo primo volume della saga. Ma che comunque ha creato in lui una ferita non ancora rimarginata e un costante tormento e angoscia interiore. Questa sua personalità è sottolineata da quei suoi modi di fare bruschi e menefreghisti, che lo porteranno ad avere inevitabili scontri con il resto del gruppo e ad una particolare attrazione ed interesse di Tessa nei suoi confronti. Non che Tessa non sia infastidita da questo suo modo di fare, anzi..lo considera un villano e un arrogante, ma ri ritroverà costantemente attratta da lui. L' unica persona con la quale Will sembra dimostrare un attaccamento sincero e profondo (a parte qualche flash con Tessa che immediatamente cercherà di nascondere) è Jem. Suo amico fraterno e collega Shadowhunter, dai capelli bianco-argentati, mezzo cinese e dal passato difficile come tutti gli altri. Jem vive ininterrottamente a stretto contatto con la sua precaria salute fisica. Scosso da terribili attacchi di tosse, e fuoriuscite di sangue, Jem svolge come se niente fosse il suo ruolo di cacciatore, sempre in prima linea a fianco di Will nella lotta contro il nemico. E durante il libro scopriremo il vero passato e la vera malattia del ragazzo.
Cassandra Clare ha creato un mondo fantastico, descritto e definito in ogni minimo particolare. Come dimenticare le spettacolari torri di vetro che si innalzano a toccare il cielo di Idris nella Città di Vetro o le armi splendenti e magiche degli Shadowhunters con un nome angelico.
L'unica cosa che non capisco è come mai nelle librerie lo troviamo immancabilmente tra i libri per ragazzi come per gli altri libri della Clare. Si, è uno Young Adult ma lo trovo semplicemente riduttivo metterlo in quel reparto soprattutto considerando il suo contenuto adatto ad ogni genere d' età.
                
Cosa dire di più di questo libro..se potessi dare dieci stelline lo farei, è semplicemente magnifico come tutti i capolavori della Clare.

2 commenti:

  1. Cassandra Clare ha confezionato uno splendido affresco fantasy:non un pesante arazzo ma una coinvolgente e vibrante scrittura YA,il cui sunto appare scorrevole e romantico :un caleidoscopico palcoscenico sulla cui ribalta cartacea si intessono le avventure dei protagonisti,con armonioso respiro .Fresco,poichè le analogie ed i riferimenti alla precedente trilogia correlata,non appaionocasuali o scontate,ma hanno afflato autocitativo. Shadowhunter-L'Angelo è capace di coinvolgere un lettore smaliziato o tiepido,dal dipanio della storia alla conclusione della stessa .E' una romantica e compiuta espressione alternativa del fantasy ritenuto inspiegabilmente non adulta .DA LEGGERE!!!!!

    RispondiElimina
  2. Oddio, cos'è e cosa non è questo libro!
    Quando l'ho trovato, un po' di tempo fa, in libreria durante una delle mie 'ispezioni settimanali', sapevo già della sua esistenza ed ero terribilmente curiosa, così l'ho preso e, tornata a casa, l'ho divorato e, la mattina dopo, era già finito!
    Sarà che amo così tanto la Clare che non so resistere né a lei né al suo mondo né ai suoi personaggi a dir poco geniali!
    A presto!
    Elisa

    RispondiElimina